Suggerimenti

Innaffiare la stella di Natale: [necessità, frequenza e procedura]

La stella di Natale, nota anche come poisentia, è la pianta caratteristica dei giorni di Natale che sicuramente amerai.

Goderlo è un vero dono della natura e possiamo approfittarne per un gran numero di giorni con la giusta cura.

Uno di questi è l’irrigazione e lungi dal cercare di gestirla solo per il gusto di farlo, è l’ideale che tu conosca le esatte esigenze di questa specie.

Vuoi sapere quali sono? Congratulazioni perché sei venuto nel posto giusto per scoprire tutti i dettagli.

Punti importanti quando si innaffia una stella di Natale:
  • Frequenza di irrigazione: una volta a settimana in estate e due volte a settimana in inverno .
  • Metodo di irrigazione: per immersione.
  • Orario ottimale della giornata per l’irrigazione: l’ideale è la mattina presto, ma se è in casa può esserlo a qualsiasi ora.
  • Individuare l’acqua in eccesso: le foglie appaiono cadenti, morbide e la pianta tende a marcire.
  • Identificare la mancanza d’acqua: foglie marroni o gialle e cadenti.

Che esigenze di irrigazione ha la stella di Natale?

La stella di Natale tende ad essere una specie molto semplice da allevare per problemi di irrigazione. È necessario applicare l’acqua in piccole porzioni, assicurandosi che il supporto sia sempre bagnato.

Per evitare eccessi o difetti, gli specialisti consigliano di affidarsi al metodo dell’immersione.

Come possiamo rilevare la mancanza di irrigazione nella stella di Natale?

La siccità non è una buona condizione a cui le piante dovrebbero essere sottoposte perché hanno bisogno di umidità per svolgere i loro processi interni, come esseri viventi.

Il modo più notevole per capire che manca l’irrigazione sarà sulle foglie che appariranno gialle e secche. 

È possibile che acquisiscano anche una tonalità marrone quando il periodo di siccità a cui è sottoposta la pianta è estremo. Da notare che la siccità è facile da notare nel substrato, che apparirà sciolto e con poca umidità. 

E sebbene sia molto probabile che questa condizione venga acquisita dopo diversi giorni senza ricevere irrigazione, può anche verificarsi in un singolo momento. Questo è ciò che accadrà se lasci la tua stella di Natale esposta a lungo alla luce solare diretta nello stesso giorno.

Quanto spesso dovremmo innaffiare la stella di Natale?

Le condizioni di fioritura uniche della stella di Natale favoriscono annaffiature abbondanti in inverno e molto meno in estate. Se vivi in ​​uno spazio dove le estati non sono eccessivamente calde, una volta alla settimana sarà sufficiente. Se le temperature sono alte, aumentare a 2 volte.

In inverno , la maggiore frequenza di irrigazione dovrà essere concentrata all’inizio della stagione, quando la fioritura è appena iniziata. Successivamente, puoi annaffiare una o due volte a settimana.

Qual è il modo migliore per innaffiare la stella di Natale?

Il modo migliore è applicare l’acqua direttamente sul terreno, senza bagnare le foglie o le brattee. Le foglie possono essere inumidite, in minima parte, solo quando la pianta è in fase di fioritura. Del resto, è meglio evitarlo. L’irrigazione può essere effettuata tramite il sistema a goccia .

Tuttavia, il modo più ottimale per procedere è attraverso l’ immersione . Questo metodo farà in modo che il substrato ottenga l’umidità adeguata, senza mettere a rischio gli altri elementi della pianta.

L’idea è di mettere un piatto con dell’acqua sotto il vaso dove hai seminato la stella di Natale. Questa pentola dovrebbe avere dei fori sul fondo per drenare il liquido.

Quindi, metti l’acqua nel piatto e le radici saranno incaricate di assorbire la quantità di acqua di cui ha bisogno . Affinché l’intero processo scorra in modo ottimale, assicurati che questo processo duri almeno 10 minuti, prolungandolo se necessario.

Successivamente, rimuovere il piatto e scartare l’acqua rimanente.

Come rileviamo l’acqua in eccesso nella stella di Natale?

L’eccesso di acqua è facilmente individuabile nella salute delle foglie della stella di Natale, poiché queste si vedranno cadute. Se li tocchi, il più comune è che si sentono morbidi , quando di per sé la loro struttura tende ad essere molto ferma.

Un’altra condizione che può essere presente è che le foglie si scuriscano e si raggrinziscano. Infine, quando la quantità di acqua non è controllata, l’apparato radicale finirà per marcire e, con esso, l’intera pianta.

Tieni presente che la tua stella di Natale o poisentia sarà molto più sana se usi acqua priva di calcare per l’irrigazione. Se integri una corretta irrigazione con il fertilizzante nei tempi corrispondenti e una potatura appropriata, godrai sicuramente di una bella poisentia.

Ed è proprio quello che tutti ci auguriamo per abbellire il giardino e l’interno della casa durante il periodo più bello dell’anno, no?

Forse ti interessano anche:
  • Cura delle piante di Natale: [terreno, umidità, potatura e problemi]
  • Potare la stella di Natale: [Importanza, tempo, strumenti, considerazioni e passaggi]

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.