Suggerimenti

Come, quando e dove piantare le ortensie: [Guida per il tuo giardino]

 Ortensia È un arbusto che raggiunge tra uno e tre metri di altezza . Esistono però varietà molto più grandi che si sviluppano ad albero o addirittura come liane che raggiungono i trenta metri di altezza.

È originario dell’Asia , in particolare della Cina e del Giappone, dove si trova il maggior numero di varietà . Fu introdotto in Europa nel 1727 da un naturalista e il suo nome deriva dal fiore di Horturum , che significa “fiori da giardino”.

Attualmente la sua coltivazione si è diffusa in un gran numero di paesi che hanno zone a clima temperato.

Le ortensie sono state utilizzate anche come pianta ornamentale per la sua bellezza.

 

Punti importanti quando si seminano le ortensie:
  • Quando? Seminare una voltal’ inverno è passato, perché non tollerano temperature inferiori a 12ºC bene. Ideale in primavera
  • Dove? Hanno bisogno di una moderata intensità di luce. Non sopportano bene la luce diretta durante le ore di sole più forte, soprattutto d’ estate .
  • Come prepariamo il terreno? Con un buon apporto di sostanza organica e humus di lombrico . Evita di piantare le ortensie in un terreno molto secco. Inumidisci il terreno, senza allagare.
  • Come innaffiamo? Ideale, irrigazione a goccia .
  • Quanto spesso annaffiamo? Hanno bisogno di acqua, soprattutto in estate. Innaffiali al mattino o alla sera. Se le foglie diventano marroni è un indicatore della mancanza di acqua.
  • Come seminiamo? È più facile per le talee.
  • Quando possiamo? Aspetta l’ inverno . Ma se ci sono inverni rigidi dove vivi, aspetta che passi il gelo.
  • Quali malattie e parassiti ha? Afidi, tripidi, alcuni tipi di nematodi e acari.

Il suo tronco è di aspetto legnoso e di forma cilindrica .

Può raggiungere un’altezza compresa tra uno e due metri . Le sue foglie sono verdi , generalmente di colore scuro, opposte tra loro e ovali e leggermente seghettate con una punta appuntita.

Di solito sono di consistenza ruvida e crescono a pochi centimetri l’uno dall’altro.

A seconda della specie, le ortensie possono essere decidue o sempreverdi , tuttavia le più coltivate , che sono specie provenienti da climi temperati , sono decidue.

Presenta infiorescenze plurifloreali alla sommità del cespuglio. Cioè, i fiori crescono a ciuffi . Quello che normalmente si percepisce ad occhio nudo non è il fiore principale, ma piuttosto i sepali che ricoprono il fiore vero, che è molto piccolo.

La gamma di colori che i fiori presentano solitamente è molto ampia, si va dal rosso , al blu e al rosa fino al bianco in tante sfumature diverse . Esistono persino varietà ibride in cui due colori sono mescolati nella stessa pianta.

Quando seminare l’ortensia? Gli appuntamenti

 Prova a seminarli dopo l’ inverno in quanto sensibili a temperature inferiori a 12°C . È meglio seminarli in primavera quando il tempo è più caldo.

Se il taglio viene da un multi- pianta a fiore (ciuffi di fiori) è meglio seminarli tra aprile e giugno o in Gen-MAR . Se sono uniflowers, fallo nel periodo primaverile. 

Dove piantare l’ortensia? Luce e temperatura

Per quanto riguarda i requisiti di luce, le ortensie preferiscono intensità luminosa moderata. 

Nelle ore in cui il sole è più forte, fornire ombra o che i raggi lo raggiungano solo parzialmente.

Solitamente le giornate brevi con temperature elevate accelerano la formazione dei boccioli fiorali . Un aspetto interessante è che la fioritura può essere indotta attraverso la fertilizzazione . Ad esempio, il carenza di azoto accelera la formazione del bottone.

Anche la temperatura influenza la formazione dei bottoni . Una media di 18 ° C per un mese e mezzo le gemme crescono molto bene .

L’ortensia è una pianta a temperatura fresca , che cresce in modo ottimale a temperature diurne comprese tra 18 e 20°C e a temperature notturne tra 11 e 15°C.

 In queste condizioni produce lunghi steli, fogliame vigoroso e fiori grandi. Difficilmente cresce a temperature inferiori a 4°C. Infine, sono legati alle zone umide.

Come preparare il terreno?

È preferibile fornire loro terreni con materia organica sufficiente per aumentare la produzione dei fiori . In generale, crescono in modo ottimale in terreni argillosi.

Evita i terreni secchi o mescolali con il compost che aiuta a trattenere l’umidità come i pezzi di lombrico o qualsiasi altro compost naturale.

Puoi fornire substrati per aumentare il drenaggio dell’acqua poiché con le pozzanghere puoi attirare malattie.

Per quanto riguarda i livelli di pH, puoi regolarli a seconda del colore che ti piace, anche se influiscono anche altri fattori come la varietà e il tipo di fertilizzante che usi.

  • Colorazioni blu: pH acido, valori compresi tra 4,5 e 5.
  • Colorazioni rosa: pH con valori compresi tra 6 e 6,5.

Come innaffiamo?

E’ una pianta con importanti fabbisogni idrici , oltre che alti livelli di umidità .

Tuttavia, è molto importante che non innaffiare la pianta poiché puoi soffocare il sistema di root . Devi semplicemente mantenere il terreno umido a contatto.

Si consiglia l’irrigazione a goccia.

Per piantagioni leggermente più specializzate o se si dispone di strumenti per misurare la quantità di acqua, il fabbisogno idrico approssimativo di 2.600-2.800 mm/anno. 

Come seminiamo l’ortensia passo dopo passo?

Le ortensie possono essere seminate per talea :

  1. Per prima cosa prendi un taglio lungo circa 10 centimetri . Fare attenzione che siano rami giovani e vicini al suolo.
  2. Quindi, interrateli in una pentola o direttamente a terra ad una profondità di 4 cm.
  3. Puoi mettere il substrato sullo strato superficiale e poi annaffiare abbondantemente . Tra 30 e 40 giorni dopo la semina puoi visualizzare un germoglio e trapiantarlo a terra.
  4. Una volta che il raccolto è stabile puoi potarli per dare loro la forma desiderata. Cerca di tenerlo almeno una volta all’anno .
  5. Allo stesso modo, rimuovi le foglie già secche o di un tono non naturale per la tua pianta.
  6. Si può anche fare un tipo di potatura selettiva in cui si rimuove una certa parte della pianta per aumentare il vigore del resto . Cerca di non potarne più di un terzo.
  7. Puoi proporzionare fertilizzante o fertilizzante una volta al mese durante il primo anno di vita per produrre fiori di buon colore e dimensione.
  8. Dal secondo anno puoi continuare per accelerare il processo di fioritura della tua pianta.

Quali associazioni favorevoli ha?

Puoi piantare diverse varietà di ortensie insieme per dare un colore più attraente al tuo giardino o al luogo in cui le stai raccogliendo.

Quali parassiti e malattie ha?

Ortensie spesso soffrono l’attacco di cocciniglie, tripidi , afidi e ragno acari .

Esistono diversi tipi di funghi che possono far marcire foglie e germogli ( b. Cynerea ).

Allo stesso modo, soffrono dell’attacco di un tipo di nematode che fa allargare il fusto e arrestare la crescita delle foglie . In modo da prevenire questo tipo di malattie  assicurarsi di fornire la coltura e posizionare il substrato sterile.

Infine, se noti che le foglie diventano marroni e che le foglie si arricciano, non è un fungo ma una mancanza d’acqua, quindi solo fornire più acqua può migliorare il problema in breve tempo.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *