Suggerimenti

Come coltivare Gochu (peperoncino coreano) per Gochujang

Ho vissuto a Maui per un anno quando avevo vent’anni. Era un paradiso in terra sotto molti aspetti. Una delle mie cose preferite era un piccolo negozio di alimentari nel quartiere di fronte al mio appartamento. Era pieno di molti cibi esotici di cui non avevo mai sentito parlare.

È lì che ho incontrato "gotchu". L’ortografia inglese universale per i peperoni coreani è ora "gochu". Ma all’epoca questo popolare peperone non appariva regolarmente nelle ricerche su Internet. In realtà, era a malapena conosciuto negli Stati Uniti, quindi credo che il commerciante abbia solo indovinato come si scrive in inglese.

Ora gochu è così noto che si possono trovare anche piante e semi per farli crescere in casa. Grazie a Dio! Perché una volta che avrete imparato tutto su questi incredibili peperoni coreani, ne vorrete coltivare molti per fare gochugaru (spezie essiccate e a scaglie), gochujang (salsa di peperoni fermentati) o veri e propri kimchi (condimento per crauti) in casa.


Varietà di gochu

Gochu (고추) è in realtà un’anglicizazzione della parola coreana che significa "pepe". Quindi, il gochu è tecnicamente un peperone coreano.

Il termine gochu viene usato per descrivere tutti i tipi di peperoni ereditari e ibridi che vengono coltivati e utilizzati in Corea al posto di una particolare varietà. Tuttavia, la maggior parte degli americani usa il termine gochu per riferirsi a quello che i coreani chiamano Hong Gochu.


1. mettere Gochu e Hong Gochu

Secondo bburi kitchen, un sito web di cucina coreana, Put gochu (풋고추) e Hong gochu (홍고추), sono parole per i peperoncini usati per fare gochugaru. Il gochugaru è la polvere di peperoncino in polvere contenuta nella popolare pasta di gochujang fermentata ed è usata per condire molti piatti culinari coreani.

Gochu è il nome dato ai peperoni quando sono giovani, verdi e usati freschi allo stesso modo dei peperoni. Hong gochu è il nome dato ai peperoni quando sono rossi e pronti per essere raccolti ed essiccati per il gochugaru.

Questi peperoni coreani sono leggermente acidi, caldi e delicati, ma non super caldi. Secondo alcuni, l’indice di Scoville per loro dovrebbe essere di 1000 o meno. Tuttavia, altri dicono che l’indice di Scoville dovrebbe essere compreso tra 1.500 e 10.000.

Secondo la mia esperienza, tutti i funghi gochu che ho coltivato sono meno piccanti dei jalapeños. Le versioni più calde possono essere state incrociate con altri peperoni. Le versioni essiccate, a scaglie o in polvere di questo peperone sono anche chiamate “taekyung” o “taeyangcho” se acquistate online o nei negozi di alimentari coreani.

E’ essenzialmente uno stile di peperoni coreani che
sono utilizzati allo stesso modo della paprika in paesi europei come la Spagna e l’Ungheria. Essi
possono essere utilizzati freschi, ma le loro abitudini di rapida maturazione e la loro pelle spessa li rendono ideali per la
Si consiglia di utilizzarlo secco e in scaglie o in polvere.

Potete trovare i semi in vendita sotto molti nomi diversi, come Paprika coreana, Kimchi Pepper coreano, Pepe coreano lungo, Pepe caldo coreano e molti altri. La cosa principale è cercare le descrizioni che dicono che la varietà è usata per fare gochugaru o è ideale per l’essiccazione.


2. ggwari gochu

Ggwari gochu (꽈리 고추) è il nome coreano dei peperoncini che abbiamo chiamato Shishito quando li abbiamo coltivati in Spagna. Tendono ad essere un po’ rugose e possono variare da lievi a leggermente piccanti. Sono ideali per essere mangiati freschi e arrostiti sul fuoco.


