Suggerimenti

Alberi da frutto autofertili, gli alberi da frutto autoimpollinanti che fruttificano da soli

Se hai un frutteto o un giardino e vorresti introdurre alberi da frutto, questo post potrebbe esserti utile. Vi diremo quali sono gli alberi da frutto autoimpollinanti, cioè quelli che non hanno bisogno di essere impollinati da un altro albero per portare frutto.

Ti forniremo anche alcuni esempi di alberi da frutto che non necessitano di impollinazione e quali sono le cure di base che dovresti prendere in considerazione prima e dopo aver piantato il tuo albero da frutto in giardino o frutteto.

Alberi da frutto autoimpollinanti

Se non hai ampi spazi per coltivare i tuoi frutti, ma vorresti avere un albero da frutto, è meglio optare per quelli autoimpollinanti perché con un solo albero puoi avere dei frutti.

Questi tipi di alberi da frutto possono autofecondare i propri fiori con il proprio polline, cosa che non accade con la maggior parte degli alberi perché devono essere impollinati con il polline di un altro albero in modo che il fiore possa giungere a buon fine.

Esempi di alberi da frutto che si autoimpollinano

Alcune varietà di:

  • Ciliegi ( Prunus avium ), al centro della penisola iberica.
  • Nespolo ( Eriobotrya japonica ), in un clima atletico e mediterraneo.
  • Albicocchi ( Prunus armeniaca ) nel clima mediterraneo.
  • Prugna ( Prunus domestica ), al centro della penisola, in clima atlantico e mediterraneo.
  • Melograno ( Punica granatum ) in clima mediterraneo, al centro della penisola e subtropicale.
  • Peri ( Pyrus communis ), al centro della penisola iberica.
  • Peschi ( Prunus persica ), in clima atlantico, al centro della penisola e nel Mediterraneo.
  • Vite (vitis), al centro della penisola iberica.
  • Melo ( Malus domestica ), in clima atlantico.
  • Arbusti come: mirtilli, ribes, mora, lampone e prugnolo. Nei climi atlantici.

Ha la qualità di potersi autofecondare senza la necessità che altri alberi da frutto della stessa specie ne impollinano il polline.

Ciò significa che con un singolo ciliegio, melo, ecc. possiamo ottenere frutti senza la necessità di avere più alberi da frutto della stessa specie.

Anche se il più comune è che nel giardino vengano piantati più alberi (anche se autoimpollinanti) della stessa specie perché questo fornisce una resa maggiore rispetto a se abbiamo un solo albero.

Melograno in fiore

E se un albero da frutto non porta frutti?

Se non c’è impollinazione tra alberi della stessa varietà, non verrà prodotto alcun frutto. E in questo caso è molto probabile che non avvenga la fruttificazione perché non c’è impollinazione precedente in quanto si tratta di un albero autosterile.

Ciò si verifica quando si seleziona un albero da frutto che ha dato buone rese e ha caratteristiche notevoli e viene riprodotto per talea per preservare queste qualità vantaggiose. Questo tipo di albero ne richiederà un altro compatibile, di varietà diversa e che fiorisca allo stesso tempo. Tieni inoltre presente che esistono varietà che hanno la capacità di impollinare tutte le varietà di alberi da frutto (come nel caso dei ciliegi). Sono impollinatori universali.

Se vuoi risparmiarti questa “sorpresa”, quando compri il tuo albero da frutto in vivaio, puoi star certo che è autoimpollinante, e se non lo è ti sapranno dire quali altre varietà di frutta è compatibile e acquista i due alberi.

Cos’altro è importante?

Le condizioni climatiche a cui sarà sottoposto l’albero sono decisive affinché i frutti diano frutti in modo corretto. Quando si sceglie un albero da frutto, optare prima per le varietà locali perché si adattano al clima della zona in cui si vive.

È anche importante prendere in considerazione altri fattori determinanti, come piantare alberi da frutto in un terreno con un buon drenaggio dell’acqua, posizionarlo nell’orientamento corretto, potare o controllare parassiti e malattie.

Fico con frutti

Alberi che non richiedono impollinazione

Sempre a titolo di curiosità, e se può essere utile, vale la pena ricordare che ci sono alberi da frutto che non necessitano del processo di impollinazione per produrre frutti:

  • Agrumi (limone, arancia, mandarino)
  • Kiwi
  • alberi di fico
  • Cachi o kaki
  • alberi di banano

Questi tipi di alberi sono chiamati partenocarpici e daranno frutti anche se non c’è stata alcuna impollinazione precedente.

Cura di base degli alberi da frutto

1. Cosa osservare quando si sceglie un albero da frutto:

  • Evita quelle che hanno le radici arrotolate su se stesse, questo è segno che non è stato trapiantato da troppo tempo.
  • È preferibile che il tronco sia spesso piuttosto che sottile. Se devi scegliere tra due alberi della stessa varietà, scegli quello con il tronco più grosso, anche se più corto.
  • Osserva che non ci sono chiazze di radice al di fuori del terreno.

2. Pianifica un posto nel tuo frutteto o giardino in cui piantare l’albero da frutto. Questo spazio dovrebbe essere abbastanza grande da consentire all’albero di svilupparsi bene.

3. Posiziona l’albero in un luogo che riceve abbastanza ore di luce solare quotidiana che il tuo albero da frutto richiede.

4. Quando piantare l’albero? Il mese di febbraio è solitamente il periodo migliore dell’anno perché durante questo periodo né la fioritura né il germogliamento vengono interrotti e le gelate e le temperature più basse sono passate.

5. Il buco in cui trapianteremo l’albero deve essere più grande della zolla stessa.

6. Quando scavi la buca per piantare il tuo albero da frutto, metti uno strato di ghiaia sul fondo per evitare l’accumulo di acqua. Questo è molto utile soprattutto nelle zone con piogge molto frequenti. Non abusare dell’irrigazione e prova a farle tramite irrigazione a goccia. In questo modo evitiamo la comparsa di funghi sulle foglie in caso di irrigazione con un tubo o un irrigatore.

7. Substrato fertile, con un pH adatto all’albero da frutto che andrai a piantare. Una volta trapiantato, è conveniente concimare ogni autunno con fertilizzanti poveri di azoto e in primavera aggiungere azoto.

8. Potatura e polloni. È una delle aurore ricorrenti che dobbiamo compiere. Togliete quei rami che, pur folti e sani, non danno frutti. Il motivo è perché toglieranno risorse e forza all’albero e impediranno lo sviluppo di frutti su altri rami e anche l’albero potrebbe essere meno resistente a malattie e parassiti. Leggi questo post completo Perché, come e quando potare gli alberi da frutto .

9. Prevenire i parassiti. L’afide è molto tipico negli alberi da frutto. In questo post vi spiegheremo come prevenire e curare l’infestazione da afidi in modo ecologico .

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *