Suggerimenti

Cura della pianta Aeonium haworthii o faggio di Tenerife

Nella famiglia Crassulaceae è incluso il genere Aeonium con circa 75 specie di piante succulente distribuite nelle Isole Canarie, Madeira, Marocco e Africa orientale. Alcune specie di questo genere sono : Aeonium haworthii, Aeonium undulatum, Aeonium percarneum, Aeonium canariense, Aeonium glutinosum, Aeonium mascaense, Aeonium arboreum, Aeonium tabulaeforme, Aeonium spathulatum, Aeonium simsii, Aeonium virgineum.

Riceve i nomi volgari di Bejequillo tinerfeño, Crazy Cake, Immortal o Air Plant. C’è una varietà interessante chiamata “Kiwi”, kiwi di Aeonium o kiwi di Eonio che ha i bordi delle foglie rossicci.

Sono piante succulente con un cespuglio di appena un metro di altezza. Le foglie sono carnose, vengono fuori in rosette e sono un po’ blu-verde, si assottigliano fino ad un certo punto e hanno un margine finemente dentato (a volte rossastro). I fiori sono giallastri e rosa e appaiono a grappolo sopra le foglie. Fioriscono dalla seconda metà dell’inverno fino a primavera inoltrata.

Vengono utilizzati per formare gruppi in zone antigelo o in vasi e fioriere. Sono facili da coltivare e si combinano bene con gazanie, gaillardie e altri eoniani.

Il Bejequillo de Tenerife può prosperare in pieno sole o all’ombra e in climi caldi come il Mediterraneo. Non tollerano il gelo o il freddo e quindi non devono essere esposti a meno di 5 ºC.

Il terreno potrebbe essere una miscela di 50% di torba bianca, 25% di sabbia grossolana e 25% di terriccio. L’impianto o il trapianto viene effettuato in autunno.

L’acqua attende sempre moderatamente fino a quando il terreno è completamente asciutto. Ridurre l’irrigazione in inverno a una al mese.

Apprezzano un concime leggero con un concime minerale per piante grasse in autunno.

Non hanno bisogno di essere tagliati ma è possibile tagliare le rosette danneggiate in qualsiasi periodo dell’anno.

Sono suscettibili di essere attaccati da afidi e cocciniglie se c’è troppa siccità e di essere attaccati da funghi se siamo innaffiati troppo.

Essi sono moltiplicati da semi seminati in estate o, allo stesso tempo, da talee di fusto radicate in un substrato sabbioso e un po’ umido.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *