Suggerimenti

Semina azalee nel tuo giardino: [Guida completa e risposte]

 L’azalea è una pianta meravigliosa. Molto tipico da vedere nei giardini giapponesi, da dove proviene.

Si combina con molti altri fiori graziosi o selvatici e può vivere anche per molti anni.

Può essere considerata invece una pianta ornamentale e funziona anche come pianta da appartamento .

C’è qualcosa di sbagliato? Sì, è un po’ delicato. 

Tuttavia, con questa guida saprai tutto ciò di cui hai bisogno quando si tratta di piantare e coltivare le tue azalee per il tuo giardino o frutteto .

Punti importanti quando si seminano le azalee
  • Quando seminare? Preferibilmente all’inizio della primavera .
  • Dove?  Luoghi all’aria aperta, con mezz’ombra e buona umidità sono i luoghi ideali per vivere. E nei vasi bisogna occuparsi anche dell’umidità del substrato .
  • Temperatura ottimale?  Tra 14ºC e 20ºC.
  • Tipo di terreno?   I terreni non alcalini e ben drenanti sono l’ideale. Il PH varia da 5,5-6.
  • Come innaffiamo?  Ha bisogno di umidità permanente, quindi si consiglia di utilizzare acqua non calcarea in modo permanente o ti ammalerai.
  • Quanto spesso annaffiamo?  Bisogna essere generosi, soprattutto d’ estate . Acqua ogni giorno ad alte temperature. Resto dell’anno, in caso di assenza di pioggia, una volta alla settimana se viene mantenuta l’umidità dell’ambiente.
  • Piaghe e malattie?  Acari, funghi di vario genere, tripidi , mosca bianca, formica rossa ; vermi . 

Quando piantare le azalee?

 le azalee,  I fiori di straordinaria bellezza sono originari del Giappone . I mesi di splendore per la semina si trovano tra marzo e maggio, tempo della bella stagione primaverile. 

Nel periodo autunno-inverno l’ azalea , sebbene fiorisca abbondantemente, va protetta in casa , al riparo da fonti di calore e luce diretta.

Si può anche seminare all’inizio dell’autunno , ma il dettaglio è che non si vedrà attivo  nel suo periodo di fioritura più produttivo: l’ inverno .

I semi di azalea germinano in circa un mese, su un sottile strato di sfagno setacciato su una miscela di terreno acido . ha bisogno di un temperatura ottimale di crescita tra 8 e 16°C. 

Dove piantare le azalee?

Le azalee possono crescere in vasi molto ben preparati per mantenere sempre l’umidità della terra o un giardino dove ricevono luce solare indiretta, poiché hanno bisogno di spazi in penombra  o altrimenti le sue foglie si bruciano.

Ed è che in condizioni naturali, le azalee crescono nella parte alta e umida delle montagne , dove vegetano in zone vicine al corso di fiumi o sorgenti , sempre alla ricerca di posizioni ombrose.

Lo sapevate…
Nel suo habitat naturale risiede ad altitudini superiori anche ai 4.000 metri nelle montagne asiatiche (Nepal, Giappone, Cina, Vietnam e Corea del Nord).

Come prepariamo il terreno per la coltivazione delle azalee?

Non è facile mantenere sano questo fiore. In realtà è molto delicato.

Ma uno di  la chiave sta nel preparare un buon substrato  quando si seminano le azalee.

La prima cosa da sapere è che hanno bisogno di un substrato acido per evitare che le foglie ingialliscano e la pianta muoia .

Quindi è necessario richiedere al nostro vivaio o giardinaggio di fiducia il substrato specifico per le azalee . Oppure compra un correttore per il bruciore di stomaco.

Se continuiamo a vivere le azalee in vaso in questo ambiente richiedono una miscela di substrati morbidi e ben ventilati, dove i composti di torba, perlite, aghi di pino macinato e brughiera   sono distribuiti in parti uguali.

Perché?  Le azalee sono molto sensibili alla presenza di calcio e magnesio a terra e la loro reazione è immediata: i loro fogli girano giallo , brutto, cadere e poi le matrici vegetali.

Quando le piante sono tenute all’aperto, è consigliabile scegliere concimi fisiologicamente acidi come urea e solfati, che vanno forniti nel periodo che va dalla primavera all’autunno (aprile-settembre).

Come innaffiamo le azalee?

 Le azalee hanno bisogno di molta acqua non calcarea. Pertanto, il substrato deve essere sempre umido, che non è la stessa cosa di impregnato d’acqua o fradicio.

Se li coltiviamo in vaso , il sottovaso deve contenere sempre acqua e questo si ottiene facendone uno strato di ghiaia ben inumidito.

Le foglie vanno irrorate con una certa frequenza , con un prodotto a base di Tiofanato Metil che prevenga l’ ingiallimento delle foglie , prodotto dall’effetto del calcare nell’acqua.

Come piantiamo le azalee passo dopo passo?

Le azalee, seppur sempre delicate nel loro mantenimento , sono piante resistenti che possono crescere in molte parti del mondo.

Quando si pianta un’azalea, la scelta deve essere la migliore, adattata allo spazio disponibile che dovremo prenderci cura di essa.

Ci sono due varietà principali:  le azalee autoctone,  che sono quelli che crescono tra i cespugli e non necessitano di ulteriori cure.  E le azalee asiatiche, che richiedono più attenzione e crescono sotto forma di cespugli.

Le azalee asiatiche, a loro volta, hanno due varietà ampiamente conosciute.

Questi sono: ibridi Kurume , di colore rosso intenso e crescita massima di circa 3 piedi. E gli ibridi del sud dell’India : dai colori rosa magenta o bianchi, crescono molto alti e raggiungono le dimensioni di una porta o di una finestra . Sono molto resistenti ma vanno potati regolarmente.

Qui in 7 passaggi

Nelle seguenti raccomandazioni possiamo seguire passo dopo passo le condizioni ideali per piantare e curare le azalee:

  1. Terreno ben drenante: le azalee richiedono terreni ben drenanti. Un buon trucco è scavare una buca nel tuo giardino durante la stagione delle piogge. Se l’acqua rimane stagnante, significa che il terreno richiederà un trattamento speciale, aggiungendo compost o altra sostanza organica per   allentare il terreno, perché è sicuramente molto argilloso.
  2. Un’altra opzione è quella di piantare l’azalea in un vaso, dove il drenaggio è meglio controllato.
  3. Controllare il livello di acidità del terreno : il livello ottimale di pH del terreno ideale per un’azalea è 5,5-6. Se il terreno è molto alcalino, risolvilo con un po’ di zolfo per bilanciarlo prima di piantare l’azalea.
  4. Scava una buca e pianta l’azalea: con l’aiuto di una pala, scava la buca abbastanza profonda da seppellire bene le radici della pianta. Raccogli il terreno intorno alla pianta, assicurandoti che il cappellano della pianta faccia capolino dal livello del suolo. Prima di seminarlo, è sempre molto comodo inumidire la pianta, annaffiandola con un tubo in modalità spray.
  5. Metodo di irrigazione: L’irrigazione post-semina va fatta lentamente, ripetendo l’operazione il giorno dopo. Almeno una volta è la frequenza settimanale di innaffiare le piante di azalea se non sono direttamente esposte al sole. Come abbiamo già detto, l’umidità al loro interno deve essere sempre mantenuta.
  6. Pacciama il terreno intorno alle piante – questo viene fatto con corteccia e aghi di pino, segatura o trucioli di legno tra le piante. È fatto per mantenere un’umidità e una temperatura uniformi.
  7. Fertilizzare l’azalea: quando il terreno è molto acido e ricco, non è necessario aggiungere sostanze nutritive. Ma se lo fai, applicarlo in primavera è l’ideale. Puoi usare un fertilizzante acido come la farina di semi di cotone.

Quali associazioni favorevoli ha?

Essendo l’azalea un fiore che acquista il suo massimo splendore in primavera , tra marzo e aprile, possiamo abbinare molti fiori di stagione in giardino a questo splendido fiore, anche se necessita di molto spazio ed è preferibile individuare varietà di colori diversi per assemblare abbinamenti favolosi.

I suoi colori possono essere bianco, rosa, lilla, rosso o combinazioni di varie tonalità.

Gelsomino, peonie , fiori d’arancio , salvia rossa .

Parassiti e malattie dell’azalea

Socarrina o Septoriosi

Fiori e foglie con macchie marroni o marroni: la temperatura ambiente sicura è molto alta e c’è poca umidità nell’aria. L’ambiente deve essere aerato e spruzzato. Se possibile, sposta la pianta all’aperto nel pomeriggio.

Questa malattia è conosciuta con il nome di Socarrina o Septoriosi . Un fungicida dovrebbe essere applicato se l’attacco è stato massiccio e forte.

Phytopthora Cactorum

Foglie opache e appassite: è prodotta per effetto del fungo Phytopthora cactorum . Questa malattia è molto grave e va attaccata asportando le parti colpite. Due o tre trattamenti chimici con prodotti a base di rame possono salvarti la vita.

Ragno rosso o acari

Macchie gialle sulle foglie: se le foglie prima si arricciano e cadono dopo aver assunto un aspetto polveroso, molto probabilmente sono punteggiate da piccole ragnatele sul retro della foglia.

Ciò si verifica grazie all’attacco del ragno rosso o degli acari.

Pulire le foglie una ad una con un batuffolo di cotone insaponato e rimuovere tutte quelle danneggiate è il primo passo da seguire per eliminare il parassita.

Questa infestazione deve essere attaccata con un sostanziale aumento dell’appannamento per ripristinare i livelli di umidità. Se il male persiste, è necessario applicare prodotti chimici.

Oyulinia Azalee

Appassimento e marciume dei fiori: si verifica a seguito dell’attacco del fungo Ovulinia azaleae . Rimuovere immediatamente i fiori macchiati e applicare il fungicida Zineb.

Altri parassiti che attaccano le azalee sono causati dalla mosca bianca e dal verme erbivoro Otiorrohynchus e da una falena mimica che invade le foglie in sezioni o gallerie.

Viene attaccato anche da una malattia chiamata Lebbra, dove le foglie diventano giallastre e vesciche, a seguito dell’attacco del fungo Exobasidium rhododendri, tipico dei giardini mediterranei.

La malattia deve essere trattata con ossicloruro di rame per prevenire nuove infezioni. È essenziale rimuovere le foglie danneggiate.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.