Suggerimenti

L’albero di Jacaranda: [Caratteristiche, semina, cura, irrigazione e substrato]

La prima volta che qualcuno vede un albero di jacaranda ( Jacaranda mimosifolia ), potrebbe pensare di aver visto qualcosa di una fiaba.

Questo delizioso albero di solito si estende per la larghezza di un cortile ed è ricoperto da splendidi fiori viola lavanda ogni primavera.

Continua a leggere per imparare a coltivare un albero di jacaranda se hai l’ambiente giusto. La coltivazione degli alberi di jacaranda dipende principalmente dall’ambiente adatto, poiché sono alberi rigorosamente meridionali.

I giardinieri che vivono più a nord, spesso riescono a coltivare jacaranda come impianto di interni di grandi dimensioni e sono noti per essere esemplari spettacolari di bonsai.

Caratteristiche dell’albero di Jacaranda

Nome botanico: Jacaranda Mimosifoila.
Nome comune: Jacaranda, Jacaranda blu, albero della tromba.
Tipo di lama: Scade .
Taglia per adulti: Tra gli 8 e i 20 metri di altezza.
Esposizione solare: Pieno sole.
Tipo di terreno:  pH tra 6.0 e 6.8
Tempo di fioritura: Primavera ed estate .
Colore del fiore: Viola e bianco .
Zona natale: Argentina e Bolivia.
Uso abituale: Ornamentale .

La jacaranda mimosifolia è un albero subtropicale originario del Sud America centro-meridionale che è stato ampiamente piantato altrove per i suoi fiori attraenti e resistenti di colore viola e bianco.

È anche conosciuto come jacaranda, jacaranda blu, poui nero o albero di felce.

Le fonti più antiche la chiamano Jacaranda acutifolia , ma oggi è solitamente classificata come Jacaranda mimosifolia .

Nell’uso scientifico, il nome “jacaranda” si riferisce al genere jacaranda, che ha molti altri membri, ma nell’uso orticolo e quotidiano, si riferisce quasi sempre al jacaranda blu.

Il legno è di colore da grigio chiaro a biancastro, a grana diritta, relativamente liscio e senza nodi. Si asciuga senza difficoltà e viene solitamente utilizzato allo stato verde o bagnato per girare e intagliare ciotole.

Dove piantare il mio albero di Jacaranda?

La jacaranda ha bisogno di molta luce.

Per una migliore fioritura, pianta la tua jacaranda in pieno sole. Se necessario, i piccoli alberi possono vivere all’ombra.

Come prepariamo il terreno per la coltivazione della Jacaranda?

L’albero cresce meglio in terreni ben drenati, moderatamente sabbiosi con un pH leggermente acido. Tollera argilla, terriccio e sabbia, ma non dovrebbe essere piantato in terreno umido.

Assicurati che il terreno dreni correttamente, altrimenti potrebbe svilupparsi il marciume radicale del fungo.

Come innaffiamo la Jacaranda?

Come regola generale, innaffia il tuo albero di jacaranda quando i primi tre pollici di terreno si sono asciugati.

Questi alberi necessitano di un’umidità costante durante tutto l’anno e spesso richiedono annaffiature aggiuntive durante i periodi caldi.

Come di consueto in Sembrar100, consigliamo come sistema l’ irrigazione a goccia , poiché permette di mantenere alti i livelli di umidità, e allo stesso tempo evita che le radici si accartocciano; che porta a malattie e funghi.

Quali livelli di temperatura e umidità sono ideali per Jacaranda?

Alcuni alberi di jacaranda possono tollerare il freddo occasionale (fino a -6º C), ma in generale questa specie non prospera in climi con gelate frequenti.

Amano molto il sole e l’umidità, ma sono vulnerabili alle scottature del tronco in zone con temperature elevate. Bisogna pensare che questa specie è originaria della Bolivia e dell’Argentina, dove le temperature molto rigide non predominano se non in pochi luoghi.

Il fertilizzante che possiamo usare

Puoi concimare una jacaranda annualmente con un composto arboreo compatibile, ma fai attenzione a non dargli troppo azoto , che può impedire all’albero di fiorire.

