Suggerimenti

Vantaggi dell’utilizzo di motozappe nel tuo frutteto o giardino

La preparazione del terreno è uno dei compiti principali prima di piantare qualsiasi coltura, sia essa orticola, arbustiva o arborea. L’inizio dello sviluppo richiede un terreno sciolto per consentire un buon sviluppo delle radici in formazione, senza la presenza di ostacoli o agglomerati.

Su piccola scala è qui che emergono le motozappe, uno strumento indispensabile quando, a causa della superficie del nostro terreno, non possiamo scegliere di lavorarlo manualmente con una zappa, tanto meno utilizzare un grosso trattore.

Uno strumento meccanico che generalmente funziona con il carburante per svolgere attività di lavorazione del terreno o aratura è noto come motoazade o motocultor.

Tuttavia, all’interno di questo settore, troviamo molti tipi e marche, e ci sono notevoli differenze tra le motozappe, soprattutto a seconda della superficie da lavorare o della durezza del terreno.

Cosa cerchiamo in una motozappa?

Di fronte al vasto mondo delle tipologie di motozappe, accessori e attrezzi che possiamo trovare sul mercato, l’ideale per il nostro frutteto è ricercare semplicità, facilità di mobilità e risultati.

A livello di frutteto, una motozappa leggera (tra 25 e 35 kg) e una buona manovrabilità è l’ideale, poiché occupano poco spazio per riporle e facilitano gli spostamenti, soprattutto quando ariamo superfici con alberi, ostacoli e sentieri.

In questo settore, le motozappe Honda sono quelle che offrono i migliori risultati per questo campo di frutteto. La larghezza di lavoro offerta da questo tipo di macchine è variabile, anche se per un giardino di medie dimensioni sarà sufficiente una misura di 50 cm.

I modelli più piccoli, con una larghezza di lavoro di 30 cm, sono progettati per piccoli frutteti o con corsie molto strette a causa dell’elevata densità di impianto.

In breve, le opzioni e le caratteristiche che cerchiamo in un motocoltivatore o motozappa per il nostro frutteto sono le seguenti:

  • Maneggevolezza e buona manovrabilità.
  • Peso contenuto e facile da trasportare.
  • Dimensioni ridotte per la conservazione e la conservazione.
  • Larghezza di lavoro tra 30 e 50 cm.

I vantaggi dell’aratura del terreno

È in crescita la tendenza a difendere la conservazione del suolo con la tecnica del “ no till” (no aratura), evitando di intaccare la microfauna e le specie di microrganismi che lo abitano.

Tuttavia, ci sono molte ragioni scientificamente provate per cui è necessario arare il terreno, sia con mezzi meccanici che con l’uso di attrezzi come la motozappa.

Favorisce il drenaggio nel terreno incrostato

In situazioni di scarso drenaggio, sia per incrostazione del terreno in quelle a tessitura argillosa, sia per forti piogge, è necessario effettuare un lavoro di sterro nei primi centimetri, e lo si può fare facilmente con motozappe.

Con questo apriamo canali di evacuazione delle acque e facilitiamo l’ossigenazione del suolo, evitando la proliferazione di microrganismi che vivono in ambienti con mancanza di aria (batteri anaerobici).

Il corretto rapporto tra aria e acqua nella pianta permette un corretto sviluppo dei microrganismi nel terreno e migliora la capacità radicante e la salute delle piante delle radici.

Distribuzione della materia organica

Conosciamo molto bene i vantaggi di avere un terreno con una buona quantità di sostanza organica, essendo raccomandato dalla FAO di superare il 2% di contenuto.

Tuttavia, quando lo applichiamo sulla superficie, non viene utilizzato completamente perché non ha accesso agli strati più profondi del terreno. Pertanto, l’uso di motozappe o motozappe può facilitare la distribuzione e la distribuzione di compost o letame su tutte le sue superfici.

Ciò garantisce un miglioramento delle proprietà del suolo di trattenere e mobilitare i nutrienti, proteggerli dal loro degrado, conservare l’umidità e la temperatura e aumentare la fauna benefica del suolo.

Distribuzione dei nutrienti

Quando eseguiamo un’applicazione a spaglio di fertilizzanti, soprattutto in colture pluviali, cereali o come applicazione aggiuntiva rispetto alla fertirrigazione, abbiamo bisogno di una corretta distribuzione su tutto il terreno.

Per questo motivo l’applicazione di fertilizzanti solidi e poi l’esecuzione dei lavori di aratura con la motozappa consente una distribuzione omogenea del fertilizzante e il suo contatto con l’intera superficie radicolare della coltura. In questo modo otterremo un aumento della produzione agricola.

Ogni quanto arare il nostro giardino?

Non esiste una data consigliata fissa, poiché dipende da come stiamo sfruttando il nostro giardino o frutteto.

In generale si consiglia di effettuare un’aratura almeno una volta ogni 2 anni, anche se la frequenza sarà ridotta se si effettuano coltivazioni intensive (minimo 2 rotazioni all’anno) o il nostro terreno ha una tessitura molto argillosa e accumula molto umidità.

Si consiglia inoltre di effettuare un passaggio con le motozappa quando si applica al terreno fertilizzanti solidi o sostanza organica, per facilitarne la distribuzione.

Il momento migliore per arare

Una delle maggiori critiche che riceve l’aratro è quando viene fatto su terreno asciutto, poiché tende a rompere gli aggregati e facilitarne l’erosione. Pertanto, si consiglia di eseguire questa operazione con la motozappa quando il terreno è caldo.

Tempero è una situazione di umidità ideale per piantare o sviluppare qualsiasi coltura, dove c’è acqua disponibile per le piante ma senza che il terreno sia eccessivamente umido o impregnato d’acqua.

In queste condizioni, il terreno attutisce l’effetto di disgregazione delle particelle della lavorazione del terreno e consente di potenziare gli effetti positivi di questo compito.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.