Suggerimenti

Pianta di camomilla: cura e a cosa serve

La camomilla o camomilla comune, con il nome scientifico Chamaemelum nobile, è un’asteraceae originaria dell’Europa. È un’erba nota per il suo profumo, le sue proprietà medicinali e il suo valore negli infusi, oltre ad essere una pianta molto bella.

Se vuoi imparare a cosa serve e la cura della pianta della camomilla per averla a casa, continua a leggerci in questo articolo di EcologíaVerde e scopri questa pratica guida

Com’è la pianta della camomilla – caratteristiche

Tra le principali caratteristiche della pianta di camomilla, possiamo evidenziare che è un’erba perenne alta non più di 30 o 40 cm, forma steli sottili e slanciati che terminano in fiori con piccoli petali bianchi con un bottone giallo al centro. È una pianta dall’aspetto tanto semplice quanto bello, che di solito è associato a immagini di purezza o virtù. Inoltre la camomilla è anche una pianta molto aromatica, dall’aroma gradevole e molto caratteristico, ed è anche una pianta medicinale, in quanto ricca di buone proprietà per l’organismo.

Scopri di più Tipi di piante aromatiche e medicinali in questo altro articolo.

A cosa serve la pianta di camomilla: benefici e usi

La camomilla ha un gran numero di proprietà che la rendono molto apprezzata. Queste sono le principali proprietà medicinali della camomilla:

  • Una delle più conosciute ed utilizzate sono le sue proprietà digestive. L’infuso di camomilla ha la capacità di alleviare la pesantezza e il mal di stomaco, facilitando così la digestione.
  • Ha proprietà rilassanti aumentando i livelli di serotonina, motivo per cui è usato per curare lo stress, l’ansia e l’insonnia.
  • È anche un noto antinfiammatorio e un sostenitore del sistema immunitario quando combatte le infezioni.
  • Le infusioni di camomilla aiutano anche a regolare l’indice glicemico e a ridurre il colesterolo.
  • Applicato sulla pelle, è molto utile per aiutare a cicatrizzare le ferite e accelerare la guarigione.
  • Un altro dei tanti usi che gli vengono dati è quello di calmare i dolori mestruali, grazie alle sue proprietà analgesiche e antinfiammatorie.

Pianta di camomilla: cure di base

Se vuoi coltivare la camomilla in casa, segui questa guida qui sotto in modo che le tue piante crescano forti e sane:

substrato per la camomilla

La camomilla necessita di terricci o substrati con un ottimo drenaggio, in modo che durante l’irrigazione non si inzuppi mai. Non necessita, invece, di terriccio eccessivamente ricco di sostanza organica, ma necessita di un apporto annuale di compost o humus di lombrico; con uno all’anno la tua pianta di camomilla ne avrà più che sufficiente. Se decidi di piantare e coltivare la camomilla in una pentola, usa contenitori profondi almeno da 8 a 10 pollici.

Posizione

Questa pianta apprezza l’illuminazione diretta ed è consigliabile posizionarla in una zona dove riceva un buon apporto di luce, anche diretta se possibile. All’aperto tollera senza problemi il pieno sole, tranne che nelle zone eccezionalmente calde, dove è meglio posizionarla in mezz’ombra.

Innaffiare la pianta di camomilla

La camomilla resiste alla siccità meglio dell’umidità in eccesso. Per questo motivo è consigliabile utilizzare l’irrigazione a goccia o, anche, tramite vaschetta alla base del vaso, rinnovando l’acqua quando il substrato sembra troppo asciutto.

In questo altro articolo di EcologíaVerde ti mostriamo come realizzare un sistema di irrigazione a goccia fatto in casa.

Parassiti sulla camomilla

Per quanto riguarda i parassiti, i più comuni in questa pianta aromatica sono i tripidi e gli afidi, con i quali occorre prestare particolare attenzione nei mesi caldi. Se li scopri, spruzza la pianta con acqua saponata (meglio se è potassio) facendo attenzione a non allagarla.

Qui ti diciamo di più Rimedi casalinghi per eliminare gli afidi sulle piante.

Come prendere la camomilla

Preparare un infuso di camomilla è molto semplice. L’ideale è utilizzare i fiori secchi della pianta, anche se può essere utilizzata anche fresca, se non avete ancora avuto il tempo di lasciarli asciugare, e segui queste istruzioni, sia per prepararla a bere la camomilla sia per applicarla esternamente.

  1. Usa un cucchiaino di fiori, o un po’ di più se sono freschi, e aggiungi acqua molto calda (vicino al punto di ebollizione) nella tazza o nel bicchiere in cui hai messo la camomilla.
  2. Lasciar riposare qualche minuto affinché la camomilla arricchisca l’acqua.
  3. Filtra l’infuso di camomilla e puoi berlo. Ovviamente attenzione a non prenderlo troppo caldo!

Puoi anche applicare la camomilla su pelle e capelli. Ad esempio, puoi applicarlo accuratamente con una garza per pulire le aree grasse, poiché aiuta a curare i problemi di acne. È anche un ottimo aiuto per pulire e curare le ferite e le sue proprietà antinfiammatorie possono aiutare ad alleviare le emorroidi. Inoltre, applicato come risciacquo sui capelli o aggiunto allo shampoo, può aiutare a rinforzarli e schiarirli di alcuni toni, soprattutto in estate e con l’aiuto del sole.

Se desideri leggere altri articoli simili a Pianta di camomilla: cura ea cosa serve, ti consigliamo di visitare la nostra categoria Suggerimenti.

Bibliografia

  • Cebrián, J., (2012), Dizionario delle piante medicinali, Barcellona, ​​​​Spagna, Integral RBA Books.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.