Suggerimenti

Tipi di substrati: [Concetto, Caratteristiche, Naturale e Artificiale]

I substrati sono materiali solidi che servono come base per la vita e lo sviluppo di piante o animali. La loro composizione è molto varia a seconda dell’ecosistema in cui si sviluppano.

Nell’ambito del giardinaggio e dell’agricoltura è molto utile conoscerne la composizione poiché è fondamentale per le fasi iniziali della messa a dimora delle piante , prima del trapianto in giardino o in campo.

Vuoi saperne di più e quali applicazioni può avere nel tuo frutteto e/o giardino? Bene, cominciamo

Qual è il substrato?

Il substrato è la superficie solida che viene utilizzata per far crescere una pianta.

Si differenzia dal suolo di tutti i giorni in quanto è molto più aerato e contiene più materia organica, raggiungendo livelli fino all’80% di quest’ultima.

È anche molto più leggero, il che aiuta l’acqua a defluire facilmente e le radici delle piante si adattano a loro piacimento.

La formazione dei substrati può avvenire in diversi modi , quindi vale la pena studiarne le caratteristiche in modo approfondito.


Biobizz 02-075-110 – Mix di terricci pre-fertilizzati All-Mix, 50 litri

  • Quando andrai a utilizzare l’impasto per la prima volta, inumidisci il substrato e lascialo riposare per 36 ore
  • È stato progettato per emulare il ricco suolo esterno con un ecosistema attivo
  • All Mix è un mix di terriccio abbondantemente prefertilizzato
  • CE = 2,4 Ph = 6,6

Ultimo aggiornamento 2021-06-10 / Link affiliati / Immagini API per affiliati

Quali tipi di substrati possiamo trovare?

I substrati possono essere classificati in due grandi gruppi: naturali e artificiali.

Substrati naturali

I substrati naturali sono quelli ottenuti da materia vivente soggetta a decomposizione.

Substrati artificiali

Quelli artificiali sono quelli che devono essere lavorati attraverso determinate procedure.

Per classificare i substrati in uno o in un altro gruppo, è necessario considerare le loro caratteristiche fisiche, chimiche e biologiche.

Quali proprietà ha il substrato?

Successivamente ci accingiamo a commentare le diverse proprietà che un substrato può avere: fisiche, chimiche e biologiche.

Proprietà fisiche 

  1. Porosità : consiste nella presenza di aria che ha il substrato e che è generata dagli spazi liberi di materia solida in esso.
  2. Densità : è lo spazio che il substrato tende ad occupare, tenendo conto sia della componente solida che dell’aria.
  3. Struttura : si riferisce al tipo di forma che il substrato adatta. Nella maggior parte dei casi è granulare e si può trovare anche la fibrillare.
  4. Granulometria : si riferisce alla dimensione delle particelle che il substrato contiene e che varierà con determinati stimoli, come l’umidità.

Vendita


Abafia Misuratore di pH del suolo, 4 in 1 Misuratore di pH del suolo, Misuratore di luce solare, Temperatura, Misuratore di umidità per piante, Giardino, Fattoria, Interno, Esterno

  • Kit per il test del suolo delle piante 4 in 1: verifica l’umidità del suolo (5 livelli), il valore del pH (da 3,5 a 9,0,12 livelli), …
  • Ampio schermo LCD retroilluminato: questo tester del suolo utilizza un ampio schermo LCD per visualizzare facilmente un …
  • FUNZIONAMENTO CONVENIENTE: collegare una batteria da 9V, rimuovere il coperchio di protezione dalla sonda e accenderla, inserire il …
  • Design per interni ed esterni: strumento ideale per testare le condizioni del suolo (umidità / luce / pH) di frutti, …

Ultimo aggiornamento 2021-06-10 / Link affiliati / Immagini API per affiliati

Proprietà chimiche 

Le proprietà chimiche sono quelle che facilitano il trasferimento dei nutrienti dal substrato alle radici delle piante.

Sono inclusi anche elementi che causano la degradazione dei componenti del substrato e rilasciano sostanze nutritive.

Proprietà biologiche

Le proprietà biologiche sono le attività che altri microrganismi hanno e che diventano dannose per la crescita delle piante.

Attraverso questi elementi, l’accesso delle piante all’ossigeno e ad altri nutrienti essenziali per la loro crescita può essere limitato .

Cosa sono i substrati naturali?

I substrati naturali sono quelli che si ottengono attraverso la natura, dove non c’è quasi bisogno di modificare la loro struttura.

Tra i principali substrati di questo gruppo abbiamo:

Sabbia

È uno dei più utilizzati perché è molto facile da ottenere.

A livello granulometrico è ottimo e presenta un buon livello di porosità. A seconda dei tipi di sabbia, la sabbia di fiume è la più favorevole per qualsiasi semina.

ghiaie

Sono substrati molto più compatti della sabbia e questo impedisce loro di avere un buon drenaggio. Tuttavia, il suo livello di porosità è elevato e diventa molto positivo.

Sono poco variabili nel tempo quindi permettono un buon lavoro di semina.

Ghiaia vulcanica

È uno dei substrati naturali più interessanti perché contiene già nella sua composizione alcuni dei nutrienti di cui le piante hanno bisogno per svilupparsi.

Ha un ottimo drenaggio.

acqua

Viene solitamente utilizzato come substrato iniziale nel caso di alcune piante che necessitano di elevati livelli di umidità per svilupparsi.

mob

Ne esistono due tipologie ben differenziate: le bionde e le nere, e ognuna ha una condizione determinante al momento della semina.

Le bionde hanno più materia organica, ma le nere sono più stabili. La tua selezione sarà basata sul tipo di pianta da coltivare.

Sebbene questi siano i tipi più comuni, puoi anche trovarne altri come fibra di cocco, letame , getti di vite senza fine , tra gli altri.

E i substrati artificiali?

I substrati artificiali sono quelli che contengono una serie di proprietà molto specifiche che aiutano a bilanciare quelle naturali.

Si ottengono modificando, in qualche modo, un materiale naturale.


Substrato in fibra di cocco senza torba per 70 L di terreno

  • Un blocco di 5 kg di torba in fibra di cocco di ricambio con acqua aufgequollen fiori di cocco circa 70 litri di terreno fine ….
  • Suggerimento: ogni riscaldatore è l’aufquellwasser, più volume ottieni. Inserire il blocco completamente pulito in un …
  • Lascia che il blocco di cocco 30 – 60 minuti (a seconda della temperatura dell’acqua) si gonfi e poi …
  • Puoi usare la fonte macinata o mista o la tua miscela di terra di fiori per realizzarli. piace anche…

Ultimo aggiornamento 2021-06-10 / Link affiliati / Immagini API per affiliati

In questo gruppo troviamo:

Substrato di perlite

È un materiale le cui proprietà principali sono una buona porosità e un’elevata capacità di trattenere l’acqua.

Argille espanse

Consentono di aumentare la porosità finale del supporto, anche se il problema che presentano è la bassa ritenzione idrica.

Vermiculite

All’inizio presenta buoni livelli di porosità e drenaggio dell’acqua.

Tuttavia, dopo un po’ di tempo la loro porosità si perde a causa dell’accoppiamento che si genera tra di loro, come avviene con la sabbia quando viene compattata.

Come vengono classificati i substrati in base alle loro proprietà?

In base alle loro proprietà, i substrati sono classificati come chimicamente inerti e chimicamente attivi.

Substrati inerti

Gli inerti sono quelli che esplicano un lavoro di supporto per le piante, ma non generano alcun tipo di azione sulla loro nutrizione.

Un esempio di questo tipo è l’argilla espansa.

Substrati attivi

D’altra parte, quelle chimicamente attivi sono quelli che agiscono come un supporto, allo stesso tempo che essi offrono un certo tipo di nutriente per lo sviluppo della pianta.

In questo caso, un buon esempio sarebbero i mob.


Substrati – Substrato Perlite 5L – Batlle

  • Componenti puri di altissima qualità, utilizzati come formatori di substrato; ideale per realizzare formule personalizzate…
  • La perlite offre una dimensione dei pori che fornisce ritenzione idrica facilmente assimilabile per la massima pianta
  • Oltre a fornire aerazione e spugnature all’ambiente
  • Peso della confezione: 1,3 chilogrammi

Ultimo aggiornamento 2021-06-10 / Link affiliati / Immagini API per affiliati

Quali sono i vantaggi del substrato?

I substrati hanno una serie di caratteristiche molto vantaggiose sia per le piante che per gli agricoltori o giardinieri.

Qui troviamo:

  1. Poiché vengono assemblati in base alle potenziali esigenze della pianta, di solito sono puliti da ogni tipo di malattia.
  2. Aiutano a sfruttare gli spazi dove la terra è già stata molto coltivata e non hanno buone condizioni.
  3. Rendono facile mantenere i corretti livelli di umidità e nutrienti a seconda dei casi.
  4. Promuovono la raccolta numerosa di frutti.

I substrati sono diventati indispensabili per garantire alle piante una crescita ottimale dal seme .

Infatti, per gli agricoltori più esperti, il substrato è una parte fondamentale prima di procedere al trapianto delle piante.

Questo aiuta i risultati dopo aver iniziato ad essere molto più efficienti rispetto a quando si seminano i semi direttamente nel terreno.


COMPO – Concime Guano Universale Compo 1 Kg

Ultimo aggiornamento 2021-06-10 / Link affiliati / Immagini API per affiliati

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.