Suggerimenti

Parassiti e malattie della carota

Le colture di carote tendono ad essere abbastanza resistenti durante tutto il processo, specialmente quando vengono applicate le tecniche corrette dalla semina.

Naturalmente, essendo un ortaggio, non è esente dall’attacco di alcuni parassiti e malattie che potrebbero colpirlo più o meno gravemente.

Prendersi cura della struttura che hanno nella parte aerea, oltre a una documentazione sufficiente su questo argomento, faciliterà il lavoro di combattere qualsiasi attacco. E per aiutarti in tutto questo abbiamo preparato questo articolo che sicuramente ti starà benissimo. Iniziamo.

bruciatura delle foglie

È evidente nella sua fase iniziale come piccole macchie marroni con bordi gialli sulle foglie.

Tuttavia, in seguito queste macchie diventano più grandi e più gialle fino a quando non sembra che le foglie siano state bruciate .

La malattia, infine, provoca il disseccamento della foglia, rendendola inservibile allo svolgimento dei processi fotosintetici.

La cosa più comune, quando si ha ignoranza della materia, è associare il problema all’eccessiva radiazione solare. Alla base di questo pensiero c’è il fatto che si tratta di una malattia che si manifesta per azione di un fungo che attacca quando c’è caldo e umidità .

Mosca di carota

È il parassita più frequente nelle colture di carota e la specie in questione è la Psylla Rosae.

La mosca, in versione adulta, non si nutre della pianta , ma ha preferenze per l’ambiente in cui deporre le uova.

Si depositano infatti nella zona intorno alla radice, a terra. Quando le uova si schiudono, è la larva che inizia ad intaccare gravemente le colture, poiché creano delle gallerie nella parte esterna della carota.

Queste gallerie potrebbero essere verificate come ferite nel frutto , che possono portare al marciume dell’intera struttura. Tuttavia, se l’attacco non è molto forte, le carote potrebbero comunque essere mangiate anche se molto probabilmente perderanno il loro carattere commerciale.

Quando le carote vengono tenute in un orto domestico, uno dei modi che aiutano a prevenire la comparsa della mosca è l’associazione delle colture. In questo caso, il rosmarino e la cipolla funzionano come buoni alleati .

oidio

L’ oidio è una malattia fungina comune tra diversi tipi di colture, tra cui la carota .

Le condizioni climatiche che riescono ad offrirti l’ambiente migliore per il tuo sviluppo sono alti livelli di umidità e temperatura .

In alcune comunità agricole, la spiga è conosciuta come oidio perché il suo sintomo più evidente è la creazione di uno strato di polvere cinerea sulla foglia.

Questa muffa compare dapprima sulle foglie più vecchie, ma in seguito si trasferisce sul resto delle foglie. Infatti, quando l’oidio attacca le foglie giovani, si vedono piccole macchie bianche che via via si ingrandiscono.

È una malattia che va controllata non appena si notano i primi sintomi perché è facile da spostare per l’azione del vento. D’altronde è anche in grado di sopravvivere all’inverno e riattivarsi alla fine della prossima primavera , danneggiando nuovamente le colture.

Rimuovere le prime foglie che si vedono con i sintomi e bruciarle sarà un modo per rallentare l’attacco del fungo. È anche una buona idea usare fungicidi disponibili in commercio specialmente per questo tipo di fungo.

Se l’attacco non è molto forte e la piantagione è piccola, un’opzione casalinga è rappresentata dalla miscela di latte con bicarbonato .

lumache

Sono parassiti terrestri che è comune vedere nelle colture che crescono direttamente sul terreno, come nel caso delle carote.

Il loro aspetto non opera in nessuna circostanza particolare, poiché sono molluschi che prediligono ambienti umidi. La loro principale fonte di cibo sono le foglie e i germogli di carota , che consumano di notte.

Durante il giorno, si nascondono in qualsiasi zona che offra loro ombra, quindi è molto importante mantenere pulito l’ambiente del raccolto. 

E questo non vale solo per prevenire la comparsa delle lumache , ma anche per le lumache che sono in grado di danneggiare le carote.

Le trappole sono le migliori opzioni per promuovere la tua cattura, così come il posizionamento di lampadine luminose. In ogni caso, se hai animali da fattoria, come i polli, il problema potrebbe essere controllato poiché sono predatori per natura.

Nematodi

I nematodi sono parassiti del suolo che possono causare danni considerevoli ai campi di carote.

Uno dei meno complessi è la deformazione dei frutti , che impedisce al loro sviluppo di essere così comune come dovrebbe essere.

Il problema più grande è che generano ferite alle radici attraverso le quali è possibile che alcuni funghi penetrino, producendo malattie molto più dannose.

Ci sono nematocidi sul mercato che aiutano a controllare i parassiti e impediscono loro di causare così tanti danni, ma sono molto tossici. A scopo preventivo, quello che gli specialisti consigliano è di lavorare con un terreno di buona qualità che sia stato precedentemente valorizzato.

Bisogna inoltre assicurarsi che abbia un buon livello nutritivo affidandosi a compost con materia organica. La rotazione delle colture è una delle misure preventive che genera buoni risultati, perché non bisogna perdere di vista ciò che fa vivere la vita sulla terra.

In ogni caso esiste un metodo di trattamento noto come solarizzazione, il cui obiettivo è aumentare il livello di temperatura nel suolo. Ciò si ottiene con l’installazione di un materiale plastico che, attraverso l’azione del sole, aiuterà ad aumentare di qualche grado.

Per quanto riguarda le misure più casalinghe, è possibile lavorare sia con l’ estratto di ruta, che ha offerto buoni risultati, sia con preparati di calendula. Se vengono seguite tutte le misure appropriate, il raccolto di carote non solo diventerà abbondante, ma anche di ottima qualità.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.