Suggerimenti

Quando concimare frutta, verdura e piante ornamentali

Sapere quando concimare il proprio giardino è sia un’arte che una scienza. A volte basta guardare le foglie dei pomodori che ingialliscono e pensare che hanno bisogno di azoto. Altre volte, può essere una questione di tenere traccia dell’ultima volta che hai fecondato.

In questo articolo vi aiuterò a trovare il giusto equilibrio tra arte e scienza. Non esiste una categoria “taglia unica per tutti”. Quando si prendono decisioni sulla fecondazione, queste si baseranno sulle circostanze del vostro giardino.

Potreste voler considerare quanta pioggia avete ricevuto o se il tempo è stato insolitamente caldo. Potreste voler considerare che lo scorso inverno avete aggiunto farina d’ossa alla parte dell’orto dove ora coltivate pomodori. Questa farina d’ossa fornirà alle vostre piante il calcio, una sostanza nutritiva di cui il pomodoro ha bisogno.

La cosa più importante da sapere è che ognuno ha il terreno da giardino in diversi stadi di fertilità. Anche se il vostro obiettivo generale è quello di avere una nutrizione costante per le vostre piante, discuteremo il momento giusto per aggiungere fertilizzanti come emulsione di pesce, alghe, 10-10-10 fertilizzante o qualsiasi altra forma di nutrimento che preferite dare alle vostre piante.

In realtà, il fertilizzante non è tecnicamente un alimento. Fornisce alle piante gli elementi di cui hanno bisogno per produrre cibo attraverso la fotosintesi. Ma l’effetto è lo stesso.

Anche se ogni pianta ha esigenze diverse, ci sono alcune regole da seguire e alcune cose importanti da tenere a mente nel determinare quando concimare. Quindi tuffiamoci.


Perché la fertilizzazione è importante

La fertilizzazione delle piante è una parte essenziale del processo di giardinaggio. In un recente studio della National Gardening Association, hanno scoperto che molti giardinieri, ben il 65%, non fertilizzano i loro giardini durante la stagione di crescita.

E’ incredibile. Pensatela così: e se vi avessi dato un buon pasto quando eravate piccoli e vi aspettavate che quel buon pasto durasse tutta la vita? Immagino che con l’avanzare dell’età avrai fame. Le vostre piante non sono molto diverse. Hanno bisogno di nutrienti continui per funzionare. Dobbiamo essere collegati in modo da sapere quando hanno bisogno di cibo.

Il tempo e il denaro spesi per l’acquisto o la produzione di una fonte di cibo per piante ne varrà la pena a lungo termine. Le vostre piante vi ricompenseranno producendo frutti, steli e foglie più grandi.


La scienza dei tempi di fecondazione

Ci sono molte fasi della vita di una pianta in cui ha bisogno di un piccolo aiuto extra. Parte della chiave è la coerenza. Vogliamo che le nostre piante crescano a un ritmo costante in modo che siano sane e forti, quindi dobbiamo assicurarci di fornire loro le sostanze nutritive giuste al momento giusto.

La regola generale è quella di nutrire le piante, sia sul prato, sia nell’orto o nel giardino ornamentale, all’inizio della primavera per dare alle piante una spinta per la prossima stagione di crescita. Da quel momento in poi, i requisiti variano a seconda dell’impianto.


Piante legnose e ornamentali

Le piante legnose, come gli arbusti e gli alberi, e gli ornamentali hanno bisogno di fertilizzante quando escono dalla loro dormienza in primavera. Alcuni impianti non avranno bisogno di ulteriori applicazioni, mentre altri sì. Tuttavia, interrompere la fertilizzazione dopo la prima gelata alla fine della stagione di crescita.


Ortaggi e frutta

Piante come pomodori, zucche e meloni fanno molto lavoro per produrre frutta. Naturalmente, lo scopo della pianta è quello di fare una buona casa per i semi e di riprodursi.

Le verdure hanno bisogno di una prima applicazione in primavera di un fertilizzante a lento rilascio che continui ad alimentarle per tutta la stagione. Oppure, se preferite, potete vestire le piante affamate con concime o fertilizzante in primavera quando le piantate e poi ogni pochi mesi dopo.

Alcuni ortaggi come brassica, cipolle, meloni e pomodori sono noti come “mangiatori pesanti”. Queste piante possono utilizzare una o due volte all’anno una o due volte all’anno una dose extra di fertilizzante ad azione rapida. I mangiatori leggeri come i fagioli e i piselli hanno bisogno solo di un po’ di cibo mentre li piantate.

La produzione di fiori, e quindi di frutta, è un momento in cui la pianta cresce rapidamente e ha bisogno di nutrienti supplementari. Do fertilizzante extra quando le piante fioriscono. Questo li aiuta a prepararsi a produrre frutta sana.

Anche le verdure come il cavolo, la lattuga e le bietole hanno bisogno di un trattamento speciale. Queste piante crescono rapidamente e, a seconda delle condizioni del loro terreno, possono necessitare di un ulteriore rafforzamento. Mi piace aggiungere un’emulsione di pesce ogni poche settimane al sistema a goccia quando innaffio le mie verdure.

Questo permette loro di avere cibo e acqua per le piante allo stesso tempo. Questi due elementi sono importanti per la loro rapida crescita, ma senza sviluppare un sapore amaro.


Alberi da frutta

Gli alberi da frutta devono essere nutriti all’inizio della primavera, quando le gemme scoppiano, e poi ogni mese fino a luglio circa. La fertilizzazione dovrebbe essere interrotta in questo momento, in modo che l’albero possa concentrare la sua energia sulla produzione di frutti e non di foglie o rami.


Semina

Come giardinieri, sappiamo quanto sia importante per i nostri “figli” partire bene. Man mano che crescono, le piantine avranno bisogno di nutrienti. È una buona idea dare alle vostre piantine una bevanda nutritiva per piante a media resistenza quando sono nel terreno o in vaso.

Sono anche un grande sostenitore del dare alle piantine una dose di emulsione di pesce quando le trapianto in giardino. Il trapianto è difficile per le vostre piantine e volete aiutarle ad insediarsi e a crescere.


Sottolinea che una pianta deve essere concimata :

  • Crescere con gambe o colonna vertebrale sottili
  • Crescita lenta e stentata
  • Foglie gialle, che possono indicare che la pianta ha bisogno di azoto
  • Una foglia verde pallido con venature verde scuro, segno di clorosi, una carenza di potassio
  • Foglie spente con il viola alla base, segno che le piante mancano di fosforo
  • Produrre fiori o frutti troppo presto


Ora del giorno

In generale, è meglio fertilizzare al mattino quando fa più freddo e c’è meno vento. Il sole e il calore estremo combinato con il fertilizzante possono bruciare le piante. Troppo vento può causare l’evaporazione del fertilizzante liquido o la dispersione dei granuli.


Scelta del fertilizzante

Mi piace usare fertilizzanti organici perché voglio che le mie piante rimangano naturali. I fertilizzanti organici non contengono sostanze chimiche che possano danneggiare l’ambiente, il vostro corpo o i microrganismi presenti nel vostro terreno.

Se volete rimanere organici, cercate l’etichetta OMRI quando scegliete un fertilizzante. L’OMRI è l’Istituto per la revisione dei materiali organici che suddivide e rivede i prodotti per garantire che siano conformi agli standard biologici.

Potreste pensare di non voler comprare il fertilizzante. Se è così, si può fare il tè al compostaggio fatto in casa. Il tè al compost è un’ottima scelta per le vostre piante perché contiene molte sostanze nutritive. Questi nutrienti variano a seconda del contenuto del vostro compost. Per esempio, il mio compost contiene letame di cavallo che equivale al 2,3% di azoto.

Preferisco i fertilizzanti che si mescolano con l’acqua. Vengono spruzzati sulla pianta o aggiunti all’acqua e versati o passati attraverso un sistema di irrigazione a goccia. Preferisco l’emulsione di pesce perché ho avuto buoni risultati usandola nel mio giardino. È anche economico e facile da trovare.


Programmi speciali per l’applicazione di fertilizzanti

Al di là del momento tradizionale, ci possono essere casi specifici in cui è necessario fertilizzare le piante.


Danni causati da insetti o malattie

Purtroppo, non importa quanto duramente cerchiamo di conservare le nostre piante, esse soccombono alle malattie o ai parassiti degli insetti. Quando ciò accade, è importante aiutarli a combattere. La nostra prima linea di difesa è quella di trattare le piante con un insetticida o un fungicida per aiutare a prevenire il problema.

Possiamo continuare a sostenere le nostre piante e aiutarle a recuperare applicando dei fertilizzanti, come quando si prende un raffreddore e si beve un integratore di succo d’arancia perché contiene vitamina “C”.


Letti rialzati e container

Sappiamo tutti che le piante in letti rialzati e contenitori spesso
hanno bisogno di un irrigatore in piu’. I letti hanno una superficie più ampia esposta all’aria e alla luce del sole, che consente la fuoriuscita dell’umidità.

Ma sapevate che questo può portare anche a perdite di nutrienti? Inoltre, le radici hanno una superficie più piccola per raccogliere i nutrienti. Possono essere confinati e assumere la forma di un contenitore.

I letti rialzati e i contenitori spesso usano una miscela senza terra o terriccio perché è più leggera. Queste miscele non hanno le sostanze nutritive necessarie per sostenere le piante. Guardate questi letti e cercate le piante che appaiono stressate o che hanno foglie gialle. Potrebbero aver bisogno di una spinta in più.


Nutrienti individuali

Alcune piante non solo hanno bisogno di un’alimentazione regolare, ma possono anche aver bisogno di un aiuto supplementare con nutrienti specifici. Cavolo, mais e pomodori hanno bisogno di molto azoto durante la stagione della crescita. Conoscere le esigenze delle singole piante.


Condizioni meteo

Il tempo può influenzare il vostro programma di fecondazione. Una primavera precoce può significare che è necessario fertilizzare prima. Troppa pioggia può lavare via il fertilizzante a lento rilascio. Il calore estremo può stressare le piante e ridurne la crescita, il che significa che potreste voler smettere di usare il fertilizzante per un po’.


Trova l’ora

A volte è difficile trovare il tempo di fare tutto il lavoro di giardinaggio. Ma prendere l’abitudine di fare una passeggiata veloce in giardino farà una grande differenza.

Ho dato questo suggerimento agli amici della scuola a casa quando mi hanno chiesto quando avrei dovuto fertilizzare. Ora ne fanno un’attività familiare la sera. Una passeggiata in giardino può aiutarvi a trovare e identificare eventuali problemi e aiutarvi a ricordare quando è il momento di rimuovere il fertilizzante. Attenzione alle piante che sembrano essere cadute o che presentano segni di carenza. Le piante che fioriscono o crescono rapidamente possono avere bisogno di essere fertilizzate.

Sapere quando fertilizzare non dovrebbe essere confuso. Si tratta di conoscere le esigenze delle vostre piante, e magari di darvi un promemoria sul vostro calendario. Soprattutto, aiuta a sapere a cosa fare attenzione nel proprio giardino. t

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *