Ulmaceae

Virginia Hackberry, Hackberry occidental


Virginia Hackberry, Western Hackberry


Botanica

Nome latino: Celtis occidentalis

.
Sinonimo : Ulmus chinensis

Famiglia: Ulmaceae
Origine : Cina, Giappone


Marzo

Colore del fiore: bianco ma discreto
.
Tipo di impianto :
albero

Tipo di vegetazione: perenne

.
Tipo di fogliame:
deciduo

.
Altezza:
da 15 a 20 m


Piantagione e coltivazione

Forza: molto dura, fino a -34°C
.
Esposizione: mezza penombra in pieno sole

.
Tipo di terreno:
argilloso-siliceo, calcareo, molto tollerante

.
Acidità del suolo:
da acido a basico
.
Umidità del suolo:
bagnato ad asciugare
.
Utilizzo:
solido, bordo, albero isolato Piantagione, vaso: autunno, primavera

.
Metodo di propagazione:
talee, semina


Generale

Celtis occidentalis , il bagolaro, o bagolaro occidentale, è un albero a foglie caduche che appartiene alla famiglia delle Cannabaceae, un tempo considerato tra le Ulmaceae. È originaria dell’America del Nord, di Quebec City e dell’Oklahoma sud-occidentale, e cresce in aree aperte come le rive dei fiumi o i terreni rocciosi. Il bagolaro è un albero di medie dimensioni, a crescita rapida, interessante da coltivare su terreni difficili perché molto adattabile. È un albero di miele che produce bacche commestibili.


Descrizione di Hackberry

Celtis occidentalisis è un albero alto 15-20 m che sviluppa una larghezza leggermente più stretta. Quando è giovane, ha una corona irregolare, che diventa cilindrica quando è matura. Il Celtis occidentalis è in grado di ramificare molto in basso e di mostrare forti rami da carpentiere che partono bassi se non sono stati potati in gioventù. La dominanza apicale è controbilanciata dalla tendenza a far scomparire le punte dei rami in inverno. Questo impone una crescita sinuosa sui ramoscelli e poi sui rami, il che non è sgradevole.

Il suo tronco è ruvido, ricoperto da sottili scaglie di corteccia grigia.

Le foglie dell’hacker occidentale sono alternate, ovali, con una base liscia e arrotondata, ma con un bordo seghettato e più appuntito verso la punta. La lama della foglia ha una consistenza ruvida, di colore verde medio, con il lato inferiore giallastro e peloso. Il fogliame diventa giallo pallido in autunno.

Celtis occidentalis fiorisce da fine aprile a inizio maggio. I fiori si sviluppano nello stesso momento in cui le foglie, inserite nell’ascella, sono biancastre, piccole, poco marcate. Sono ermafroditi, impollinati principalmente dalle api, e producono un piccolo frutto carnoso con un nocciolo, la microflora. La microflora è sferica, di circa 1 centimetro di diametro, da rossa a nerastra in ottobre quando è matura; il frutto è commestibile, con un piacevole sapore dolce che ricorda il dattero.


Come coltivare il bagolaro occidentale

Il Celtis occidentale è un albero che può resistere a quasi tutte le condizioni di crescita purché sia esposto al sole per almeno metà della giornata. Cresce vigorosamente e rapidamente in terreni ricchi, limosi, abbastanza freschi e soleggiati; queste sono le sue condizioni di crescita ottimali, ma questo albero accetta anche substrati sabbiosi, sassosi, calcarei o argillosi. Può crescere in terreni umidi, ma diventa molto resistente alla siccità una volta ben radicata. Tollera i venti forti e può essere usato come frangivento. Cresce nelle città, che non sono molto sensibili all’inquinamento.

Il Western Celtis è estremamente resistente, ma i suoi giovani ramoscelli non sufficientemente lignificati tendono a congelare, il che spiega la sua tendenza a crescere a zig-zag. Quando le estati non sono abbastanza calde, i suoi frutti maturano con difficoltà.

Il Celtis occidentalis è un albero da utilizzare in zone difficili, dove non si sa cosa piantare: terreno arido, situazione ventosa, atmosfera inquinata, terreno molto calcareo… o se si vuole un albero dove i bambini approfittano dei rami bassi per arrampicarsi.

Ha il vantaggio di essere facile da trapiantare, in quanto può essere ripiantato molto facilmente, con qualche irrigazione nell’anno successivo alla semina.

Il Cercis occidentalis ricresce se tagliato a livello del suolo; può anche essere macchiato, permettendo di utilizzarlo come siepe.


Come moltiplicare l’hackberry?

I semi devono essere sottoposti a stratificazione a freddo (max. 4°C) per 2 o 3 mesi prima della germinazione. È più facile seminarli in autunno e tenere il vaso dei semi all’esterno. I bagolaro germoglieranno in primavera.


Specie e varietà di Celtis

Circa 70 specie di bagolaro

  • Celtis laevigata , Mississippi hackberry
  • Celtis australis , bagolaro di Provenza
  • Celtis sinensis , hackberry
  • Celtis tenuifolia , Stunted hackberry

Mappe di piante dello stesso genere

  • Celtis australis , Hackberry del Sud, Hackberry della Provenza, Hackberry austral

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.