Suggerimenti

Come piantare la lavanda

Lavandula è un intero genere di piante che comprende circa 60 specie e appartiene alla famiglia delle Lamiaceae. È un arbusto perenne e una pianta aromatica molto apprezzata sia per il suo odore gradevole, utilizzato in tutti i tipi di prodotti e profumi, sia per il suo caratteristico colore viola o lilla. Se anche a te piace questa pianta e vuoi averla in casa, ti farà bene imparare a piantarla e prendertene cura.

Se vuoi imparare a piantare la lavanda passo dopo passo a casa tua, unisciti a noi in questo articolo di EcologíaVerde dove vedrai una guida facile e piena di consigli.

Quando piantare la lavanda

La stagione ideale per piantare la lavanda dipende dal clima locale.

  • Se vivi in ​​un clima caldo o mite, il momento migliore per seminare o piantare la lavanda è in autunno.
  • Se invece si vive in un clima più freddo, è meglio seminare o piantare all’inizio della primavera, una volta passate le gelate.

A seconda del clima in cui vivi, una varietà di questa pianta può essere migliore per te di un’altra, così come può darsi che ti piaccia una molto più di un’altra per le sue caratteristiche. Affinché tu sappia di più sui tipi di lavanda e puoi scegliere meglio, qui ti lasciamo una raccolta di 12 tipi.

Come piantare la lavanda in un vaso

La lavanda può essere piantata sia all’aperto che al chiuso, poiché è una pianta molto poco impegnativa che può adattarsi a quasi tutti i tipi di condizioni. Se ce l’hai in casa, segui questi passaggi per piantare la lavanda in vaso dai semi:

  1. Procurati una pianta di lavanda in buone condizioni e un vaso. Non è necessario che sia una pentola o un contenitore troppo profondo, bastano circa 30 cm.
  2. Prepara il substrato e, per fare ciò, tieni presente che la lavanda non è eccessivamente esigente in termini di nutrienti del terreno, ma è molto importante che abbia una consistenza il più possibile sciolta per fornire un ottimo drenaggio. Potete prepararvi un impasto con humus di lombrico, torba e fibra di cocco in parti uguali, a cui potete aggiungere della perlite. Questa miscela di substrato è ricca di sostanze nutritive che, sebbene la lavanda non abbia bisogno, apprezzerà e, inoltre, fornisce un terreno sciolto, aerato con un ottimo drenaggio.
  3. La notte prima della semina, annaffia il terreno per inumidirlo.
  4. Semina i semi di lavanda al mattino. Seppelliteli a circa 1 cm di profondità e, se ne mettete più nella stessa pentola, rispettate circa 3 cm di distanza tra loro.
  5. Conservare il contenitore in un luogo caldo, con una temperatura stabile intorno ai 20ºC, e annaffiarlo moderatamente ogni mattina, cercando di non allagare mai il substrato.
  6. Quando i semi germinano, da 15 a 40 giorni dopo, sposta il contenitore in un luogo in cui le piantine o le piccole piante riceveranno la luce solare diretta, anche se di intensità moderata. Successivamente, una volta che le piante sono cresciute, puoi lasciarle nel loro contenitore o trapiantarle in contenitori diversi o anche all’esterno.

Se invece di farlo dai semi ottieni una piccola pianta, dovrai semplicemente trapiantarla in un altro vaso un po’ più grande. Ti consigliamo di leggere quest’altra guida al giardinaggio su Quando e come trapiantare una pianta.

Come piantare la lavanda nel terreno

Non è altamente raccomandato seminare la lavanda direttamente all’aperto. Invece, è preferibile piantarle al chiuso, utilizzando il metodo sopra descritto, e trapiantare la lavanda all’aperto quando le piantine hanno già diverse serie di foglie e sono più sviluppate. Pertanto, qui spieghiamo i passaggi per piantare la lavanda nel terreno quando hai già una pianta piccola o grande, non dai semi.

  1. Preparare il terreno, assicurarsi di mescolarlo bene e di rompere le zolle per allentare il più possibile il terreno. Controlla se il terreno drena correttamente quando piove o irrighi, se lo fa è adatto per piantare la lavanda, ma in caso contrario, cerca un’altra posizione.
  2. Una volta che il terreno è allentato, fai un buco nel terreno abbastanza profondo da ospitare la maggior parte delle radici delle piante.
  3. Metti la pianta di lavanda nella buca, facendo attenzione a far entrare bene le radici.
  4. Copri di nuovo il buco e la base della pianta con del terriccio. Puoi aggiungere della sabbia a questo terreno per migliorare la consistenza del terreno.
  5. Innaffiare abbondantemente, utilizzando concime nella prima delle irrigazioni successive al trapianto e nelle irrigazioni successive solo acqua.

Cura della lavanda – guida di base

Queste sono le cure di base di cui la lavanda ha bisogno:

  • Luce: la lavanda è piuttosto esigente sotto questo aspetto e richiede una grande quantità di sole per svilupparsi correttamente. Posizionalo dove riceve almeno sei ore di luce diretta al giorno, anche se se ti trovi in ​​un clima molto caldo o con un sole molto intenso, proteggilo da esso nelle ore peggiori.
  • Clima: questa pianta ha la capacità di resistere al gelo e agli inverni freddi, nonostante sia originaria di climi miti e caldi.
  • Posizione – Una delle cose più importanti da tenere a mente quando si sceglie una posizione di lavanda è che queste piante hanno bisogno di aerazione e spazio. Non è consigliabile che i semi crescano accatastati uno sopra l’altro o su altre piante nelle immediate vicinanze.
  • Irrigazione: Questa è una pianta molto rustica che ha la capacità di resistere a lunghe siccità. Tuttavia, nei mesi caldi, quando la pianta è nella stagione di crescita, dovrà essere annaffiata moderatamente. E’ particolarmente importante annaffiare bagnando il terreno, evitando di inumidire eccessivamente le parti aeree della pianta, in particolare rami e fiori, oppure possiamo favorire la comparsa di funghi. Nei mesi caldi, annaffia circa una volta alla settimana.
  • Fertilizzante: un’eccessiva concimazione della lavanda può far perdere ai fiori il loro gradevole odore. È sufficiente applicare del fertilizzante organico nei mesi di crescita.
  • Potatura: prima o dopo la fioritura si consiglia di effettuare una potatura annuale della lavanda. Questo non dovrebbe essere troppo aggressivo, senza ridurre la pianta a meno della metà delle sue dimensioni. Qui puoi saperne di più su quando e come potare la lavanda.

Per ulteriori informazioni, puoi consultare queste altre guide di giardinaggio di EcologíaVerde in cui spieghiamo la Cura della pianta di lavanda in vaso e Quando e come riprodurre la pianta di lavanda nel caso in cui desideri avere più piante di quella che hai già.

Se desideri leggere altri articoli simili a Come piantare la lavanda, ti consigliamo di visitare la nostra categoria Suggerimenti.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.