Suggerimenti

Pianta di calendula: cura e a cosa serve

La calendula è una pianta annuale sorprendente da coltivare in giardino o in vaso. Hanno bellissimi fiori di colori vivaci come il giallo o l’arancione. Inoltre, è possibile ottenere la fioritura di questa pianta durante tutto l’anno. È popolarmente conosciuto con il nome di Maravilla e non solo delizia i nostri occhi con i suoi fiori sorprendenti, ma forniscono anche un delizioso aroma e hanno una consistenza morbida.

In questo articolo di EcologíaVerde scopriremo di più sulla pianta di calendula, la sua cura e a cosa serve.

Caratteristiche della pianta di calendula

La varietà più coltivata è la Calendula officinalis ed è una pianta erbacea aromatica perenne o annuale, a seconda delle condizioni climatiche. È classificato all’interno della famiglia delle piante delle Asteraceae ed è anche popolarmente conosciuto con i nomi di calendula, merce o ranuncolo.

Il fusto di questa pianta può raggiungere un’altezza compresa tra 20 cm e 55 cm e si sviluppa eretto. Le sue foglie sono semplici, oblungo-lanceolate, alterne e con una lunghezza che arriva tra 7 cm e 14 cm e tra 1 cm e 4 cm di larghezza. I suoi fiori possono crescere tutto l’anno se il clima è mite, altrimenti fioriscono principalmente durante la primavera e l’estate. Formano infiorescenze raggruppate in capitoli di larghezza compresa tra 3 cm e 5 cm ei fiori sono gialli e arancioni. I suoi semi sono piccoli, lunghi circa 1 cm, a forma di C e di colore marrone.

A cosa serve la calendula: proprietà e benefici

Oltre a decorare esterni e interni, questa pianta è ampiamente utilizzata in medicina e bellezza. Tra le proprietà della calendula per la salute possiamo evidenziare:

  • Antisettico e antibiotico (principalmente antibatterico e antimicotico).
  • Antinfiammatorio.
  • Alleviare il dolore.
  • vulnerabile.
  • Guarigione e rigenerazione.
  • Antispasmodico.
  • Digestivo.
  • coleretico.
  • Emenagogo.
  • Antiparassitario.
  • disintossicante

Quindi, grazie a queste proprietà, la calendula ha molti benefici per la nostra salute.

A cosa serve la calendula: usi per la salute

  • Problemi dermatologici: acne, eczema, pelle ipersensibile, pelle atopica, psoriasi, orticaria, prurito, funghi, infezioni batteriche, scottature solari, ecc.
  • Ferite, graffi e ustioni.
  • ulcere.
  • Morsi.
  • Bolle.
  • ascessi
  • Gengive gonfie.
  • Mestruazioni irregolari, abbondanti e/o dolorose.
  • Problemi digestivi: indigestione, bassa produzione di bile, parassiti intestinali, gastrite, colite, ecc.

Non deve essere assunto o applicato durante la gravidanza e l’allattamento.

Coltivazione di calendula

La Calendula è una pianta che può essere coltivata bene in giardino o in vaso all’interno della casa. È possibile ottenere una pianta da fiore adulta a un prezzo molto conveniente. Tuttavia, possono anche essere piantati da seme in primavera.

Per seminare la calendula e far crescere bene la pianta, il primo passo è scegliere un buon semenzaio, che può essere un vassoio di polistirolo, vasetti di yogurt, contenitori per il latte, vasi o altri tipi di contenitori, ma accertandosi che sia fori per lo scolo dell’acqua. Questo letto di semina deve essere riempito fino in cima con un substrato per letti di semina o un substrato di coltura universale, facilmente reperibile in qualsiasi vivaio. Successivamente, questa terra dovrebbe essere annaffiata fino a quando non è ben bagnata ma non allagata. Successivamente, dobbiamo posizionare due semi per alveolo o semenzaio e coprirli con uno strato di substrato spesso 0,5 cm.

Una volta fatto tutto questo, dobbiamo annaffiarlo con uno spruzzatore o metterlo in un vassoio e innaffiarlo dal basso. Infine, il nostro semenzaio dovrebbe essere posizionato in un’area dove riceve la luce solare diretta. Con un’irrigazione regolare, i semi potranno germogliare in una o due settimane a una temperatura di 20ºC. Quando le piante raggiungono circa cinque centimetri possono essere trapiantate.

Cura della calendula: guida di base

Questa pianta è abbastanza resistente e non necessita di molte cure. Tuttavia, tra le cure di base della calendula possiamo evidenziare le seguenti raccomandazioni:

  • Ubicazione e luce: si consiglia di collocarlo all’esterno o in una zona dove possa ricevere la luce solare diretta.
  • Irrigazione: deve essere frequente in estate e meno negli altri mesi. In genere si consigliano 3 o 4 annaffiature a settimana nei mesi più caldi e 2 o 3 nel resto dell’anno.
  • Substrato: questa pianta non è esigente in termini di substrato, l’importante è che abbia un buon drenaggio. In caso di coltivazione in vaso, potete aggiungere un primo strato di palline di argilla espansa.
  • Fertilizzante: si consiglia di versarlo solo dalla primavera alla fine dell’estate con concime per piante da fiore.
  • Riproduzione: la moltiplicazione di questa pianta avviene per seme durante la primavera oppure si possono piantare talee con parte delle radici.
  • È ora di piantare la calendula: la primavera è il momento di piantare.

Calendula parassiti e malattie

Per quanto riguarda i parassiti comuni della calendula, questa pianta può soffrire di afidi gialli, marroni o verdi, che si depositano e deformano i fiori e le foglie più recenti. Per scacciarli, puoi mescolare 100 grammi di ortiche con 1 litro d’acqua e spruzzarlo sulla pianta. Inoltre, in questo altro articolo di EcologíaVerde parliamo dei migliori rimedi casalinghi per eliminare gli afidi.

Un altro parassita comune è la mosca bianca, che si posa sulle foglie e le ingiallisce mentre diffondono una sostanza appiccicosa. È possibile spaventarli usando trappole cromatiche gialle.

Tra le malattie subite dalle calendule, spiccano le seguenti:

  • Fungo Botrytis: tra quelli che vivono in ambienti umidi. Per evitarli è necessario controllare l’irrigazione e se le foglie sono ricoperte di muffe, devono essere tagliate e devono essere applicati fungicidi sistemici.
  • Fungo audace: questo fungo è trasmesso dagli afidi. Per eliminarli, gli afidi devono prima essere scacciati.
  • Ruggine: su foglie e steli compaiono pustole bruno-rossastre. Al minimo sintomo, dovrebbe essere applicato un fungicida.

Se desideri leggere altri articoli simili a Pianta di calendula: cura ea cosa serve, ti consigliamo di visitare la nostra categoria Suggerimenti.

Bibliografia

  • Cebrián, J., (2012), Dizionario delle piante medicinali, Barcellona, ​​​​Spagna, Integral RBA Books.
  • Allaway, Z., Leendertz, L., Hendy, J., Jarrín, T., Rodríguez, X., (2011), Enciclopedia del giardinaggio. Idee per far crescere praticamente tutto. Royal Horticultural Society, Barcellona, ​​Spagna, BLUME.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.