Suggerimenti

Come coltivare le cipolle da seme in 7 semplici passi

Sapevate che un tempo le cipolle erano così preziose da essere usate come merce di scambio?

O sapevate che pensavate di poter mettere una cipolla a fette in un vaso durante la stagione del raffreddore e dell’influenza, e che la cipolla avrebbe assorbito i germi per evitare di ammalarvi?

E che dire del fatto che le cipolle aiuterebbero a combattere l’osteoporosi?

Wow! Questo ortaggio sembra avere molti usi importanti che potrebbero essere benefici per la maggior parte delle persone. Allora, perché non volete coltivarne di vostri per tenerli a portata di mano tutto l’anno?

Bene, dopo aver letto questo post, si possono coltivare molte cipolle per pochissimi soldi e averne a portata di mano quante ne servono per molti motivi.


Come estrarre le cipolle dal seme:


Ne avrete bisogno:

  • Semi di cipolla
  • Contenitori 4×6
  • Miscela di semi di partenza


1. Perché i semi?

Quando molte persone piantano le cipolle, non iniziano con i propri semi. Infatti, ordinano quelli che noi chiamiamo “set”. Sembrano piccole cipolle quando in realtà lo sono. Sono lampadine a cipolla.

Molti vi diranno che questa è la via della semplicità. Questo è quello che mi hanno detto quando ho iniziato a coltivare le cipolle.

Tuttavia, ho notato che ogni anno che li coltivavo, le cipolle si “scatenavano” prima di avere una cipolla di dimensioni decenti. Il bullone significa che la parte superiore della cipolla crescerà rapidamente e diventerà un seme, permettendo di piantare più cipolle.

Così ho iniziato a chiedere agli agricoltori locali della mia zona cosa facevano per coltivare le cipolle. Sono rimasto stupito quando la maggior parte di loro mi ha detto che li hanno fatti partire dal seme. Il motivo è che i “set” che si acquistano sono di solito piante del secondo anno . Questo spiegherebbe perché stavano scappando nel mio giardino.

Da allora, ho coltivato le mie cipolle da seme e ne sono molto soddisfatto.

Ma ci sono anche altri vantaggi nel coltivare le cipolle da seme. Si ottiene anche una maggiore varietà. È molto più facile trovare diverse varietà di semi di cipolla rispetto a diversi tipi di set di cipolle.

Quindi, se volete coltivare una vasta gamma di diversi tipi di cipolle, sarete felici di vedere quanto sia più facile coltivarle da seme.


2. seminare i semi

Ora che abbiamo stabilito il motivo per cui preferisco coltivare le mie cipolle da semi piuttosto che da “set” o bulbi, parliamo di come coltiviamo questi semi.

Per iniziare, avrete bisogno di una padella 4×6. Di solito uso una padella di alluminio simile a quella che si usa per fare le lasagne.

Poi riempire la padella a metà con la miscela di semi. Io preferisco comprare la miscela di semi per semplicità, ma se preferite potete anche farlo voi stessi.

Una volta che il vaso è mezzo pieno, vorrete piantare due file di semi di cipolla. Dovrete poi coprirli per il resto del percorso con una miscela di semi extra. Vuoi che la pentola sia quasi piena.

Ora che i semi sono al loro posto, è il momento di passare a creare la configurazione giusta per la crescita.


3. Creare l’ambiente giusto

attraverso il giardinaggio intelligente

Quindi sappiamo tutti che i semi hanno bisogno di un buon ambiente per germogliare. È l’ambiente che incoraggia il seme a germogliare e a non rimanere inattivo.

Beh, devi creare quell’ambiente per i tuoi semi. Vorrete mettere il vostro vaso con i semi in un posto dove si possano riscaldare senza essere troppo caldi.

Ad esempio, se avete una stufa a legna o un caminetto che usate regolarmente, potete posizionarli a pochi metri di distanza da essa per ricavarne calore.

È anche possibile posizionare la padella sopra il frigorifero dove è molto caldo per favorire la germinazione.

Infine, se non si dispone della configurazione necessaria per far germogliare i semi con gli altri metodi previsti, si può prendere in considerazione un tappetino riscaldante per l’avvio dei semi. Si tratta di un tappetino che viene posto sotto la vaschetta delle sementi che produce calore. È possibile acquistare un tappetino riscaldante per semi o farne uno da soli.

Una volta che i vostri semi sono in un luogo caldo e felice, dovete lasciarli riposare. Si vorrà assicurarsi che il terreno sia mantenuto umido utilizzando un irroratore d’acqua e spruzzando il terreno quando è asciutto.

Infine, dovrete essere pazienti perché i semi possono richiedere circa due settimane per germogliare.


4. Dare loro un riempimento

attraverso MOFGA.org

Una volta che i vostri semi sono germogliati, ve ne renderete conto perché vedrete piccoli germogli di vita uscire dal terreno.

Quindi bisogna avere pazienza e lasciare che le cipolle crescano. Sarà necessario continuare a spruzzare il terreno secondo le necessità.

Anche in questo caso, non volete inondare troppo, quindi controllate il vostro terreno ogni giorno. Quando si mette il dito nel terreno ed è asciutto, si capisce che è ora di bagnarlo di nuovo. Innaffiare troppo i semi giovani è una minaccia tanto grande quanto non innaffiare abbastanza.

Tuttavia, quando vedrete che le vostre cipolle hanno un germoglio alto circa 4 o 5 cm, saprete che è il momento di tagliarle. È possibile utilizzare le forbici da cucina per tagliare i germogli ad una dimensione più ragionevole.

Secondo la nostra esperienza, di solito lo riduciamo a circa 2 centimetri. Non si vuole tagliare la cipolla per terra, ma non si vuole nemmeno che sembri un troll con un’acconciatura folle.

Una volta tagliate le cipolle, dovrete continuare a nutrirle e curarle fino a quando non sarà il momento di piantarle.


5. 5. indurire e piantare

Prima di poter introdurre i vostri germogli di cipolla nel mondo freddo e crudele, dovrete prima indurli. Questo è un buon modo per acclimatarli alle temperature esterne e aiutarli ad avere più successo nella loro semina.

Così, quando le vostre piante saranno a 2-4 settimane dalla semina, vorrete iniziare a metterle all’esterno. Inizieranno mettendoli all’esterno per circa 20 minuti, poi si accumuleranno fino a due ore (o più)

.

A seconda di dove vivete, vorrete piantare le cipolle alla fine di aprile o a maggio. Quando il terreno si sarà scongelato e l’ultima brina sarà finita, dovreste essere pronti a partire. Quando piantate le cipolle, fate dei piccoli buchi per loro.

Pertanto, tra ogni sito di semina deve essere lasciato uno spazio di circa 15 cm. Quando fanno i buchi, fanno la stessa cosa che se avessero comprato dei “set” di cipolle. Metterete quattro di ogni germoglio di cipolla in un buco.

Poi si copre la radice delle cipolle e si mettono dei piccoli bastoncini di cipolla che spuntano dal terreno. Una volta piantate le cipolle, dovrete fare innaffiare le cipolle per dar loro un caldo benvenuto nella loro nuova casa.


6. Prenditi cura di loro

via Raccolto a tavola

Una volta che le cipolle sono nel terreno e crescono, ci sono alcune cose che dovrete fare per prendervi cura di loro. Dovrete assicurarvi che il terreno sia irrigato dove si trova. Ogni pianta ha bisogno di acqua. Questa è solo una sicura regola generale.

Ma la cosa più importante da fare è tenere sotto controllo le erbe intorno alle cipolle. La vostra cipolla cercherà di competere con le erbacce per i nutrienti e, purtroppo, ci rimetterà.

Quindi, se volete cipolle grosse e coltivate localmente, dovete tenere le erbacce fuori dal loro territorio. Basta fare attenzione a non disturbare il bulbo della cipolla quando si erbacce.

Quindi dovrete usare la mano per tirare delicatamente le erbacce intorno e tra le cipolle. Se lo fai, le tue cipolle cresceranno.


7. Raccolta e stoccaggio

Ok, quindi hai iniziato le tue cipolle dal seme. Sei passato attraverso il processo di germinazione, e sono germogliati. Vi siete presi cura di loro, avete indurito i germogli e li avete piantati con successo.

Ora siete riusciti a tenerli innaffiati, a tenere fuori le erbacce e avete fatto tutto il possibile per produrre un raccolto di cipolle sano.

Così è giunta l’ora della verità. E’ il momento di raccoglierli. Avete diverse parti della cipolla da raccogliere in momenti diversi, quindi dovrete prenderne nota.

Prima di tutto, si possono raccogliere i germogli verdi sulla cima della cipolla. Quando sono alte circa 15 cm, è il momento di usare le forbici da cucina e raccoglierle. Più grandi sono, più forte o robusto sarà il loro sapore.

Quindi, se volete una cipolla dal sapore dolce, è meglio raccoglierla ad un’altezza di 6 cm.

Poi, vorrete controllare il vostro calendario per vedere quando avete piantato le cipolle. Ci vogliono dai 100 ai 120 giorni perché le cipolle siano pronte per la raccolta. A questo punto vorrete vedere se avete avuto delle cipolle che vi sono “scivolate tra le crepe”. Abbiamo già discusso di come verranno piantate alcune cipolle.

Se lo trovate, dovrete tagliare la parte superiore della cipolla e toglierla da terra (delicatamente), in modo da poterla utilizzare immediatamente.

Infine, tra il centesimo e il centoventiesimo giorno, dovreste scegliere una mattinata fresca per raccogliere le cipolle. Potete rimuovere delicatamente le cipolle dal terreno, oppure potete estrarle delicatamente con i vostri attrezzi da giardinaggio se il terreno è più duro.

Allora è il momento di farsi gli affari propri. Dovrebbero essere collocati su una superficie piana con una buona circolazione dell’aria. Potete scegliere di lasciarli su un tavolo in un capannone o in un deposito che riceve molta aria. Vorrete lasciarli lì per circa tre settimane. Saprete che hanno finito di cuocere quando la buccia esterna della cipolla è croccante e il gambo è asciutto.

Da lì si vuole tagliare la parte superiore delle cipolle dove rimane solo un centimetro del gambo.

Poi conservarli in un cestino che garantisca una buona circolazione dell’aria. Le cipolle dovrebbero durare circa tre mesi. Non dimenticate di conservarli in un luogo più fresco. Se fa troppo caldo, la muffa potrebbe crescere e rovinare il raccolto e il duro lavoro.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *