Suggerimenti

Come fare fertilizzanti organici fatti in casa

Le piante che coltiviamo nei nostri giardini e frutteti richiedono principalmente 3 tipi di nutrienti di base. Sebbene possiamo trovare altri elementi, come il calcio o il magnesio, che sono in gran parte coinvolti nel corretto funzionamento della pianta, l’azoto, il potassio e il fosforo sono di vitale importanza per la crescita di tutte le piante.

In questo articolo di EcologíaVerde ti insegniamo come preparare fertilizzanti organici fatti in casa, facili ed economici basati su ciascuno dei nutrienti essenziali.

Fertilizzante biologico fatto in casa con fosforo: cenere di legno

La legna è un materiale molto abbondante e possiamo utilizzare le ceneri derivanti dalla combustione che facciamo nei camini per riscaldare le case, ad esempio, come fertilizzante organico molto efficace per fornire fosforo alle nostre piante. Anche se in misura minore, i resti bruciati hanno anche un piccolo contenuto di potassio.

Il modo più semplice per ottenere la cenere è sfruttare il risultato finale di barbecue o caminetti. Quindi, per utilizzare le ceneri di legno come fertilizzante, devi solo mescolarle con l’acqua, diluendone così il contenuto, e noi la applichiamo alle piante come irrigazione. È importante farlo solo circa 2 o 3 volte l’anno in modo che non sia eccessivo.

Fertilizzante biologico fatto in casa con potassio: bucce di banana

Come è noto nella cultura popolare, la banana è un frutto ad alto contenuto di potassio. E detto elemento si trova in gran parte anche nella buccia di questo frutto. In questa sezione ti insegneremo come realizzare un concime organico ad alto contenuto di potassio a base di bucce di banana.

ingredienti

  • 3 o 4 bucce di banana
  • 1 litro d’acqua

Elaborazione

  1. Prima di tutto, dovete avere alcuni gusci, che vi permettano di effettuare una buona estrazione da un infuso. Con 3 o 4 bucce di banana per ogni litro d’acqua ci basterà.
  2. La quantità totale di fertilizzante dipenderà dal numero di piante che ogni persona ha.
  3. Tritare i gusci e metterli, insieme all’acqua, in una pentola a bollore per circa 15 minuti.
  4. Trascorso questo tempo, scolate il composto e fatelo raffreddare.
  5. Hai già il tuo fertilizzante, che miscelato con 2 litri di acqua, sarà pronto per essere applicato alle tue piante.
  6. Il potassio è un elemento molto utile nei periodi di fioritura o fruttificazione. Puoi applicarlo ogni 10 o 15 giorni e le tue piante noteranno un grande contributo, che aiuterà le piante a crescere più velocemente e produrre i loro fiori e frutti.

Come fare concime organico con azoto: fondi di caffè

Il caffè può essere un potenziale alleato contro alcuni parassiti e malattie. Ma in più ha un grande potenziale come fertilizzante organico, poiché il suo contenuto di azoto è molto elevato, oltre a contenere in misura minore altri nutrienti e antiossidanti. In questa sezione impareremo un modo molto veloce, semplice ed economico per fornire azoto extra alle nostre piante. Segui questi passaggi per preparare fertilizzanti a base di organelli fatti in casa:

  1. Accumula i resti di caffè dalle caffettiere che prepari. Che siano quelle che hai in casa per l’uso quotidiano, o se il tuo numero di piante è molto alto, puoi utilizzare i bar e i caffè vicini.
  2. Puoi mescolare questi resti con acqua e lasciarli riposare per qualche giorno, oppure possiamo applicarli direttamente a terra.
  3. Va ricordato che il caffè è un materiale molto acido, quindi il suo utilizzo come fertilizzante è consigliato solo per quelle piante che necessitano di un substrato acido, come ortensie, camelie e gardenie.

In questo altro articolo di EcologíaVerde ti mostriamo come usare i fondi di caffè in giardino.

Come preparare il concime organico con calcio: gusci d’uovo

Per finire, ti diremo un modo molto veloce, semplice ed anche economico per poter fornire calcio extra alle tue piante. Si tratta dei gusci d’uovo, poiché il suo contenuto è del 95% di calcio e, in misura minore, di azoto. È un concime organico fatto in casa molto semplice ma efficace, basta seguire queste istruzioni:

  1. Raccogli un gran numero di gusci d’ uovo.
  2. Lavateli se contengono ancora resti e tritateli.
  3. Possono anche essere applicati direttamente sul terreno, anche se poi l’assorbimento da parte delle piante sarà più lento.

Il calcio non è un nutriente essenziale, né uno dei più necessari alla pianta. Ma come accennato in precedenza, alcuni elementi secondari possono giocare un ruolo determinante in alcuni specifici processi vegetali. E gli apporti di calcio possono aiutare a risolvere i problemi legati alla coltivazione di alcuni ortaggi. Un esempio di questo è il marciume apicale di pomodori, melanzane e peperoni.

Se desideri leggere altri articoli simili a Come preparare fertilizzanti organici fatti in casa, ti consigliamo di visitare la nostra categoria Suggerimenti.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.