Suggerimenti

Zanzara verde: [Caratteristiche, rilevamento, effetti e trattamento]

Cos’è la zanzara verde?

Con il nome scientifico Empoasca vitis , la zanzara verde è un flagello delle colture, soprattutto quelle della Vite, molto facile da riconoscere per il suo caratteristico colore verde e la forma allungata.

Sono insetti cicaline che appartengono agli emitteri della superfamiglia Membracoidea, comunemente noti come pappagalli verdi, cicaline e cicaline.

Si concentrano sulle foglie, sulle quali compaiono macchie biancastre o rossastre che minano tutto dai bordi fino a provocare necrosi in uno stadio avanzato della malattia.

Queste macchie, tra l’altro, nel caso degli alberi da frutto delle varietà di agrumi colpite, possono diffondersi alla buccia. Le ferite che questi insetti provocano alle piante sono la porta d’ingresso per altre malattie, perché lasciano il posto alla presenza di molti agenti patogeni come funghi e batteri.

Alla fine e se non si arresta l’avanzata dell’attacco, interi raccolti possono andare persi per complicazioni causate da infezioni generalizzate che minano i frutti e provocano anche notevoli perdite economiche.

Come possiamo identificarlo?

Sono insetti che rimangono in stato di letargo nella vegetazione spontanea, come conifere o altri alberi e arbusti vicino ai vigneti, ma quando arriva la primavera si attivano in cerca di cibo, non appena spuntano i primi germogli.

  1. Nel loro stato adulto, questi insetti sono facilmente identificabili perché hanno un colore verde chiaro molto vivido, con striature dorate.
  2. Sono lunghi circa 3-4 mm, con occhi   e ali viola .
  3. Si muovono saltando di foglia in foglia
  4. Anche le loro ninfe sono di colore verde chiaro, anche se appena nate sono bianche . Sono senza ali e sembrano adulti, solo più piccoli.
  5. Provocano danni alle foglie centrali della parte inferiore dell’albero invaso, dove fa ombra, perché l’insetto morde le nervature fogliari, con l’idea di cibarsi della linfa e questo provoca macchie facilmente rilevabili.
  6. Le uova vengono deposte nel tessuto delle vene delle foglie e dei piccioli, il che le rende difficili da vedere ad occhio nudo.

Quali piante colpisce la zanzara verde?

Questi insetti appaiono molto attivi in ​​primavera, invadendo la parte inferiore delle foglie. 

Sia le larve che gli adulti agiscono con la stessa ferocia, anche se questi ultimi mangeranno molto più tessuto vegetale, danneggiando i nervi delle foglie. 

Le zanzare sono fanatiche delle piante verdi regolari dell’uva uva bianca e nera . Nel primo, rimangono macchie giallastre dopo il morso generalizzato sulla foglia. E sull’uva nera , a livello delle vene, sono dipinte macchie rosate a forma di mosaico.

Successivamente si verifica una sorta di tripla colorazione, perché la parte superiore della pianta rimarrà verde, ma i bordi assumeranno un colore bruno-rosato e le macchie a mosaico tra le vene sono rossastre, sebbene le macchie rimangano sull’uva bianca .giallastro.

Quando l’attacco è massiccio e diventano un parassita, finiranno per uccidere la pianta. Per prima cosa vengono essiccate le foglie, facendo cadere quelle poste alla base degli steli.

Succede anche che i margini delle foglie si pieghino verso il basso, motivo per cui questo sintomo viene confuso con l’arricciatura fogliare per mancanza di nutrienti, quando in realtà è una conseguenza del danno causato da questo insetto, che tra l’altro è molto più dannoso allo stadio giovanile, poiché ha il vigore di attaccare più volte la stessa foglia.

Allo stesso modo, attaccano con la stessa determinazione distruttiva piante di cotone e belladonna come pomodori , melanzane , patate e agrumi , nonché alberi da frutta a nocciolo come pesche e albicocche, nonché meli , prugne e more, tra gli altri. Questo parassita ha una presenza attiva in Europa, Asia e nella parte settentrionale dell’Africa.

Come combattere la zanzara verde?

Gli specialisti sottolineano che ci sono due momenti migliori per sterminare questo parassita: quando le ninfe crescono e quando gli adulti depongono le uova.

Si consiglia una potatura speciale, volta a preservare la sana superficie fogliare, pulendo con precisione le zone danneggiate dall’azione dell’insetto, avendo cura che non cadano a terra perché possono diffondere l’infestazione.

Un’altra pratica ecologica molto efficace consiste nel posizionamento di trappole cromatiche o cromotropiche, supportate da teli di plastica gialla spalmati di colla (con effetti tossici per i topi) che devono essere posti all’altezza dei grappoli, nel caso delle piante di Vite. .

I vassoi vengono utilizzati anche con un liquido paralizzante che annega gli insetti che cadono attratti dal colore giallo. Diversi modelli sono disponibili presso negozi di giardinaggio e vivai di fiducia a prezzi solidali.

Naturalmente, il pieno controllo deve essere esercitato anche sulle malerbe o infestanti , al fine di prevenire la proliferazione di parassiti di ogni genere, e comunque applicare un insetticida sistemico in grado di interrompere il processo di alimentazione dell’insetto, che si ottiene quando cerca di succhiare la linfa dalla foglia.

Quali sono i migliori prodotti per eliminare la zanzara verde?

Prima di tutto, dovrebbero essere considerati i metodi ecologici di contenimento ed eliminazione del parassita.

Sono insetti predatori altamente efficienti di zanzare verdi, come marbits, vespe e crisalidi.

Insieme a questa azione, è conveniente spruzzare sulla pagina inferiore delle foglie una soluzione saponosa, in modo da neutralizzare le uova e prevenire così la moltiplicazione degli insetti. 

La soluzione di sapone viene preparata come segue:

In un litro d’acqua vanno aggiunti circa 2 cucchiai di sapone neutro +2 cucchiai di alcool a 90°. A questa soluzione viene aggiunto del tabacco ricavato da mozziconi macerati, lasciato riposare e poi spruzzato sulle foglie.

Un’altra buona ricetta biologica è quella di marinare le ortiche per circa 24 ore e poi fare delle applicazioni sulle foglie malate. Sebbene sarà sempre meglio applicare metodi ecologici di controllo dei parassiti, sono insetticidi efficaci con i seguenti componenti: Metil-azinfos, Metil-paration e Metidation.

E va dimenticato che tutti questi trattamenti sono efficaci purché applicati più volte all’anno, in modo religioso. Se l’invasione è molto grande, sarà necessario applicare un prodotto insetticida commerciale a lunga durata d’azione.

Il marchio Mospilan (Acetamiprid 20%) di Certis offre ottimi risultati per combattere le zanzare verdi che sono arrivate a danneggiare le colture di pesche, albicocche, ciliegie e nettarine. Questo insetticida colpisce il sistema nervoso del parassita, provocandone anche la morte.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.