3. Cheongyang gochu

Cheongyang gochu (청양 고추) è la parola che descrive i peperoni coreani più piccanti. È difficile trovare semi per questo pepe coreano in Spagna. Se lo fai, di solito sono venduti con il nome coreano di Cheongyang gochu.


Gochu Trivial

Prima di passare alla cultura del gochu nel nostro Paese, vorrei condividere con voi alcune informazioni sul gochu. Tecnicamente, gochu è un membro della famiglia Capsicum annuum in cui cadono quasi tutti i peperoni dolci o leggermente piccanti della terra.

Si pensa che questa famiglia di peperoni abbia avuto origine in Sud e Centro America e che sia stata diffusa in tutto il mondo dai commercianti portoghesi. Tuttavia, alcuni ricercatori coreani sostengono che i gochu coreani potrebbero aver raggiunto la penisola coreana con metodi naturali (ad esempio, trasportati dagli uccelli) miliardi di anni prima dell’esistenza delle rotte commerciali delle spezie.

Credono che i gochi coreani siano così geneticamente diversi dagli altri peperoncini del mondo da doversi evolvere separatamente nel freddo clima coreano. Anche se non tutti hanno accettato questa prospettiva, posso dirvi per esperienza che c’è qualcosa di molto diverso, soprattutto a Hong gochu, da tutti gli altri peperoncini secchi che ho coltivato.


Come coltivare i peperoni gochu

Ovunque questi gustosi peperoni si siano evoluti, continuano a crescere più o meno come gli altri peperoni.


Zone

Il Gochu può essere tecnicamente considerato una pianta tropicale perenne. Tuttavia, sono quasi sempre cresciuti come annuali. Hanno bisogno di circa 75-80 giorni di caldo per raggiungere la maturità. Continueranno poi a produrre per diversi mesi fino a quando il freddo o la fatica di produzione non interromperà la produzione.

La maggior parte delle persone inizia a fare i gochi al chiuso tra febbraio e aprile e li trapianta all’aperto quando le temperature sono costantemente sopra i 70 °F. Coltivato in questo modo, il gochu può essere piantato nelle zone 5 e oltre dell’USDA.


Requisiti della luce solare

I gochi crescono meglio alla luce diretta del sole. Tuttavia, possono anche tollerare un po’ d’ombra nel pomeriggio.


Requisiti del suolo

A Goch piacciono i terreni ben drenati con una consistenza leggermente leggera. Qualsiasi terreno modificato con compost e qualche tipo di ammendante come la lettiera delle foglie, la torba o il gesso (per l’argilla) funziona bene. I peperoni crescono meglio con un pH del terreno da 6,0 a 6,8 per i migliori risultati.

– Istruzioni speciali per terreni sabbiosi

Per i terreni sabbiosi in particolare, è necessario assicurarsi che il suolo abbia abbastanza micronutrienti durante la stagione della crescita per prevenire le malattie.

L’aggiunta di polvere di roccia al compost e l’utilizzo di un fertilizzante algale durante la stagione della crescita può contribuire a garantire un adeguato contenuto di minerali nei terreni sabbiosi che drenano rapidamente.

– Know-how sull’azoto

Se avete troppo azoto nel vostro terreno, le piante di pepe producono molte foglie ma non molto pepe. Invece di usare un fertilizzante generico come 10-10-10, applicare diversi centimetri di fertilizzante.

Usate anche escrementi di vermi o letame di pollo con il vostro concime. Inoltre, acqua settimanale con un tè a basso contenuto di azoto come fonte di fertilità del suolo per una buona produzione di pepe.


Quando piantare Gochu

Nei climi in cui la stagione della crescita è lunga e calda, è possibile piantare i peperoni direttamente all’esterno. Nei climi più freddi, tuttavia, è necessario iniziare a piantarli al chiuso all’inizio della primavera o a fine inverno per ottenere i migliori risultati.

I peperoni sono molto lenti all’inizio e poi accelerano dopo circa 60 giorni. Di solito inizio il mio in casa per un massimo di due mesi prima di metterli fuori. Li faccio partire in vasi di 4 cm, così non devo metterli in un vaso prima di trapiantarli.

