Suggerimenti

Come eliminare piante spontanee o cosiddette erbacce

Le erbacce (cosiddette in passato), le piante spontanee o avventizie possono comparire più o meno frequentemente nel nostro orto biologico a seconda di molti fattori. Le piante spontanee possono aiutarci a conoscere meglio il tipo di terreno in cui coltiviamo, prevengono l’erosione del suolo, favoriscono un’aerazione profonda del suolo, aumentano la fertilità del suolo e sono in grado di assorbire attraverso le radici i metalli pesanti, molto utile per recuperare terreno per la coltivazione, possiamo aggiungerli al cumulo di compost , ecc.

Tuttavia, se vuoi eliminare le piante avventizie dal tuo giardino senza utilizzare sostanze chimiche dannose che uccidono i microrganismi benefici e danneggiano il terreno, dovresti sapere che esistono modi per prevenirne la crescita ed eliminarle che sono ecologici e sostenibili.

Come eliminare erbacce, piante spontanee o avventizie

Orologio

L’osservazione in giardino è fondamentale per svolgerla in modo ottimale, e nel caso di piante spontanee non è da meno. Se osserviamo regolarmente il giardino possiamo identificare le piante avventizie nelle loro prime fasi di crescita e possiamo eliminarle prima che si sviluppino completamente. In questo modo impediamo loro di produrre semi e questi vengono sparsi in tutto il giardino, risultando in piante più indesiderate. Inoltre, ci sono piante come l’Angelica minor che crescono molto velocemente, quindi dobbiamo essere vigili, soprattutto durante la primavera e l’estate. Anche controllare ed evitare l’eccesso di fertilizzante e acqua sarà importante in modo che le piante spontanee non proliferino.

Pacciame o imbottitura

Uno dei tanti vantaggi di questa pratica è che previene la comparsa e lo sviluppo di piante indesiderate. Il pacciame è uno strato di ananas, segatura, corteccia, ghiaia, ecc. che poniamo intorno alle piante coltivate che impediranno la crescita delle piante spontanee. Inoltre, questa pratica ci farà risparmiare acqua, eviterà danni alle radici dovuti a temperature troppo alte o basse, tra gli altri vantaggi. Il pacciame va preparato al momento del trapianto o quando la piantina ha raggiunto circa 20 cm, lasciando spazio sufficiente per non coprire il fusto.

Concimi verdi

Se abbiamo il terreno “occupato” con altre piante coltivate, sarà più difficile che le piante spontanee proliferino. I concimi verdi hanno pochi requisiti e proteggeranno dalle piante indesiderate oltre ad offrire molti altri vantaggi al nostro giardino nel suo insieme.

Scava il terreno

Può essere l’opzione più laboriosa di tutte, ma è anche un modo efficace per eliminare le piante spontanee, e scava bene tutto il terreno in cui andremo a coltivare, ad una profondità non superiore a 50 cm. Dobbiamo assicurarci di rimuovere completamente tutte le piante, perché potrebbero ricrescere se lasciamo le radici. .

Rimuovili manualmente

Un’altra pratica per il diserbo è farlo direttamente a mano. Quando individuiamo una pianta indesiderata possiamo eliminarla manualmente, ovviamente, facendo attenzione ad eliminare completamente le radici, perché potrebbe riprodursi nuovamente se ne rimanesse una porzione nel terreno.

Puoi espandere e vedere informazioni molto più dettagliate sull’eliminazione delle piante spontanee in questo manuale

Esistono centinaia di piante classificate come “erbacce”, alcune di esse sono Ortica , dente di leone , acetosa o molosso giallo , che ci aiutano a realizzare preparati naturali per migliorare la fertilità del suolo , eliminare i parassiti , ecc. così come fanno parte della medicina popolare da molte generazioni. Se crescono spontaneamente nel tuo giardino, sfrutta le loro proprietà medicinali e usali per realizzare rimedi casalinghi .

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *