Suggerimenti

Come conoscere la tessitura del terreno in modo casalingo e analitico

La natura del suolo può cambiare nel giro di pochi metri, ed è ciò che definisce la capacità delle piante di svilupparsi e la loro produzione. La tessitura del suolo può essere costituita da particelle di dimensioni molto diverse. Possono variare in dimensioni da molto grandi per i blocchi di roccia ai millimetri di alcune argille microscopiche.

Per questo motivo, conoscere la consistenza del terreno nel nostro appezzamento, giardino o frutteto ci fornisce informazioni molto preziose nella scelta del tipo di piante che possiamo utilizzare e mantenere, poiché non tutte lo fanno allo stesso modo a seconda del terreno.

Tipi di trame del terreno

  • Ghiaia: granulometria maggiore di 2 mm.
  • Sabbia:  granulometria compresa tra 2 e 0,02 mm. Si divide in sabbia grossolana (2 e 0,2 mm) e sabbia fine (0,2-0,02 mm).
  • Melme: granulometria compresa tra 0,02 e 0,002 mm, ovvero 20-2 micron (e talvolta 0,05 – 0,002).
  • Argille: granulometria inferiore a 2 micron.

triangolo di trama

Conoscendo la percentuale (%) che abbiamo di sabbia, limo e argilla, possiamo utilizzare la piramide delle strutture del suolo per classificarla.

Ad esempio, se in un’analisi del suolo abbiamo ricevuto i dati che abbiamo il seguente elenco di elementi:

  • Sabbie: 30%
  • Melme:  40%
  • Argille: 30%

Partendo dal basso (sabbie), siamo nella cifra del 30%. Successivamente risaliamo fino a trovare il 40% di limo, seguendo il rettilineo e cercando l’incrocio. Infine, ci dirigiamo a sinistra per attraversare la terza linea segnata da % argilla, cercando il 30% sulla linea orizzontale. La classificazione del nostro terreno è franco argilloso.

Tessitura del suolo con metodi analitici

Il modo più professionale e interessante per scoprire, con una ricchezza di informazioni, il tipo di terreno di cui disponiamo e dati aggiuntivi (conducibilità, pH, colore, livello di sostanza organica, nutrienti, ecc.) è attraverso l’analisi del suolo.

Tuttavia, non tutti i laboratori lo includono, quindi dovrai richiederlo in anticipo.

tipo di suolo
sabbioso
Viscido
Argilloso
Denominazione
Terreni sabbiosi (tessuto grossolano)
86-100
0-14
0-10
sabbioso
70-86
0-30
0-15
terreno sabbioso
Terreni argillosi (tessuto moderatamente grossolano)
50-70
0-50
0-20
terreno sabbioso
Terreni argillosi (di medio impasto)
23-52
28-50
7-27
Franco
20-50
74-88
0-27
terriccio viscido
0-20
88-100
0-12
Viscido
Terreni argillosi (tessuto moderatamente fine)
20-45
15-52
27-40
terriccio di argilla
45-80
0-28
20-35
terriccio sabbioso argilloso
0-20
40-73
27-40
terriccio argilloso limoso
Terreni argillosi (tessuto fine)
45-65
0-20
35-55
terreno sabbioso
0-20
40-60
40-60
argilla argillosa
0-45
0-40
40-100
Argilloso

Quali informazioni ti dà conoscere la consistenza del terreno?

  • Pianificare la frequenza e la quantità di irrigazione.
  • Calcola la quantità di abbonato in fondo e copertina (dovresti anche guardare la riserva di nutrienti)
  • Scegli tra varietà e specie vegetali più resistenti.
  • Poter scegliere tra gli strumenti per la lavorazione del terreno, poiché i terreni sabbiosi consentono una maggiore facilità di lavoro e i terreni argillosi sono più pesanti durante la lavorazione.

I terreni molto compatti richiedono l’aggiunta di sabbia per compensare la dimensione delle particelle e migliorare il drenaggio. D’altra parte, terreni molto leggeri con un alto tasso di infiltrazione d’acqua richiederanno elementi che assorbano e trattengano l’umidità (argille, fibra di cocco, materia organica, ecc.).

