Suggerimenti

Fibra di cocco per piante: proprietà e come prepararla

Ci sono molti modi per preparare il substrato per vasi e piante, da quello che si limita all’acquisto della busta per substrati universale, a quello che si prepara in casa con ogni ingrediente separatamente, in base alle esigenze delle piante che vogliamo coltivare. Sia in alcuni che in altri, non sono pochi quelli che scelgono in molti casi di aggiungere la fibra di cocco alla miscela scelta. Questo materiale è uno dei più utilizzati tra coloro che mescolano il proprio substrato, oltre ad essere molto popolare nelle colture idroponiche.

Se vuoi saperne di più su questo materiale per coltivare le piante, unisciti a noi in questo articolo di EcologíaVerde in cui spieghiamo le proprietà della fibra di cocco per le piante e come realizzarla.

Importanza del drenaggio e dell’aerazione del substrato per le piante

La fibra di cocco si distingue come substrato per la sua capacità di fornire una base con un’ottima aerazione e drenaggio per le piante. Entrambe le caratteristiche sono vitali nella coltivazione di un gran numero di specie, motivo per cui questo materiale ha progressivamente guadagnato terreno rispetto alla classica torba.

L’aerazione nel substrato è molto importante per fornire un radicamento più confortevole per la pianta, in cui le radici non devono farsi strada attraverso un mezzo denso e arruffato. Inoltre, la migliore circolazione dell’aria aiuta a prevenire funghi e agenti patogeni indesiderati.

D’altra parte, il drenaggio può essere ancora più importante in un numero enorme di specie. Sono molte le piante che non sopportano l’umidità in eccesso nelle radici, sia che provengano da ambienti secchi e aridi come molte piante grasse, sia che provengano da regioni tropicali come alcune piante apprezzate per i loro fiori. Un substrato che fornisca un buon drenaggio dell’acqua consentirà alle radici di assorbire la quantità di acqua di cui hanno bisogno e di lasciar fuoriuscire il resto, evitando così ristagni idrici prolungati che possono causare marciume e indebolimento. Qui puoi saperne di più sul drenaggio in vaso.

Cos’è la fibra di cocco per le piante e le sue proprietà

Quella che si compra come fibra di cocco non è altro che le fibre corte del cocco polverizzato insieme a piccole particelle del frutto stesso, che viene venduto in grandi tavole asciutte e pressate, sotto forma di pastiglie per superfici più piccole o, addirittura, può anche essere acquistato non pressato.

Ci sono un gran numero di proprietà e vantaggi della fibra di cocco per le piante, più specificamente per preparare il substrato nelle colture e nel giardinaggio:

  • Ha una grande capacità di aerazione.
  • Mantiene l’umidità ma offre un buon drenaggio, in modo da fornire alle piante una discreta quantità d’acqua, trattenendo una piccola parte di umidità che aiuta la pianta a resistere tra un’annaffiatura e l’altra, ma senza causare allagamenti dannosi.
  • Offre un pH neutro compreso tra 5,5 e 6,5, inerte per la maggior parte delle piante.
  • Simile a quanto accade con l’acqua, ha una grande capacità di trattenere minerali e sostanze nutritive, che poi rilascia gradualmente e progressivamente.
  • Oltre a tutto questo, la fibra di cocco è un prodotto naturale ed ecologico, quindi non devi preoccuparti della possibile contaminazione da sostanze chimiche nel tuo raccolto.

Come fare la fibra di cocco per le piante

La preparazione del substrato di cocco è molto più semplice di quanto possa sembrare a prima vista. In realtà, in molti casi, basta semplicemente preparare la fibra e aggiungere altro materiale ricco di nutrienti o materia organica come compost. Qui vi diciamo come preparare in casa un fertilizzante biologico o naturale in modo da poterlo aggiungere alla miscela con la fibra di cocco per il substrato delle vostre piante.

Sebbene ci siano molte ricette, qui ti insegneremo come preparare uno dei migliori substrati universali con fibra di cocco che puoi trovare. Segui questo semplice passo dopo passo per preparare la fibra di cocco per le tue piante:

  1. La prima cosa di cui hai bisogno è, ovviamente, la fibra di cocco stessa. Questo occuperà il 60% dell’impasto, ma attenzione perché se lo avete acquistato sotto forma di foglio o compresse pressate, moltiplicherà più volte il suo volume dopo averlo inumidito e mescolato.
  2. Bagnalo e usa un rastrello o qualche altro strumento per annullare il blocco che si forma, con pazienza e in modo uniforme. Una volta che hai la fibra sciolta e umida, puoi raccogliere una quantità che è il 60% della miscela finale e applicare l’altro 40% della miscela di base, che fornirà i nutrienti più importanti per le tue piante.
  3. Consigliamo l’humus di lombrico per essere un prodotto totalmente ecologico e uno dei migliori fertilizzanti naturali che si possano trovare. In questo altro post puoi imparare a fare l’humus di lombrico. Mescolare insieme alla fibra di cocco, facendo attenzione a mescolare completamente i materiali.
  4. Infine, il tocco finale è dato da un piccolo apporto di vermiculite e perlite, che aiutano con la giusta ritenzione idrica necessaria, oltre a dare un piccolo e molto benefico apporto minerale.

Se desideri leggere altri articoli simili a Fibra di cocco per piante: proprietà e come prepararla, ti consigliamo di visitare la nostra categoria Suggerimenti.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.