Suggerimenti

Coltivazione della vaniglia: come piantare, coltivare e raccogliere con successo i semi di vaniglia

Vi piace fare i vostri estratti? Dopo aver imparato quanto sia facile farle, è quasi folle non farle da soli.

Ma comprare fagioli alla vaniglia può essere più costoso che comprare l’estratto di vaniglia al negozio. Possono anche essere difficili da trovare in alcuni supermercati.

Tuttavia, è possibile coltivare i propri fagioli di vaniglia e gustare estratti di vaniglia fatti in casa e altre prelibatezze in qualsiasi momento.

Ecco come si coltiva la vaniglia:

>


Informazioni sulla pianta della vaniglia

  • Zone di durezza: 10, 11
  • Terreno: terriccio sabbioso, PH tra 6,6 e 7,5, ben drenato
  • Esposizione al sole: ombra parziale
  • Impianto: Piantare le talee in primavera quando la temperatura è calda
  • Spaziatura: 6,6 piedi tra i piani e le file
  • Profondità: 1 cm
  • Migliori Compagni: Banana, arrowroot
  • I peggiori compagni: fagioli, piselli
  • Innaffiatura: Innaffiare con moderazione, lasciare asciugare da 2 a 3 cm prima di innaffiare nuovamente
  • Concimazione: Concimare con concime di orchidea ogni 2 settimane in primavera e in estate
  • Problemi comuni : Antracnosi, marciume nero, ruggine, marciume delle radici e dei gambi, cocciniglie, acari del ragno
  • Vendemmia: raccogliere i baccelli quando sono lunghi almeno 6 cm, 9 o 10 mesi dopo la semina


Varietà di vaniglia

Ci sono diverse varietà di vaniglia. Ognuno ha un gusto diverso e si abbina a piatti diversi. Ecco le diverse scelte di fagioli alla vaniglia:


Madagascar

Allineare”>>

tramite redstickspice.com

Il chicco di vaniglia Bourbon del Madagascar è quello che la maggior parte di noi associa al sapore tipico della vaniglia. Ha un sapore delicato e classico, ideale per la cucina o per l’utilizzo nei nostri cibi preferiti.


2. Messicano

Allineare”>>

via amazon.com

I fagioli alla vaniglia messicana sono una varietà eccitante. Hanno il sapore dolce e classico della vaniglia, ma con un tocco di spezie. Sono un’ottima scelta per piatti di cioccolato, piatti alla cannella o salse da barbecue.


3. Indonesiano

Allineare”>>

tramite beanilla.com

Questa varietà di vaniglia ha un sapore di terra più mite con un pizzico di fumo aggiunto. È una buona scelta per la cottura al forno con o come accompagnamento al cioccolato.


4. Tahitiano

Allineare”>>

attraverso thespicehouse.com

La varietà tahitiana è divertente. Ha un gusto fruttato con un tocco di ciliegia. È un’ottima scelta per gelati, frutta, budini o bevande.


5. Indiano

Allineare”>>

tramite tajagroproducts.com

La varietà indiana è nota per avere un gusto più audace. Per la sua audacia, è un’ottima scelta da associare al cioccolato.


6. Tonga

Allineare”>>

tramite madeintonga.com

La vaniglia tongana ha meno spezie, ma un gusto più legnoso. Ottimo se abbinato a piatti a base di uva e fichi.


La coltivazione della vaniglia

>
I fagioli di vaniglia non sono le piante più facili da coltivare. Ci vorrà qualche prova ed errore per scoprire cosa funziona per voi come giardiniere e quali cambiamenti potreste aver bisogno di fare a causa della vostra area di piantagione. Ecco le basi della coltivazione di una pianta di vaniglia:


1. acquistare la pianta di vaniglia

Quando si decide di coltivare i fagioli di vaniglia, è meglio acquistare la pianta. Questo perché le piante di vaniglia impiegano dai tre ai cinque anni per produrre fagioli.

Può essere difficile localizzare queste piante sul posto. È possibile cercare su Internet la vaniglia e le orchidee alla vaniglia. Fate le vostre ricerche prima di acquistare per essere sicuri di ottenere un buon prodotto.