Tessitura del suolo con metodi casalinghi

Se non è disponibile un’analisi del suolo per conoscere esattamente la percentuale di sabbia, limo e argilla che abbiamo, la FAO consiglia alcuni metodi casalinghi per avere una vaga idea di ciò che abbiamo sotto i nostri piedi.

prova di lancio

Scegliamo un campione di terreno che abbiamo idratato in parti uguali (100 grammi di terreno asciutto e 100 ml di acqua). Formiamo una palla eliminando l’umidità in eccesso.

Successivamente, lanciamo la palla in aria a una distanza di 50 cm e la riprendiamo con la mano, senza chiudere il pugno.

  • Se la palla di fango si rompe in più parti, il nostro terreno contiene un’alta percentuale di sabbia.
  • Se la palla di argilla rimane nella sua forma rotonda, il contenuto di argilla è alto.

prova di compressione 

Un altro modo per valutare la quantità di sabbia e argilla che abbiamo è fare un test di compattazione usando la nostra mano.

Prendiamo un campione di terreno e lo inumidiamo con acqua in parti uguali (come nel caso precedente). Lo compattiamo e rimuoviamo l’umidità in eccesso.

Comprimiamo e apriamo la mano:

  • Se il campione di terreno assume la forma della mano, c’è una quantità significativa di argilla.
  • Se il campione di terreno non prende la forma della mano e si disintegra, c’è un alto contenuto di sabbia.

Determina la quantità di sabbia, limo e argille

Per determinare, in casa, la distribuzione della tessitura del suolo, esiste un metodo semplice e pratico che possiamo fare in qualsiasi momento.

Nel contenitore, aggiungi il terriccio per creare uno strato alto 5 cm. Il resto lo copriremo con l’acqua del rubinetto.

Agitare bene fino a quando tutti i componenti sono amalgamati e lasciare riposare per 60 minuti. Trascorso questo tempo, controlliamo se ci sono strati differenziati di terreno.

  • Lo strato inferiore è composto da sabbia.
  • Lo strato centrale è composto da limo
  • Lo strato superiore è costituito da particelle di argilla
  • Se ci sono particelle scure che galleggiano nell’acqua, possono essere dovute alla presenza di frammenti di materia organica.

Se l’acqua è torbida, significa che ci sono particelle di argilla molto piccole, il che rende alquanto limitato il drenaggio del terreno.

Con una calcolatrice, possiamo analizzare quale percentuale rappresenta ogni tipo di particella nel nostro suolo.

Guida al riconoscimento della consistenza del suolo

Come migliorare la texture di un pavimento

sabbia in eccesso

Un terreno con un’alta percentuale di sabbia avrà un tasso di infiltrazione di acqua e nutrienti molto alto. Pertanto, il terreno trascorrerà la maggior parte del tempo asciutto e al di sotto della sua capacità di campo.

Il problema con i terreni sabbiosi è che il peso dell’acqua fa aumentare la velocità di drenaggio, spostando l’acqua al di sotto della zona della rizosfera (dove si sviluppano le radici).

La soluzione è aumentare la frequenza delle irrigazioni, riducendo la quantità di acqua erogata. In questo modo manterremo un livello di umidità più stabile, riducendo le infiltrazioni.

Come ulteriore consiglio, si consiglia di aggiungere sostanza organica a questo tipo di terreno per aumentare la ritenzione di umidità. A livello professionale, in terreni sabbiosi, si usa solitamente una base di fibra di cocco, miscelata con letame o compost vegetale.

argilla in eccesso

Un terreno con un alto contenuto di argilla ha una grande capacità di trattenere i nutrienti e l’acqua. Questo perché la sua dimensione delle particelle è così piccola che non lascia molto spazio per l’ossigeno e le particelle più grandi.

Pertanto, è necessario prestare attenzione alla quantità di irrigazione fornita poiché possiamo accumulare umidità in eccesso, producendo ristagni e marciume radicale (soffocamento delle radici). In condizioni di anossia (mancanza di ossigeno), le radici non riescono a respirare e la traspirazione della pianta è ridotta.

Esistono invece funghi che possono agire in condizioni di carenza di ossigeno, come la Phytopthora e altre malattie, provocando la putrefazione dei fusti principali e la probabile morte della pianta.

Fonte consultata: FAO e Washington State University.

Informazioni aggiuntive

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.