Suggerimenti

Come fare fusioni a vite senza fine

Sicuramente hai mai sentito parlare di humus di lombrichi o vermicompost. È un tipo di fertilizzante che si distingue per quanto sia economico farlo e perché fornisce proprietà molto benefiche a qualsiasi substrato. Infatti, è considerato da molti il ​​migliore o uno dei migliori fertilizzanti naturali.

Se vuoi imparare a realizzare i tuoi fusi a vite senza fine, continua a leggere questo articolo di EcologíaVerde in cui ti raccontiamo tutto su questo prodotto naturale per le tue piante.

Cos’è l’humus del verme

Come abbiamo già detto, l’humus di lombrico è un fertilizzante naturale organico ed ecologico. I fertilizzanti naturali non hanno componenti chimici aggiunti, e possono essere utilizzati in orti e piantagioni biologiche, fornendo un gran numero di benefici senza dover ricorrere a composti artificiali, che sono anche molto più costosi.

L’humus del lombrico non è altro che la materia organica della terra che i lombrichi hanno già digerito, che ritorna alla terra decomposta, dando origine ad una nuova composizione molto benefica per le piante. Va però notato che l’humus stesso si produce solo nei suoli forestali, grazie al processo totalmente naturale che avviene in questi, e ciò che possiamo acquistare o produrre in casa è la materia organica stessa prodotta dai lombrichi, che è già di per sé super benefici per le piante.

Il vermicompost ha una consistenza spugnosa che favorisce notevolmente sia l’aerazione del terreno che la sua capacità di trattenere l’acqua, pur senza causare ristagni idrici. Inoltre, grazie agli escrementi dei lombrichi, l’humus è ricco di molti minerali che le piante assimilano, come azoto, potassio, fosforo e magnesio.

Un altro dei principali vantaggi dell’humus di lombrico è il suo grande carico di microrganismi benefici per le piante, che le proteggono dall’attacco di funghi e batteri dannosi.

Qui vi diciamo di più sui benefici dei lombrichi.

Come fare fusioni a vite senza fine

Sebbene realizzare fusioni di lombrichi alla lunga sia molto economico, inizialmente è necessario entrare in contatto con i suoi legittimi produttori: i lombrichi. La cosa migliore per questo è acquistare vermi rossi californiani, che sono preferiti per la loro grande capacità di divorare materia organica e produrre humus rapidamente, oltre alla loro alta velocità di riproduzione.

Sarà inoltre necessario preparare un vermicomposter, o composter per i vermi. Esistono molti modi per preparare il tuo vermicomposter, ma uno dei più economici e semplici è utilizzare scatole di polistirolo o porexpan. Sono scatole semplici da procurarsi in tanti negozi come fruttivendoli o pescherie. Inoltre, con questo sistema produrrete humus sia solido che liquido. Avrai bisogno di due scatole di dimensioni simili e con un coperchio.

Come fare un vermicomposter e humus di lombrichi

  1. Quando si dispone del materiale sopra indicato, praticare dei fori sul coperchio e sul fondo della scatola superiore, per fornire ventilazione e traspirabilità al contenitore. Basta con un comune punteruolo, qualcosa di più spesso di un verme.
  2. Quindi, nella teglia inferiore, preparate uno scolo per poter sfruttare la componente liquida dell’humus. In una delle sue estremità inferiori, fai un foro delle dimensioni di un collo di bottiglia di plastica, quindi adatta il collo tagliato stesso in modo che sia il più stretto possibile. È quindi possibile sigillare i bordi con colla o silicone per evitare la perdita.
  3. Una volta fatto, approfitta del fondo della stessa bottiglia per attaccarla al centro di questo stesso vassoio inferiore. La funzione di questo è quella di formare un'»isola» per i vermi che cadono sotto.
  4. Una volta realizzata la compostiera, posizionatela in un luogo ventilato e preparate uno strato di torba nella vaschetta superiore, in cui andrete a mettere insieme i lombrichi con qualche scarto vegetale. Da qui non vi resta che gettare gli scarti vegetali, se possibile tagliati o leggermente schiacciati, nel vermicomposter, e i vermi faranno l’humus in poche settimane.
  5. In questo modo i residui vegetali e la torba rimarranno nella vaschetta superiore, e l’humus cadrà in quella inferiore, dalla quale potrete separare la componente liquida grazie allo scarico posto sul fondo. Se ti stai chiedendo il modo migliore per realizzare getti a vite senza fine liquido, questo è il più semplice, rendendo sia il solido che il liquido allo stesso tempo.

Come nota finale, è importante aggiungere al vermicomposter i gusci d’uovo schiacciati, per evitare che l’humus diventi troppo acido. È importante non far asciugare troppo il composto, aggiungendo un po’ d’acqua se l’humus è troppo secco.

Come utilizzare le fusioni di lombrichi sulle piante

Applicare l’humus del verme è semplice come mescolare l’ humus solido con il substrato prima di piantare. Se vuoi applicare come fertilizzante una pianta che è già stata piantata, devi semplicemente stendere uno strato sottile direttamente su questo terreno, o attorno ad esso e rastrellare se si tratta di grandi alberi da frutto.

Per quanto riguarda l’humus liquido, applicarlo è ancora più semplice, poiché basta applicarlo con una comune irrigazione, miscelata con acqua. Segui le dosi di concimazione consigliate in base al tipo di pianta che stai rinforzando, e goditi i tanti benefici di questo concime organico ed ecologico molto completo ora che hai iniziato la vermicoltura. Inoltre, puoi consultare di più sui vantaggi dei fertilizzanti organici qui.

Se desideri leggere altri articoli simili a Come fare l’humus di lombrico, ti consigliamo di visitare la nostra categoria Suggerimenti.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.