Controllate anche che la pianta che comprate abbia dai tre ai cinque anni. In caso contrario, dovrete aspettare anni per raccogliere la vostra pianta.


2. trapianto

Dopo l’arrivo della vostra pianta, dovrete trapiantarla. Non si vuole scegliere un vaso enorme, ma si dovrebbe scegliere un contenitore grande circa il doppio della pianta stessa.

Quando avete trovato il vaso giusto, riempitelo a metà strada con il concime per orchidee. Se non avete quel particolare terriccio, potete usare metà corteccia e metà terriccio normale.

Posizionare delicatamente la pianta nel vaso e coprire le radici con del terriccio. Aggiungere uno schermo o un bastone per sostenere la pianta. Questo gli darà anche un posto dove arrampicarsi, dato che le piante di vaniglia sono una specie di orchidea e hanno le liane.


3. Impollinare

Alla fine, l’impianto dovrà essere impollinato. La maggior parte delle piante di vaniglia sono impollinate a mano, in quanto le api senza pungiglione di solito hanno piante di vaniglia impollinate.

Purtroppo, queste api sono quasi estinte. Ecco perché non si può dipendere dalle api in casa propria. Dovrete impollinare voi stessi la pianta, altrimenti non produrrà.

Viene impollinato a mano prendendo il polline dalla parte femminile della pianta chiamata antera. È possibile utilizzare un bastone per raccogliere il polline da questa parte della pianta.

Si applicherà il polline alla parte maschile della pianta chiamata stigma. Lo stigma sarà circondato da uno scudo che dovrete rimuovere per accedervi.

Il processo di impollinazione avviene preferibilmente al mattino. Una volta completato il processo, dovreste iniziare a vedere il modulo della capsula tra una settimana.

Se non lo fai, il processo non ha funzionato e dovrai riprovare. Una volta che i baccelli si sono formati, ci vogliono circa nove mesi per completarli.


Prendersi cura della vostra pianta di vaniglia

>
Le piante di vaniglia hanno esigenze specifiche che devono essere soddisfatte affinché la pianta possa prosperare. Ecco cosa dovreste dare alla vostra pianta di vaniglia:


1. acqua

Le piante di vaniglia hanno bisogno di acqua. Bisogna assicurarsi che non siano eccessivamente annaffiate. Assicuratevi che lo strato superiore del terreno sia umido, ma non innaffiate tanto da inzuppare tutto il vaso.

Questo renderà le radici troppo umide e le farà marcire. Si consiglia inoltre di spruzzare delicatamente la pianta con acqua in una bottiglia a spruzzo ogni giorno o a giorni alterni per mantenerla abbastanza umida da sopravvivere, ma per evitare un eccesso d’acqua.


2. fertilizzante

Le piante di vaniglia dovrebbero essere concimate una volta ogni due settimane, ma solo in primavera e in estate. Assicuratevi di utilizzare un fertilizzante per orchidee e seguite le istruzioni sulla confezione.


3. Un ambiente appropriato

La parte più importante della cura di una pianta di vaniglia (a parte l’impollinazione) è fornire un ambiente adatto. Potete lasciare la vostra pianta di vaniglia a casa in un ambiente tipico, dandogli acqua e fertilizzante.

Nella maggior parte dei casi, la pianta sopravviverà e prospererà come una tipica pianta d’appartamento. Il problema è che la pianta di vaniglia non fiorisce.

Se la pianta non fiorisce, non c’è nulla da impollinare, e non si formeranno fagioli di vaniglia. La vostra pianta deve essere coltivata in un ambiente adatto a favorire la fioritura.

La posizione ideale è quella in cui l’impianto rimane a temperature prossime o superiori ai 60 gradi Fahrenheit. A loro piace l’alta umidità e anche la luce solare indiretta e brillante.

Questo può essere fatto in una serra, in un solarium o in una stanza calda sotto le lampade da coltivazione. La situazione di ognuno è diversa.