Se l’erba è cresciuta intorno all’albero e la spazzoli , è probabile che l’albero stia già ricevendo molto azoto.

Semina la Jacaranda passo dopo passo

  1. Scegli bene il posto dove mettere il tuo albero. Un’informazione sull’albero di jacaranda che molti vivai e cataloghi non condividono è che quando i fiori cadono, coprono il terreno con uno spesso strato e devono essere rastrellati prima che si decompongano in limo. Un pomeriggio con un rastrello sarà sufficiente, ma è per questo che molti alberi di jacaranda vengono piantati come alberi da strada, permettendo alla maggior parte dei fiori spesi di cadere per strada piuttosto che in giardino.
  2. Pianta l’albero in un’area aperta con terreno sabbioso e pieno sole.
  3. Mantieni il terreno profondamente umido immergendolo con un tubo per mezz’ora, ma lasciandolo asciugare tra un’annaffiatura e l’altra.
  4. Prendersi cura di un albero di jacaranda include quasi sempre la potatura.
  5. Per darti la forma migliore per mostrare i tuoi fiori, i rami più piccoli dovrebbero essere tagliati all’inizio della primavera.
  6. Taglia i polloni che crescono verticalmente e mantieni un tronco principale con alcuni rami principali che escono dal centro.
  7. Mantieni i rami in eccesso tagliati per evitare che il peso dell’albero spacchi il tronco.

Trapiantare il nostro albero di Jacaranda

  • E se avessimo la nostra Jacaranda in un vaso?
  • Come li trapiantiamo?
  • Quando dovremmo farlo?

Bene. Dobbiamo prestare attenzione al terreno in cui prevediamo di trapiantare e anche alle sue esigenze di luce solare, come abbiamo indicato.

Gli alberi di Jacaranda si adattano molto bene a quasi tutto, poiché possono crescere in un’ampia varietà di terreni; prediligono però soprattutto terreni sabbiosi e leggermente acidi come sopra indicato.

Gli alberi di Jacaranda tollerano la siccità, ma non prosperano in terreni umidi e paludosi, quindi il terreno deve drenare rapidamente.

Né dovrebbero essere coltivate nelle zone costiere, poiché le loro foglie soffrono la rugiada salina del mare.

Gli alberi di jacaranda blu possono essere trapiantati in inverno , dopo che hanno perso le foglie, ma prima che inizino a germogliare all’inizio della primavera .

Potatura e cura della Jacaranda

Gli alberi di jacaranda dovrebbero essere potati per formare un unico tronco centrale che funge da base stabile.

Una potatura eccessiva degli alberi di jacaranda può favorire la comparsa di polloni verticali che deformano l’albero.

La potatura dovrebbe essere effettuata a fine inverno, dopo che l’albero ha perso le foglie. Elimina solo il 25% della crescita dell’albero, compresi tutti i rami rotti e malati, poiché una quantità maggiore di questo potrebbe causare scottature.

Attenzione: gli alberi di Jacaranda dovrebbero essere piantati anche lontano da piscine, parcheggi, campi da gioco e cortili, poiché i loro fiori e foglie possono creare molti rifiuti, che possono marcire in rifiuti viscidi e maleodoranti.

Parassiti e malattie che attaccano gli alberi di Jacaranda

A quali parassiti e malattie dovremmo fare attenzione se vogliamo che i nostri alberi di Jacaranda crescano sani e vigorosi?

Jacaranda, come abbiamo detto, è abbastanza resistente a quasi tutto e si adatta molto bene. Il che rende questo albero ornamentale una buona scelta per molti giardini e frutteti.

Tuttavia, non è privo di pericoli. Possono essere colpiti dagli afidi , soprattutto nei nuovi germogli, rami e fiori che si presentano come polloni: da qui l’importanza della potatura.

In caso di comparsa di afidi, utilizzare olio di neem o sapone di potassio .

Infine e come sempre, annaffiature eccessive e ristagni d’acqua possono causare la comparsa di funghi, soprattutto nelle radici.

Nel caso in cui compaiano, spruzzare con una lozione fungicida fatta in casa può essere l’ideale per frenare la malattia.

 

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *