Suggerimenti

Gelsomino cinese: [coltivazione, irrigazione, cura, parassiti e malattie]

Il gelsomino cinese è una pianta rampicante che sprigiona uno squisito profumo floreale ed è capace di decorare con eleganza un ambiente.

In linea di principio, i boccioli di gelsomino cinese sono di una tonalità rosa, ma questa cambia in un bianco perfetto quando arrivano i fiori.

Si comporta come una pianta perenne in luoghi dove la temperatura è calda e costante tutto l’anno. In luoghi con stagioni e inverni perde le foglie e ne produce di nuove la primavera successiva .

Ti piacerebbe goderti questa bellissima specie a casa? Annota tutti i dati che ti riportiamo di seguito in modo che tu possa farlo in sicurezza.

Punti importanti quando si semina il gelsomino cinese
  • Quando? In primavera.
  • Dove? In uno spazio illuminato con ombra almeno parziale.
  • Come prepariamo il terreno? Terreno ben drenato, nutrito e poco compatto.
  • Come dovremmo annaffiare? Moderato, a goccia .
  • Ogni quanto bisogna annaffiare? In estate 3 volte a settimana e in inverno 1 volta a settimana.
  • Di che cure hai bisogno? Potatura annuale, concimazioni ricche di fosforo , distando 3 metri da altre piante.
  • Quali parassiti e malattie ha? Afidi, cocciniglie , muffa e marciume radicale.

Quando piantare un gelsomino cinese?

La primavera è il momento giusto per piantare e avviare correttamente il gelsomino cinese.

Dove piantare un gelsomino cinese?

Il gelsomino cinese non è schizzinoso riguardo all’esposizione al sole . Puoi ricevere i raggi direttamente senza inconvenienti o usufruire anche di un’ombra parziale.

Il più comune è metterlo direttamente nel terreno del giardino , ma è anche possibile seminarlo in vaso e guidarlo attraverso un recinto se si trova su un terrazzo per crescere.

Come preparare il terreno?

Il primo punto che dovremo garantire per avere un gelsomino cinese in ottime condizioni è il drenaggio .

Se il terriccio scelto non ha questa caratteristica, sarà possibile migliorarlo aggiungendo un componente che lo aiuti, come la fibra di cocco macinata.

Il terreno deve avere un alto livello di nutrizione che otterremo aggiungendo una quantità di fertilizzante organico, come il compost fatto in casa, prima di procedere alla semina.

L’idea è di mettere la quantità necessaria e mescolare con la terra per mescolare bene e ricevere il beneficio da tutti i punti. È meglio spostarsi da terreni eccessivamente compatti perché non danno una base piacevole per la diffusione delle radici.

Come innaffiamo il gelsomino cinese?

L’irrigazione dovrebbe essere moderata applicandola con sistema a goccia e nelle quantità appropriate in base alle condizioni climatiche della zona. Idealmente, non lasciare che il terreno si asciughi, quindi l’estate richiederà annaffiature più pronunciate rispetto ad altri periodi dell’anno.

Ogni quanto innaffiamo il gelsomino cinese?

La quantità di irrigazione deve essere stabilita in base al periodo dell’anno e alle condizioni climatiche prevalenti. In estate sono necessarie fino a 3 volte a settimana , in quanto l’acqua tende ad evaporare più rapidamente per l’azione del sole.

Tuttavia, in inverno e in altri periodi dell’anno in cui non v’è la pioggia, le annaffiature potrebbe diminuire fino a una volta alla settimana perché la domanda è più bassa.

Come seminare un gelsomino cinese passo dopo passo?

Il gelsomino cinese va seminato da talee che verranno prelevate da una pianta dalle ottime caratteristiche.

  1. Seleziona la pianta madre che utilizzerai per estrarre le talee. Assicurati che sia sano e che offra una fioritura adeguata a te perché il nuovo esemplare avrà le stesse caratteristiche.
  2. Tagliare talee semi- duri con foglie. Stai per rimuovere questi fogli, ma averli ci aiuterà a convalidare la loro idoneità. Dovrete lasciare le foglie che si trovano nella parte più alta, almeno 2 o 3 per favorire la traspirazione. Il taglio dovrebbe misurare 15 centimetri in più o in meno.
  3. Preparare un vaso con terra da giardino e un po’ di humus . Per migliorare il drenaggio puoi mescolare una parte di perlite.
  4. Seppellire il taglio con cura per non ferirlo. Assicurati che sia a circa 10 centimetri sotto terra e il resto in superficie.
  5. Strizza i bordi della talea con le dita per stabilizzarla e annaffia con parsimonia fino a quando tutto il terreno non si è inumidito.
  6. Posiziona la talea in uno spazio dove riceve luce solare parziale , preferibilmente al mattino. Anche la ventilazione deve essere buona.
  7. Quando la talea si sviluppa, puoi posizionare il vaso in uno spazio in pieno sole o trapiantare all’aperto la prossima primavera , quando il rischio di gelate è passato.

Di che cure ha bisogno il gelsomino cinese?

Il gelsomino cinese si distingue per la sua crescita rapida e in diverse direzioni, che può generare un problema di invasione.

Per evitare ciò, bisogna organizzare frequentemente il percorso mentre si sviluppa con la potatura. Inoltre, la potatura dovrebbe far parte delle cure annuali, sia per la forma che per la salute.

Naturalmente, sarà necessario attendere che finisca con la sua fioritura per eseguire questo processo. La fioritura può essere più numerosa applicando fertilizzanti a base di fosforo ideali per le piante da fiore.

Il periodo appropriato va dalla primavera all’estate su base trimestrale o secondo necessità. Per godere di una condizione migliore in giardino, deve trovarsi a 3 metri da qualsiasi altra pianta , così le sue radici saranno migliori e non subirà furti di nutrienti.

Quali parassiti e malattie colpiscono il gelsomino cinese?

Il gelsomino cinese è incline ad attirare alcuni tipi di insetti che potrebbero diventare parassiti a causa dei suoi fiori .

In questo ordine di idee abbiamo l’ afide e la cocciniglia che solitamente si nutrono dei fusti e delle foglie verdi, assorbendone i succhi.

Eliminarli è un compito semplice grazie all’esistenza del sapone di potassio . Sarà solo necessario lavare la pianta e verranno rimossi. Nel caso delle malattie, la maggior parte risponde all’insediamento del micelio di diversi funghi e la loro origine è dovuta ad alti livelli di umidità, sia ambientale che del suolo.

Alcuni dei più comuni sono il marciume radicale e la muffa, e vengono trattati favorevolmente se i loro effetti negativi possono essere rilevati precocemente. Il gelsomino cinese è apprezzato positivamente nel mondo vegetale per la sua bellezza e utilità.

Tuttavia, per raggiungere il suo massimo valore non è sufficiente applicare strategie di semina comuni, devi adattare quelle esatte per il tuo tipo.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.