Suggerimenti

9 Soluzioni efficaci per eliminare i coleotteri giapponesi

Lo sapevate che i coleotteri giapponesi escono solo 6-8 settimane all’anno per sfamarsi?

Chi immaginava che queste piccole creature potessero fare così tanti danni in poche settimane?

Ma lo fanno! Li temo ogni anno perché possono distruggere un raccolto.

Tuttavia, sembra che ci sia poco da fare per fermare questi piccoli parassiti. Bene, sono qui per condividere con voi diversi modi per liberare il vostro giardino dagli scarafaggi giapponesi quest’anno.

Ci auguriamo che troviate il metodo che fa per voi.

>


Come liberarsi dei coleotteri giapponesi


1. Polvere di sette

>

Ok, lasciatemi dire che sto cercando di mantenere un orto biologico. Ma la verità è che dopo aver perso i miei raccolti per due anni di fila a causa dei coleotteri giapponesi, sono noto per aver gettato via il mio asciugamano biologico e aver spolverato Sevin.

Quindi, se state combattendo contro i coleotteri giapponesi e pensate che stiano vincendo, dovreste considerare la possibilità di eliminare questo affidabile insetticida e spruzzarlo sulle vostre piante. Questi coleotteri saranno morti in men che non si dica.

Tuttavia, tenete presente che dovrete rifare la domanda. Purtroppo i coleotteri giapponesi sono molto numerosi. Quindi, solo perché oggi avete ucciso gli scarafaggi che erano nelle vostre piante, non significa che domani non ce ne sarà una tonnellata.


2. imbustare un insetto

>

È la mia prima visita quando comincio a vedere i coleotteri giapponesi nel mio giardino. Queste piccole trappole sono fatte di sacchetti e di un piccolo palo di metallo.

Mettete i sacchetti sul palo, e c’è qualcosa che entra nei sacchetti che attira gli scarafaggi giapponesi al posto delle vostre piante.

Poi i coleotteri volano nel sacco e non possono uscire. Lasciate i sacchi in giro nel vostro giardino finché non sono pieni. Questo è un ottimo modo per tenere gli insetti fuori dalle piante e anche per tenerli fuori dalle piante.


3. Uccelli della Guinea

Allineare”>>

attraverso la Nuova Zelanda Uccelli Online

I coleotteri giapponesi sono il motivo per cui ho investito nelle galline della Guinea. Ho condiviso qui la mia onesta esperienza di allevamento di faraone.

Personalmente, li amo. Non ho problemi con i coleotteri giapponesi nel mio giardino da quando abbiamo aggiunto le ghinee a casa nostra. Camminano e mangiano tanti coleotteri giapponesi quanti ne può sopportare il loro piccolo stomaco, e io mi godo un grande raccolto alla fine dell’anno che non è stato masticato dai coleotteri.

Quindi, se vivete in un posto dove si può aggiungere la faraona alla vostra organizzazione, ho avuto molto successo con loro e spero che anche voi possiate farlo. L’unico svantaggio di avere la faraona per proteggersi dai coleotteri giapponesi è che non sempre riescono a raggiungere i coleotteri che sono in alto.

Per esempio, sono proprietario di grandi vigneti. I guineani proteggono il fondo e il centro di questi vigneti come pazzi perché possono mangiare gli scarafaggi.

Ma devo ancora guardare le cime delle viti perché le ghinee possono raggiungerle senza volare. Quindi uso sempre metodi alternativi per controllare i coleotteri giapponesi in casi speciali come questo.


4. Un bicchiere d’acqua saponata

Allineare”>>

attraverso A Way to Garden

Con questo metodo è sufficiente utilizzare un bicchiere di plastica mezzo pieno o un po’ più di acqua e aggiungere alla miscela il detersivo per piatti.

Poi camminerete nel vostro cortile o giardino e catturerete i coleotteri giapponesi a mano. Poi li getterai in quest’acqua saponata. I coleotteri giapponesi non sopravvivranno alla tazza di acqua saponata.

Non è una soluzione miracolosa, ma vi aiuterà a combattere efficacemente contro i coleotteri giapponesi se resterete sulle vostre piante.


5. Coprire le righe

>

Così i coleotteri giapponesi ti sfiniscono. Non si possono ottenere porcellini d’India per un motivo o per l’altro, e si è davvero stanchi di dover camminare in giardino in acqua saponata o spruzzare polvere sulle piante.

Cosa si può fare?

È possibile acquistare le coperture per le file. Poi basta coprire le file di piante nel vostro giardino. In questo modo, i coleotteri giapponesi si poseranno sulle coperture dei filari al posto delle vostre piante.

L’obiettivo è quello di proteggere le piante dai morsi e salvare il raccolto e i fiori per l’anno. E’ anche un’ottima opzione per chi vuole realizzare un orto rigorosamente biologico. Grazie a questo metodo, non dovrete introdurre pesticidi nel vostro giardino.

Poi, quando i coleotteri sono passati, i coperchi delle file vengono rimossi. Ma non sentirti come se stessi comprando dei coprifili usa e getta. Potete riutilizzarli quando il tempo si raffredda per proteggere le vostre piante dal gelo. Inoltre aiutano a proteggere le vostre piante da parassiti come le cavallette. Se si coltivano carote, bisogna fare attenzione.

Le coperture delle file possono quindi essere utili per molte cose, ma soprattutto per combattere i coleotteri giapponesi.


6. Olio di neem

>

L’olio di Neem non si mescola bene con i coleotteri giapponesi. Si può fare uno spruzzo di olio di neem per innaffiare le piante.

Poi, quando i coleotteri giapponesi mangeranno le vostre piante, ingeriranno l’olio di neem. Che poi ha un impatto sulla loro prole.

Quello che succede è che il coleottero giapponese adulto ingerisce lo spray all’olio di neem, poi depone le uova e l’olio di neem viene passato ai suoi piccoli. L’olio di neem li danneggia e causa la morte delle larve di coleotteri giapponesi prima che possano diventare adulti.

Questo equivale a ridurre la popolazione di coleotteri giapponesi nel vostro giardino. A sua volta, questo dà alle vostre piante una migliore possibilità di prosperare con meno parassiti che cercano di nutrirsi di loro.


7. Copertura mattutina

Lo sapevate che i coleotteri giapponesi sono più attivi al mattino? Beh, lo sono.

Se non volete investire nelle copertine a righe, ecco cosa potete fare. Al mattino, mettete grandi teli sul vostro giardino o sulle vostre piante, in questo modo le piante sono protette dai coleotteri giapponesi che potrebbero atterrare su di loro e nutrirsi di loro.

Poi, quando si stabilisce l’attività mattutina, si arrotolano le lenzuola con i coleotteri giapponesi all’interno.

Poi, si vorrà riempire un grande secchio con acqua e sapone per piatti. Poi si possono agitare le lenzuola nell’acqua saponata. I coleotteri giapponesi non possono sopravvivere in acqua saponata.

Poi basta ripetere la stessa cosa la mattina dopo fino alla fine del periodo di 8 settimane di alimentazione.


8. Cocktail di frutta fermentata

Sarò onesto con voi, mi sforzo molto di non mangiare cibo in scatola che esce da un negozio. Il motivo è che tutti i conservanti che usano danno a questi alimenti una maggiore durata di conservazione.

Così, di tanto in tanto, mi capita che la gente mi dia delle conserve acquistate in negozio. Non lo rifiuto mai. Invece, prendo solo alcuni oggetti che so di poter usare in modo diverso.

Il cocktail di frutta è uno di questi. Basta aprire la lattina e lasciarla fuori al sole per una settimana. Questo dà al frutto il tempo sufficiente per fermentare.

Poi si crea una base stabile fatta di mattoni, blocchi di cemento o blocchi di legno. Si posiziona quindi un secchiello sulla base della stalla e si mette il cocktail di frutta fermentata (ancora nella sua scatola) all’interno del secchiello.

Infine, metterete l’acqua nel secchio fino quasi a raggiungere il bordo del barattolo di frutta. Posizionarlo a circa 3 metri di distanza dalle piante che i coleotteri giapponesi distruggono. Questo creerà un odore dolce che farà sì che i coleotteri giapponesi facciano a meno delle loro piante e si rivolgano al cocktail di frutta fermentata.

Tuttavia, a causa dell’acqua nel secchio, gli scarafaggi giapponesi non potranno mai più uscire dal secchio e atterreranno invece sul letto.


9. Gerani

Allineare”>>

attraverso Tried and True

Il mio ultimo suggerimento è di piantare i gerani nel vostro giardino. I coleotteri giapponesi amano i gerani. Pensano di essere il miglior regalo di gusto.

Tuttavia, hanno un effetto collaterale molto spiacevole sui coleotteri giapponesi. Quando li mangiano, provocano vertigini e disorientamento nei coleotteri. Questo li fa cadere a terra.

Questa è una cosa molto buona per voi, perché potete spazzarli e gettarli in un secchio di acqua saponata.

Anche in questo caso, non riusciranno a sopravvivere all’acqua saponata, che pone fine al loro problema con lo scarabeo giapponese. Tutto quello che dovete fare è andare a prenderli regolarmente, perché non rimarranno stordite e disorientate per sempre.

Come ho detto prima, in realtà uso una varietà di metodi per affrontare meglio il mio problema dei coleotteri giapponesi (perché devo combatterli ogni anno). Da parte mia, uso le mie ghinee per affrontare la maggior parte del problema.

Tuttavia, per tutto ciò che mi resta da curare, uso la tazza di acqua saponata per metterci dentro tutti i coleotteri giapponesi, e cerchiamo di coprire le nostre piante ogni volta che è possibile. Devo fare attenzione a lasciarli coperti a causa del nostro clima.

Vedete, abbiamo estati molto calde, e le nostre piante cucinano se non stiamo attenti. Il che significa che non posso lasciarli coperti a lungo, ma faccio quello che posso finché posso.

Quindi spero che troverete un mix di questi suggerimenti che vi aiuterà a liberare il vostro giardino dai coleotteri giapponesi anche quest’anno.

Bene, ora avete i miei suggerimenti su come vincere la battaglia degli scarafaggi. So quanto può essere frustrante lavorare così duramente in un giardino e vedere questi piccoli parassiti arrivare e rovinare il tuo duro lavoro in poche settimane. In realtà può essere abbastanza demoralizzante.

Quindi voglio sapere di più su di te. Devi combattere i coleotteri giapponesi? In caso contrario, può dirci perché? Se è così, cosa fate ogni anno per combattere i coleotteri giapponesi? Avete trovato qualcosa che vi si addice particolarmente?

Vorremmo sentire tutti voi, quindi sentitevi liberi di condividere i vostri pensieri e commenti nello spazio sottostante.

>

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *