Piante

Caratteristiche, cultura e tipi di salsefrica

Salsifí ( Tragopogon Porrifolius ) noto anche come Salsi Bianco, Bardón, Ostrica Vegetale, Ostrica di Mare o Barba di Capra. È una pianta erbacea che appartiene alla famiglia delle composite. È originaria delle regioni mediterranee d’Europa, utilizzata come alimento grazie al sapore ineguagliabile delle sue radici, o come pianta ornamentale per la bellezza dei suoi fiori.

Cos’è salsify

Salsify è un tubero di radice commestibile , simile in apparenza alla pastinaca. La carne è bianca, cremosa, dalla pelle spessa e dal sapore simile al carciofo. Di solito si mangia bollito, schiacciato o in umido o in zuppa.

Caratteristiche di salsify

Specie con steli eretti e non ramificati che possono raggiungere un’altezza di 150 cm. Anche se questo può variare a seconda della varietà in questione.

La radice è robusta, lunga e conica. Mentre le foglie sono caulinari, basali, da lineari a lanceolate, lunghe fino a 40 cm.

Questa pianta può fiorire in estate, ma nelle regioni più calde si può vedere che fiorisce a metà primavera. Il fiore ha un diametro di 5 cm ed è circondato da brattee verdi più lunghe dei petali. È rosa porpora, ermafrodita, e l’impollinazione è ad opera degli insetti.

Cultura salsify

Pianta a crescita lenta che ha bisogno di un luogo caldo e soleggiato per garantire un buon sviluppo. Si consiglia di piantare due settimane prima dell’ultima gelata primaverile quando il terreno ha raggiunto una temperatura di 4˚C. Nelle zone con inverni miti, può essere piantato all’inizio dell’autunno.

Idealmente, i semi dovrebbero essere seminati ad una profondità di 1,30 cm con un margine di 7 cm tra le piante. Il terreno deve essere leggero, privo di pietre e ben drenato. L’aggiunta di sabbia grossolana può essere eccellente per migliorare la tessitura del terreno. Il fertilizzante secco è consigliato per migliorare la fertilità del suolo, ma non è consigliato il fertilizzante fresco perché causa il marciume delle radici.

Per quanto riguarda l’annaffiatura, questa pianta deve essere mantenuta umida per evitare che le radici si induriscano. Si consiglia anche di annaffiare fino a quando il terreno diventa fangoso per favorire la germinazione. La pacciamatura può essere effettuata anche per ridurre la frequenza delle annaffiature e, in inverno, per evitare il congelamento del terreno. La germinazione può essere effettuata dopo 15 giorni di semina.

Le colture associate di salsefrica sono carote e porri. Tuttavia, è meglio evitare di combinarli con patate e carciofi.

Tra i parassiti, quello che potrebbe danneggiare seriamente questa pianta è l’afide. Un trattamento insetticida dovrebbe quindi essere utile. Anche salsefrica è suscettibile a malattie come il marciume delle piantine, la ruggine o l’oidio. Idealmente, si usa un trattamento antimicotico o cardo bordolese.

La raccolta dovrebbe avvenire dopo le prime gelate autunnali, quando hanno già raggiunto i 30 cm di lunghezza. Per fare questo, la pianta deve essere sollevata solo a mano o con la zappa per evitare di rompere le radici. Inoltre, non è consigliabile tenere la pianta in giardino dopo un aumento di temperatura da 29˚C, in quanto le radici possono essere molto fibrose.

Le foglie salse possono essere raccolte in qualsiasi momento della primavera. Si mangiano crudi in insalata, patatine fritte o stufati. Le radici possono essere conservate in un luogo fresco con sabbia leggermente umida.

Tipi di salsefrica

Varietà bianca . La varietà bianca è considerata la vera salsefrica. Originario del Mediterraneo orientale, è stato coltivato per la prima volta in Francia e in Italia. Fu introdotto in Nord America nel XVIII secolo e da lì divenne popolare in alcune parti del paese.

Varietà nera . La varietà nera è stata coltivata più tardi rispetto alla varietà bianca ed è originaria della grande regione dell’Europa e dell’Asia. È stata coltivata per la prima volta in Spagna ed è conosciuta come salsefrica spagnola. È la varietà preferita per la cottura in quanto più carnosa e meno fibrosa e con un gusto di nocciola.

Vantaggi

  • Migliora la digestione Questo tubero contiene una combinazione di fibre alimentari solubili e insolubili, che aiuta a stimolare i movimenti intestinali regolari prevenendo la stitichezza.
  • Regola la pressione sanguigna . Grazie al suo contenuto di minerali (calcio e potassio), la salsefrica può aiutare a regolare la pressione sanguigna.
  • .

  • Rafforza il sistema immunitario . Questa pianta è ricca di vitamina C, che ha un impatto positivo sul sistema immunitario.
  • Impedisce la formazione di cellule tumorali . Salsify ha composti antiossidanti che aiutano a neutralizzare l’azione cancerogena ed è coinvolto nella prevenzione di alcuni tipi di cancro.
  • .

  • Stimolare la salute del cervello . La vitamina A che contiene migliora la conduzione dei segnali nei neurotrasmettitori del cervello, che contribuisce al corretto funzionamento del cervello.
  • .

  • Buono per le ossa . Il rame, il calcio e il magnesio che si trovano in questa radice sono buoni per il mantenimento del tessuto osseo. Anche un apporto costante aiuta a prevenire l’osteoporosi.
  • .

  • Migliora l’aspetto dei capelli e della pelle . Alcune sostanze nutritive contenute in questo vegetale aiutano a combattere i segni dell’invecchiamento e a mantenere la pelle sana. Inoltre, il livello del ferro favorisce la crescita regolare dei capelli.
  • .

Cosa ne pensa delle informazioni sul Salsifí? La conoscete?

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.