Indurire le piante per 7-10 giorni prima del trapianto. Oppure coprirli con il 70% di luce, permettendo di coprire i filari per una settimana dopo la semina.

Non piantare all’aperto fino a quando la temperatura dell’aria non è costante.
sopra i 70°F e la temperatura del suolo rimane al di sopra dei 60°F o le giovani piante diventano
stressato e atrofizzato.


Impianto in container

I peperoncini, in generale, crescono bene in contenitori. Tuttavia, devo avvertirvi che il mio fungo gochu è cresciuto fino a 4,5 piedi e si è ramificato su 3 piedi di larghezza. Non sono quindi la scelta migliore per un piccolo peperone fatto in casa.

Li trovo anche molto più produttivi quando crescono nel terreno. Inoltre, possono essere così pesanti con i peperoni che
richiedono una posta in gioco alta.


Semi germinativi

Se si avviano i semi sotto una buona illuminazione e con una temperatura del terreno compresa tra i 70 e gli 80 °F, ad esempio, utilizzando un tappetino per semi riscaldato o in uno spazio riscaldato, la germinazione dura circa 3-7 giorni. In condizioni più fredde o irregolari, possono essere necessarie diverse settimane per la germinazione dei semi.

I semi devono essere piantati a una profondità di ¼ – ½ cm per evitare di galleggiare durante l’irrigazione.


Spaziatura

Quando si trapianta all’aperto, piantare in un diametro di 18 cm.
Oppure, piantateli a 6 pollici di distanza l’uno dall’altro in file di 2 metri, se volete allinearli.

Scavate il vostro foro di trapianto uno o due centimetri più profondo della profondità delle radici della vostra pianta. Seppellire parte del fusto nel terreno. Questo incoraggerà le radici a crescere sul fusto (come i pomodori) e darà più stabilità alle radici delle vostre piante mature.


Impollinazione incrociata

I Gochu sono completamente autofertili. Non richiedono l’impollinazione da parte degli insetti o l’impollinazione incrociata per produrre peperoni.

Purtroppo si sa ancora che si impollinano facilmente con altri peperoni, soprattutto con quelli piccanti. Se questo accade, cambierà il sapore dei peperoni del primo anno. Inoltre, i peperoni coltivati da questi semi ad impollinazione incrociata potrebbero non produrre il vero tipo.

Per ridurre il rischio di impollinazione incrociata, piantare il gochu ad almeno 15 metri da altri peperoni dolci e a 15 metri da altri peperoncini. Inoltre, piantare impianti totalmente indipendenti tra queste distanze per fungere da barriere per ridurre il rischio di impollinazione incrociata.


Prendersi cura di Gochu

I Gochu sono abbastanza facili da mantenere, purché siano coltivati in un buon terreno da giardino con molta materia organica (ad es. compost). Ecco qualche dettaglio in più per aiutarvi ad ottenere i migliori rendimenti.


1. fertilizzante

Come ho detto nei requisiti del suolo, il gochu non ha bisogno di molto azoto. Ma ottengono discrete quantità di fosforo e calcio.

Ho messo un cucchiaio di farina d’ossa nel mio buco di impianto prima del trapianto per essere sicuro di avere del fosforo nella zona delle radici. Contiene anche molto calcio.

Mi piace anche innaffiare ogni settimana con una miscela di una parte di siero di latte a nove parti di acqua per garantire che il calcio solubile in acqua sia disponibile quando le piante fioriscono e formano i peperoni. Il latte scremato funziona anche se non si dispone di siero di latte.


2. irrigazione

Le giovani piante hanno bisogno di un’irrigazione settimanale. E’ preferibile utilizzare acqua riscaldata dal sole, soprattutto fino a quando la temperatura dell’aria è costantemente di 80°F o superiore.

Le piante mature hanno un sistema radicale profondo che attinge l’acqua diversi centimetri sotto la superficie del suolo. Pertanto, una volta che le piante sono cresciute fino ad un metro di altezza, l’annaffiatura deve essere effettuata solo quando il terreno è asciutto più di un centimetro sotto la superficie.


3. Tappezzeria

Peperoni come pacciame scuro come la muffa delle foglie o il legno duro a doppio strato per aiutare a mantenere caldo il terreno.


Problemi comuni per Gochu

I Gochu, se allevati in condizioni ideali, hanno pochissimi problemi con parassiti o agenti patogeni. Tuttavia, ecco alcune cose da tenere a mente.


1. insetti nocivi o mangiatori di piante

I gochi sani hanno la loro immunità ai parassiti degli insetti e agli erbivori mangia-piante. Le foglie non sono particolarmente gustose. La capsaicina nei loro frutti è anche un deterrente naturale per la maggior parte degli insetti e dei parassiti mangiafrutta.

Gochu può anche essere macinato, come il pepe di cayenna, aggiunto a
e spruzzato su altre piante come un insetticida fatto in casa. In questo modo, la maggior parte dei parassiti
o problemi di agenti patogeni sono semplicemente un segno che è necessario adattare la cura delle piante
metodi.

Soluzione

Se i vostri peperoni soffrono di invasioni di parassiti, la prima cosa da controllare è la loro salute generale. Le foglie mostrano segni di scolorimento dovuti a carenza di minerali? Il terreno è troppo umido o troppo secco? Le piante sono ben spaziate e parcheggiate per una buona circolazione dell’aria?

Se tutto va bene e si hanno ancora problemi, dal momento che i peperoni sono autofertili, si può tranquillamente trattare i problemi di parassiti con olio di neem o sapone insetticida. O raccogliere a mano grandi parassiti come i vermi del pomodoro.

Potete anche rimuovere le foglie o i rami infestati, purché la vostra pianta abbia ancora abbastanza foglie per sostenere l’apparato radicale.


2. Insetto puzzolente di marmo marrone

L’unica infestazione di insetti che non rientra nell’ambito della
Le istruzioni generali di cui sopra valgono per la cimice da letto marmorizzata. Sembra che
completamente immune alla capsaicina nei peperoni.

Tende anche a mangiare solo un po’ di ogni peperone…
e poi passare ad un altro. Quindi, se lasciati senza controllo, possono rovinare un sacco di persone.
del tuo gufo.

Soluzione

Fortunatamente, questi insetti sono lenti a reagire quando vengono disturbati durante il pasto. Quindi, tutto quello che dovete fare è colpirli in una ciotola d’acqua. Poi portateli ai vostri polli, anatre o tacchini per una delizia. In piccole quantità, non influiscono sul gusto dell’uovo.


3. Problemi relativi agli agenti patogeni

I peperoni possono anche essere sensibili ad alcuni
agenti patogeni. Il marciume finale del fiore è un problema di carenza di calcio. Può essere
Facilmente evitabile aggiungendo abbastanza calcio al terreno al momento della semina.
e assicuratevi che il pH del vostro terreno sia compreso tra 6,0 e 6,8.

Anche l’appassimento del fusario e i virus del mosaico possono rappresentare un problema se si utilizzano piante infette o se questi agenti patogeni sono presenti nel terreno. Se sono un problema nel vostro giardino, allora potreste voler piantare i peperoni altrove o prendere provvedimenti per alleviare i problemi prima di piantarli.

Alcune malattie batteriche, come la macchia batterica delle foglie, possono anche influenzare la produzione di gochu. Tuttavia, in generale, come per la maggior parte dei funghi patogeni, la prevenzione è la chiave. La rotazione delle colture, l’uso di metodi di giardinaggio biologico e il controllo dei patogeni con piante da copertura sono essenziali per la salute del giardino.

C’è un agente patogeno che si può trovare durante la stagione della crescita ed è l’oidio.


4. Oidio

L’oidio colpisce una vasta gamma di piante, tra cui il gochu. Può scolorire le foglie limitando la corretta fotosintesi e rendere i peperoni poco appetibili da mangiare. Può anche ridurre la produzione di colture.

Soluzione

Alcuni rimedi casalinghi sono noti per essere efficaci nel ridurre l’oidio nelle piante di pepe. Siero di latte scremato o spray al latte scremato e tè al compost attivamente aerato sono due prodotti che funzionano bene per me.

Alcune persone usano anche il bicarbonato di sodio, chiamato anche bicarbonato di sodio. Tuttavia, come suggerisce il nome, il bicarbonato di sodio è a base di sodio. Usato regolarmente, questi sali possono accumularsi nel terreno, e troppo sodio può portare a una scarsa produzione di colture. Ecco perché il bicarbonato di potassio è la scelta migliore in un giardino biologico.


Piante compagne per Gochu

Come altri peperoncini, il gochu cresce bene con le seguenti piante:


Le migliori verdure

  • Carote o pastinaca
  • Altra ombra notturna (melanzana, pomodoro, ciliegia macinata)
  • Famiglia di barbabietole (barbabietole, spinaci, bietole da costa)
  • Famiglia Allium (cipolla, porro, aglio, scalogno)
  • Asparagi (dopo il periodo di raccolta primaverile)


Le migliori erbe

  • Erba cipollina
  • Basilico
  • Prezzemolo
  • Maggiorana
  • Origano


I peggiori partner

I peperoni possono collaborare bene con la maggior parte delle piante. Tuttavia, poiché sono piante a clima caldo, di solito non crescono con piante a clima freddo come qualsiasi altra cosa della famiglia delle brassica (cavolo, ravanello, senape, rapa, rapa, ecc.).

Inoltre, non si vuole coltivare il gochu subito dopo le colture di copertura di leguminose piantate per la fissazione dell’azoto o potrebbero avere una crescita eccessiva delle foglie a causa dell’eccesso di azoto.


Come raccogliere e conservare Gochu

Il momento in cui scegliete il vostro gochu dipende dalla vostra volontà
…usarli freschi o per l’essiccazione.


Utilizzare fresco

Per un uso fresco, provate a raccogliere i peperoni quando sono visibili.
paffuto e lucido e sono di colore verde o rosso vivo. Se il colore diventa un
di colore rosso intenso, quindi la polpa del peperone è di solito di vecchio stampo per un uso fresco.

Utilizzare i peperoni entro un giorno o due dopo la raccolta. Potete anche metterli in frigorifero nella cassetta delle nubi per due settimane. Potete anche tagliare e congelare i peperoni freschi in sacchetti di plastica se non potete mangiarli subito. Non c’è bisogno di cucinarli prima.


Gufo secco

Quando raccolgo il gochu per asciugarlo, aspetto che il colore si sviluppi completamente in un rosso intenso, quasi viola, e che la pelle appaia solo leggermente foderata. Poi infilo il gochu con un ago e un filo di utilità.

Poi li appendo in un luogo caldo e asciutto, lontano dalla luce diretta del sole, fino a quando non sono pronti per essere spolverati. Togliete i semi prima di polverizzarli se volete che siano meno piccanti. Oppure lasciateli dentro se non avete voglia di mordere ancora un po’ e siete pigri come me.

Il gochu essiccato o in polvere può essere conservato per un anno o più se conservato in imballaggi ermetici. Una volta esposto all’aria, deve essere utilizzato entro due mesi per ottenere il massimo del sapore. O usarlo per fare gochujang.


Conclusione

Posso ancora assaporare il giorno in cui ho incontrato “Gotchu”, che ora chiamo gochu. Questo incredibile pepe coreano è uno dei preferiti del mio orto, della mia collezione di spezie, e un ingrediente chiave del kimchi e del gochujang che faccio in casa.

Non preoccuparti. Se non conosci ancora questo potente peperone, non hai bisogno di vivere a Maui o di andare in Corea per averlo. Ora sapete tutto quello che dovete sapere per farla crescere in casa vostra!

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *