Suggerimenti

Microverdi: Che cos’è e come coltivare 42 varietà di micrograne…

Una mattina eravamo seduti a tavola con gli amici quando abbiamo iniziato a parlare di come coltivare il nostro foraggio. Cominciarono a descrivere con umorismo come si trovavano in un negozio di alimentari locale che vendeva erba di grano.

Il nostro amico ha detto ad alta voce in quel negozio: “Beh, non fanno altro che coltivare il foraggio e far pagare alla gente un braccio e una gamba per questo!

Ma poi ha fatto una dichiarazione geniale intorno al tavolo: “Se tutti voi potete coltivare foraggi, dovreste provare a coltivare micro-verdure. Potrebbe essere un’altra fonte di reddito per la famiglia.

Il mio cervello ha iniziato subito a ballare con idee su come e dove far crescere i micro-vegetativi. È stato un pensiero sconcertante perché, in verità, non ne avevo mai sentito parlare prima.

Ora, a distanza di molti anni, sono molto grato alla mia amica per la sua idea, e ha ragione, sia che vogliate o meno coltivare micro-vegetativi per il vostro consumo personale, potrebbe essere una grande fonte di reddito per la vostra famiglia.

Ecco tutto quello che c’è da sapere sui microcrementi:


Cosa sono i micro-verdi?

I microcrementi sono esattamente ciò che il loro nome suggerisce. Sono versioni più piccole o immature delle piante, il che significa che crescono verdi come erbe, verdure e verdure quando sono alte circa 2 cm.

Ma la gente li usa molto nelle loro insalate e come complemento ai loro piatti per gli incredibili benefici che offrono. I microcrementi sono un’eccellente fonte di nutrienti e sono anche pieni di enzimi grazie al loro rapido tasso di crescita.

Inoltre, potreste avere sul vostro banco una scorta di verdure per tutto l’anno. Questo è ciò che è stato così eccitante per me quando ho iniziato a pensare di coltivare i miei micro-vegetativi.

Tuttavia, se li si considera come fonte di reddito, molti ristoranti di fascia alta li usano per decorare i loro piatti.

Quindi, come potete vedere, si tratta di piccole piante molto diverse tra loro che hanno una tonnellata di benefici nutrizionali e monetari.


Quali sono le varietà di micro-vegetativi?

Quando ho iniziato a studiare i microcrementi, ero sopraffatto. Ci sono un sacco di varietà diverse di microverdi: alcuni sono noti per essere più facili, altri sono noti per essere più difficili, altri sono noti per essere un tipo comune di microverde che piace molto alla gente… tg {border-collapse:collapse;border-spacing:0;border-width:1px;border-style:solid;}

.tg tg td{font-family:Arial, sans-serif;font size:14px;imbottitura:10px 5px;border-style:solid;border-width-width:0px;overflow:hidden;word-break:normal;}

.tg th{font-family:Arial, sans-serif;font-size:14px;font-weight:normal;padding:10px 5px;border-style:solid;border-width-width:0px;overflow:nascosto;word-break:normal;}

.tg .tg-dl0z{peso:grassetto;colore di sfondo :
Facile da usare : Crescita micro-greensMicro-greensMicro-greensMicro più comuni Verdi complessiAltre varietàAltri cavoli cinesiLettucceLettucceSilicio dolce BasilicoBroccoliColaRutabagaTornine SpinaciAcetosella o maggioranaRucolaRucolaBok choyRadouxFennello o anetoMintSameColantroCerylCroissant WaterCarrotCeleryLettuceHerbsBeton o Bietole da costaCarroteVegatiniColline di cipolle verdiColline di cipolla verdeEndiveCapra russa Cavolo RussoSenapeSauvaggioSauvaggioSenapeBasilicio della TailandiaOracaChiaiaOnioneFolli di girasoleCivello Erba cipollinaCalamita di grano saracenoCalamita di grano saracenoColamita in mazzettiCarbonaLinenCornmealCalamita di granoMilletFeverClover

Come si può vedere, alcuni dei microcrementi più coltivati non sono necessariamente i più facili. Questo è ciò che la gente userebbe più regolarmente.

Bisogna quindi rendersi conto che alcuni micro-verdi possono aver bisogno di un po’ di esperienza per svilupparsi bene.

Ma qualsiasi pianta che ti piace potrebbe potenzialmente diventare un micro-verde. La caratteristica importante è che la pianta è commestibile dalla radice alla foglia.


Come coltivare le micro-vegetative

La coltivazione di micro-vegetativi non richiede molte attrezzature. La verità è che l’unica parte complicata delle micro-vegetative in crescita è che alcune di esse hanno più difficoltà a germinare di altre e alcune sono più sensibili alla muffa di altre.

Quindi dovrete assicurarvi di fare le vostre ricerche sul tipo di verde che state coltivando, in modo da sapere con cosa avete a che fare.

Quello di cui avrete bisogno:

  • Un vassoio per la cultura
  • Il terreno
  • Luce crescente o luce di riserva (opzionale)
  • Tappetino riscaldante (opzionale) o tampone riscaldante (opzionale)
  • Finestra rivolta a sud
  • Semi microverdi


1. preparare il vassoio

Dovrete iniziare con un vassoio per la cultura o una specie di vassoio poco profondo. Ho messo un link sotto i materiali in modo che possiate acquistare dei vassoi per la cultura. Se non potete acquistare un vassoio da coltivazione, utilizzate i vassoi per lasagne in alluminio per coltivare le vostre micro verdure.

Una volta deciso il tipo di vassoio che si intende utilizzare, è necessario sapere dove lo si metterà. Potrebbe essere in una finestra rivolta a sud, se ne avete una.

Tuttavia, se non lo fai, dovrai trovare un posto dove installare le tue lampade per la crescita o le lampade da negozio. Anche in questo caso, vi consiglio di usare le luci del negozio se avete un budget. Li usiamo al posto delle Grow Lights e abbiamo avuto un grande successo con loro.

Ad esempio, se si opta per la luce artificiale, si può installare una grow station in casa, oppure si può appendere la luce artificiale sotto un mobile da cucina e lasciare che il vassoio poggi sul piano di lavoro sotto la luce.

Ora che avete determinato la vostra area di coltivazione, siete pronti per iniziare a coltivare i microcrementi nello spazio.


2. Aggiungere il terreno

Il vassoio viene posizionato nella vostra zona di coltivazione, quindi ora dovete aggiungere il terreno. Si consiglia di utilizzare una miscela di terreno organico, ma in realtà, qualsiasi terreno si abbia a portata di mano lo farà.

Così vorrai riempire il tuo vassoio con un centimetro di terra. Poi dovrete appianare tutto, compresa la semina.

Ora, se volete coltivare micro-vegetativi solo durante i mesi più caldi, potete fare spazio nel vostro giardino e coltivarli come fareste con ortaggi di dimensioni normali.

Ma se si attacca al bancone della cucina, allora dovrete mettere un centimetro di terra sul vassoio per passare al lato della piantagione.


3. Pianta i tuoi semi

Ora che la vostra stazione di coltivazione e il vassoio di semina sono pronti a rotolare, dovete mettere i semi nella miscela.

Seminerete i vostri semi spargendoli sul vassoio. Assicuratevi di seminare i vostri semi più spessi che se li aveste piantati in un normale spazio da giardino. Lo state facendo perché dovete tenere presente che i micro-verdi crescono solo fino a uno o due centimetri di altezza.

Se si desidera un rendimento elevato, è necessario seminare in massa per ottenere questo risultato. Inoltre, le micropiante non occupano tanto spazio quanto gli ortaggi di piumaggio, quindi non hanno bisogno di tanto spazio per crescere. Tenetelo a mente quando piantate i vostri semi.

Ma tenete presente che potete spargere i semi sul terreno. Non c’è motivo di cercare di fare piccole file o buchi nel terreno. Una spolverata di sostanza farà il resto.

Vedete, anche piantare micro-verdi è un compito semplice. Un piccolo consiglio da aggiungere al mix: se avete paura che i vostri semi germinino, o anche se volete accelerare il processo di germinazione, immergere i semi in acqua per tutta la notte può aiutare.


4. Riempite i vostri semi

Ora che i vostri semi sono stati piantati, dovrete coprirli con una buona quantità di terra. Assicuratevi che tutti i vostri semi siano coperti in questa fase in modo che abbiano una migliore possibilità di germogliare.

Una volta che tutti i vostri semi sono ben posizionati nella loro nuova aiuola da giardino, dovrete mettere l’acqua in un nebulizzatore. Queste bottiglie possono essere acquistate qui o nel negozio Euro.

A questo scopo è anche possibile trasformare un vecchio flacone spray contenente altri prodotti in un flacone spray. Dipende da te.

In ogni caso, dovrete riempire il flacone spray con acqua. Poi bisogna annaffiare il terreno e i semi appena piantati con acqua. Si vuole che il terreno sia coperto d’acqua ma non così bagnato.

Una volta completato questo compito, siete pronti a passare alla fase successiva.


5. Tirare fuori il calore

I loro semi vengono quindi piantati e spruzzati. Cosa succede ora?

Ora si ottiene il calore per dare ai semi tutto ciò di cui hanno bisogno per germogliare. Se si utilizza un tampone riscaldante, è meglio posizionarlo sotto il vassoio. Se non potete permettervi un termoforo, ma ne avete uno a portata di mano, allora dovreste provarlo.

Tuttavia, vi darò un avvertimento. Le piastre riscaldanti non devono essere mischiate con l’acqua. Fare attenzione a non bagnare il cuscinetto riscaldante quando si vaporizza il vassoio.

Tienilo d’occhio anche tu. Sono d’accordo con l’uso di oggetti per la casa per realizzare un compito, ma non si vuole avere tra le mani neanche il pericolo di un incendio. Tenete d’occhio tutto se usate davvero un cuscinetto riscaldante durante il periodo di germogliazione.

Cose da ricordare, sia che usiate un termoforo o un tappetino riscaldante, non lasciateli accesi quando non siete in casa e non lasciateli accesi di notte.

Una volta visto che i semi sono germinati e stanno germogliando, se si utilizza un qualsiasi tipo di tampone riscaldante, è possibile rimuoverlo dal vassoio.

Sia che si utilizzi o meno il tappeto termico, sarà necessario posizionare il vassoio vicino alla finestra rivolta a sud o sotto la luce artificiale del raccolto in quel punto.


6. Spruzzare i semi

Ora che le vostre piante si sono insediate nella vostra nuova casa, dovrete tenere questa pratica bottiglia d’acqua nelle vicinanze. Il motivo è che vorrete spruzzare questi semi più volte al giorno mentre aspettate che germiglino.

Anche in questo caso, assicurarsi di spruzzare leggermente in modo che il terreno abbia sufficiente umidità. Tuttavia, non innaffiare fino al punto di ammollo.


7. Raccogliete le vostre micro-vegetative

In circa 2-4 settimane, i vostri micro-verdi dovrebbero essere pronti per essere raccolti. Li raccoglierai con le tue forbici da cucina. Vorrete tagliarli appena sopra la terra.

Poi è necessario sciacquare sott’acqua i microsaloni appena tagliati. Mi piace usare un colino per questo passaggio, ma se volete potete semplicemente tenerli a mano e sciacquarli.

Infine, sono pronti per essere aggiunti come una buona aggiunta a qualsiasi piatto o insalata. Potete apprezzare il fatto di aver coltivato le vostre verdure e di avere fiducia nelle sostanze nutritive che il vostro corpo otterrà da esse.


8. Risciacquo e ripetizione

Naturalmente è possibile coltivare diversi tipi di micrograne. E si possono coltivare allo stesso tempo se si ha lo spazio per farlo.

Tuttavia, se non lo fate, una volta terminata la raccolta di un vassoio, basta concimarlo e ricominciare con un altro tipo di seme.

Alcuni dicono che si può andare a tirare su le micro-vegetative dalle radici e reimpiantarle, ma io penso che sia un sacco di lavoro e probabilmente si finirà con le piante volontarie dell’ultimo raccolto.

Ma se non ti dispiace, allora puoi certamente farlo. Se volete sapere che si mangia solo quello che avete piantato, vi consiglio di fertilizzare dal raccolto precedente e ricominciare da capo.

È tutto ciò che serve per coltivare i propri microcrementi. Sembra abbastanza semplice e in realtà è abbastanza facile da fare.

Ma vorrei sentire i vostri pensieri e le vostre esperienze. Avete mai coltivato micro-vegetativi? Come si fa? Cosa sei cresciuto? Come li usate? Le utilizzate come fonte di reddito? In caso affermativo, come avete trovato gli acquirenti e commercializzato il vostro prodotto?

Siamo felici di sentirvi tutti, quindi lasciateci i vostri commenti qui sotto.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *