Piante

Tutti i consigli per la coltivazione del bietolone sono qui.

È giunto il momento di pianificare ciò che semineremo in agosto che ha appena iniziato a nutrire la nostra famiglia con deliziose verdure che saranno raccolte in autunno e in inverno. Oggi parleremo della coltivazione del bietolone , che è un ortaggio a foglia verde pieno di vitamine A, C ed E e di antiossidanti in grado di combattere i radicali liberi. Sono anche molto ricchi di minerali e fibre.

Come coltivare le bietole

Prima di coltivare i semi di bietola , dovreste tenere presente che esistono varietà primaverili e autunnali, quindi dovreste acquistare la varietà autunnale da seminare in agosto. Il beta vulgaris , noto come bietola, è una pianta biennale originaria del bacino del Mediterraneo dove viene coltivata come annuale. È una pianta con grandi foglie verde chiaro che potete tenere nel vostro giardino.

I semi di bietola possono essere coltivati direttamente durante tutto l’anno e germoglieranno dopo 10-15 giorni. Dovrete asciugarli in un telaio di 50 × 30 cm. È importante notare che questo ortaggio a foglia verde non è impegnativo in termini di terreno, anche se è preferibile preparare un terreno morbido e ricco di humus.

D’altra parte, essendo una coltura rustica, si adatta molto bene a tutti i tipi di clima, anche se gli piace il Mediterraneo dove le gelate non sono molto forti. Se voi avete intenzione di coltivare il bietolone in climi dove le gelate sono intense, dovrete proteggerlo da esse.

Cura, problemi e ritiro

Chard richiede molta irrigazione ed è quindi conveniente applicare la tecnica del quilting per non perdere umidità. Dovrebbe anche essere fecondato superficialmente almeno ogni 60 giorni. D’altra parte, non dimenticate che il suo principale parassita è l’afide, che attacca le sue foglie e lascia macchie marroni su di esse.

Tre mesi dopo la coltivazione del bietolone, si può iniziare a tagliare le foglie, che di solito sono la parte più utilizzata della pianta, anche se si può anche mangiare il fusto.

Infine, è importante aggiungere che le bietole, come porri, spinaci e prezzemolo, contengono molti ossalati che sono responsabili dello sviluppo dei calcoli renali. Si consiglia quindi di mangiare una porzione di 150-200 g di bietole a persona per evitare rischi per la salute.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.