Pertanto, potrebbe essere necessario giocare per trovare il posto migliore, dentro o fuori casa, per fornire questo ambiente per la vostra pianta di vaniglia.


Problemi legati alla coltivazione della vaniglia

>
Le piante di vaniglia hanno solo pochi parassiti e malattie da tenere d’occhio quando le coltivano. Ecco cosa dovete tenere a mente:


1. marciume radicale

Una delle maggiori difficoltà nella cura di una pianta di vaniglia è assicurarsi che non sia troppo bagnata. Trattandosi di una specie di orchidea, preferiscono i periodi di siccità tra un’annaffiatura e l’altra.

Se le radici sono troppo umide, marciscono. Tenetelo a mente quando innaffiate la vostra pianta o se cominciate a vedere segni di lotta con la vostra pianta.


2. 2. lumache e lumache

Gli unici parassiti che cercheranno di disturbare la vostra pianta di vaniglia sono lumache e lumache. A loro piace masticare le radici e le foglie della pianta.

Se siete preoccupati, prendete in considerazione la possibilità di spargere terra diatomacea intorno alla base della pianta, o fondi di caffè o gusci d’uovo schiacciati. Questo dovrebbe tagliare i parassiti che strisciano intorno alla vostra pianta.


Piante compagne di Vaniglia

Ogni pianta ha alcune piante che crescono quando vengono piantate nelle vicinanze. I migliori compagni per una pianta di vaniglia sono

  • Impianto di banane
  • Radici di freccia

Anche le piante di vaniglia hanno piante specifiche che dovrebbero essere evitate. Queste piante sono:

  • Piselli
  • Fagioli


Raccolta di fagioli di vaniglia

>

Ci sono dei passi specifici che dovrete seguire quando raccoglierete i vostri fagioli di vaniglia per assicurarvi di poterli usare correttamente. È inoltre necessario sapere come conservare correttamente i chicchi di vaniglia. Ecco come raccogliere e conservare i semi di vaniglia:


1. raccolta al momento giusto

La raccolta dei semi di vaniglia è probabilmente la parte più semplice del processo di coltivazione. È possibile utilizzare forbici o cesoie per separare i fagioli dalla pianta.

Saprete che sono pronti per essere raccolti quando le punte dei baccelli cominceranno a ingiallire.


2. sudare i fagioli

Una volta raccolti, i baccelli devono passare attraverso un processo chiamato traspirazione. Avvolgete i fagioli in una spessa coperta o in un asciugamano e lasciateli fuori in un luogo asciutto per tre o quattro giorni.

Dopo i giorni che passano, controllate i fagioli. Dovrebbero essere marrone chiaro.


3. Asciugare i fagioli al sole

Una volta che i fagioli sono trapelati, è il momento di asciugarli. Lasciare i fagioli al sole per un mese. Una volta completato il processo, dovrebbero avere la stessa consistenza della pelle e diventare marrone scuro.

Quando raggiungeranno questo aspetto, saranno pronti per l’immagazzinamento o l’uso.


4. Conservare correttamente

Anche la conservazione dei chicchi di vaniglia è facile. Dovrebbero essere conservati in un contenitore a tenuta d’aria nella dispensa, nel seminterrato o in cantina.

L’idea è di conservarli in un luogo fresco, buio e asciutto. Controllateli di tanto in tanto per assicurarvi che siano ancora in piedi e che non stiano sviluppando muffa.

Fate attenzione a non conservare i fagioli alla vaniglia in frigorifero. In questo modo i vostri fagioli si seccano e portano l’umidità in eccesso in superficie.

Quando ciò accade, i fagioli cominciano a formarsi e non sono più utili. Dopo più di nove mesi di lavoro per sollevare la pianta e raccogliere i baccelli, non si vuole perderli per la muffa.

Bene, ora conoscete l’intero processo di coltivazione dei fagioli di vaniglia, dalla coltivazione alla cura, alla raccolta dei fagioli e alla loro conservazione.

Speriamo che questo vi dia un’idea di come coltivare i vostri fagioli alla vaniglia e vi incoraggi in questo sforzo.

>

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *