Suggerimenti

Come usare i cartellini delle piante per tenere organizzato il vostro giardino (e 10 idee per i marcatori delle piante da usare da soli)

Non sono la persona più organizzata del mondo. Probabilmente sono uno di quegli scienziati pazzi con tutti i miei progetti in corso, gli appunti, i libri e così via, che mi incasinano gli spazi di lavoro.

Nonostante il caos generale che mi circonda, c’è un posto dove sono perfettamente organizzato. È nel mio giardino quando si tratta di seguire ciò che pianto, quando e dove.

Quando si inizia un orto e si coltiva un filare di piselli, un pezzo di lattuga e cetrioli in un’insalata, è facile organizzarsi. Man mano che le vostre abilità e le varietà da giardino si moltiplicano, diventa molto più difficile mantenere l’ordine.

Può essere difficile tenere traccia delle numerose varietà di piselli, fagioli, verdure di stagione calde e fredde, zucca estiva, zucca invernale, cetrioli, meloni, cavoli, broccoli, erbe aromatiche e altro ancora. Quindi, ogni giardiniere che va oltre le basi deve seguire questi tre passi per una buona organizzazione del suo giardino.

>


La chiave per organizzare il giardino

>

Prima di tutto, avete bisogno di una chiave per il vostro giardino. Ora, non voglio dire che devi chiuderla a chiave di notte o altro. Sto parlando di fare uno schizzo del vostro giardino e poi usare una chiave per sbloccare le vostre varietà vegetali e tenere traccia della vostra storia di rotazione delle colture.


Fase 1: disegnare e numerare le aiuole

>

Il mio modo preferito per farlo è quello di tenere uno schizzo delle mie aiuole da giardino. Poi, numero ogni letto da 1 all’importo che ho a disposizione. Poi faccio un elenco separato delle mie varietà e delle date di semina utilizzando il numero del letto per mantenere l’ordine.

Nel mio caso, i miei letti sono file di 3 piedi di larghezza che corrono per 40 piedi. Per le colture di base come le patate dolci, posso piantare l’intera fila con un solo raccolto. Di solito pianto da 3 a 6 diversi tipi di verdure in fila. Quindi, anche se il mio scalpellino è solo una fila lunga e larga, ai fini dell’etichettatura do ad ogni sezione di piantagione un numero diverso.


Fase 2: creare una chiave

>

Poi tengo un quaderno dove scrivo quello che ho piantato in ogni letto numerato. Io uso un piano di rotazione delle colture quinquennale. Quindi prendo appunti in incrementi di cinque anni.

Quando inizio un nuovo taccuino, lascio qualche pagina per ogni letto numerato. In questo modo posso prendere appunti sulla piantagione, la resa, la concimazione, le colture di copertura, ecc. per i prossimi cinque anni. Questo rende facile controllare e assicurarsi che non pianti le stesse famiglie in ogni letto più di una volta ogni cinque anni.

Scrivo la mia storia della piantagione, comprese le varietà, le date di semina e le note sul rendimento delle piante, i parassiti, le anomalie e i periodi di raccolta sul lato destro del quaderno. Poi prendo nota dei tipi di fertilizzanti e degli emendamenti che ho usato sul lato sinistro. Se faccio le analisi del terreno, scrivo anche i risultati dei test sul lato sinistro.

Sicuramente lo si può fare anche al computer. Ma mi piace portare il mio taccuino in giardino e riempirlo mentre sto piantando, quindi è la cosa migliore per me.


Fase 3: Etichettare i letti

Ora che avete la mappa e la chiave, il passo successivo è quello di etichettare le aiuole. Tecnicamente, una volta che si ha la chiave, non è necessario etichettare i prati. Tuttavia, così facendo, è molto più facile controllare le piantine e la crescita delle piante senza dover trascinare il computer portatile o il computer ogni volta che si fa un po’ di giardinaggio.


Etichette per piante come strumento da giardino

Ci sono molti vantaggi nell’utilizzare le etichette delle piante come strumento di giardinaggio. Sulle etichette, mi piace indicare il nome della pianta, la varietà piantata e la data di impianto. Questo mi aiuta a diserbare, a identificare i bisogni delle piante e a rimanere in contatto con il mio giardino.


1. identificazione precoce dell’erba

Le piantine di ortaggi si distinguono dalle erbacce anche quando si rompono per la prima volta. Ad esempio, le colture della famiglia dei cavoli, come il cavolo e le rape, tendono ad avere due cotiledoni che sembrano tagliati a metà, quadrifogli.

Le piantine non assomigliano affatto all’erba ed emergono più grandi della maggior parte delle altre latifoglie. Sapere che tipo di pianta dovrebbe crescere in ogni letto e come dovrebbero essere le piantine di queste piante significa che si può iniziare a diserbare con fiducia fin dall’inizio.

Quando si sperimenta una nuova pianta reliquia per la prima volta, non si può sapere come sarà quando germoglierà. Identificando il punto in cui l’avete piantata con un’etichetta della pianta, eviterete di confonderla con un’erbaccia quando si rompe nel terreno.


2. monitoraggio della germinazione e della crescita

L’utilizzo della data di semina aiuta a identificare rapidamente i problemi. Se piantate i semi di senape e non sono pronti in una settimana, probabilmente gli uccelli hanno mangiato i vostri semi. O avevi dei semi cattivi o sono diventati troppo caldi per germogliare.

Inoltre, le foglie simili all’erba che compaiono nel letto di carote dopo un giorno o due hanno più probabilità di essere erba che carote, anche se all’inizio si assomigliano. Le carote impiegano più di 14-21 giorni per germogliare dalla semina.

Inoltre, se sapete quanto velocemente si suppone che le piante crescano, uno sguardo alle date di semina può aiutarvi a determinare se le vostre piante sono sulla via di una buona produzione. Per esempio, per le piante a crescita rapida come il ravanello da colazione francese, se non iniziano a crescere entro poche settimane dalla semina, so che al mio letto manca un qualche tipo di minerale o di acqua.

L’uso delle etichette per aiutare a controllare la crescita delle piante è uno dei modi più semplici per individuare i problemi nelle vostre aiuole e risolverli rapidamente.


3. varietà da giardino non piatta

Mostrare la varietà delle piante sulle etichette è importante per me perché rende il giardinaggio più personale. Come conoscere il nome di qualcuno invece di chiamarlo “il postino” o “il ragazzo dell’UPS”, conoscere le vostre varietà rende le piante più di un semplice cibo. Il nome la dice lunga sulla storia della pianta, soprattutto sulle varietà ereditate.


Marcatori di impianto per la funzionalità

A seconda del tipo di giardino che state coltivando, le etichette delle piante che producete possono essere facili e veloci da seguire. Ecco alcune idee per etichette vegetali semplici e funzionali.


1. bastoncini di gelato

Usate gli economici bastoncini di ghiacciolo del negozio di artigianato per scrivere le informazioni sulla vostra pianta in un pennarello indelebile. Sono economici e possono essere trasformati in fertilizzante. I bastoncini di vernice funzionano bene anche a questo scopo.


2. forchette di plastica

Le forchette di plastica e un pennarello permanente sono altrettanto facili da usare. È un ottimo modo per riutilizzare tutti quegli utensili in plastica post-cooking o party che altrimenti andrebbero sprecati.


3. Stendibiancheria

Scrivete le informazioni sulla vostra pianta su una molletta con un pennarello a punta fine. Poi attaccarlo a un ramo o a un bastone per facilitare l’etichettatura della pianta. Potete anche restituirlo alla lavanderia dopo l’uso. Basta risciacquarli prima!


Marcatori vegetali per la decorazione

Oltre ad essere funzionali, le etichette possono anche essere molto decorative. Se state coltivando un orto (un giardino ornamentale), alzare il livello delle vostre etichette può rendere più belle le vostre aiuole e aggiungere fascino, soprattutto quando le piante sono giovani.

A scopo decorativo, le vostre etichette dovrebbero corrispondere al tema del vostro giardino. Le etichette rustiche sono molto utili nei giardini di campagna. Le etichette dipinte di fantasia sono perfette per i giardini dei cottage.

Ecco alcune grandi idee per l’etichetta che vi ispireranno a portare il vostro design di etichette al livello successivo.


1. della foresta

>

Queste scommesse sono molto facili da fare. Bastano pochi rami di legno morbido, un buon pelapatate e un pennarello permanente per aggiungere un po’ di robustezza. Raccomando di utilizzare un marcatore appuntito grande per il tipo di ortaggio, poi un piccolo marcatore appuntito per indicare la varietà e la data di impianto.


2. Dolce come la soda

>

Sono assolutamente perfetti per lo Shabby Chic o il giardino alla francese. Non posso credere che questo marcatore della pianta sia solo una lattina di soda timbrata con un telaio di sega a nastro attaccato a uno spiedino. Che furbizia!


3. L’elegante combinazione di sughero e forchetta

>

Uso molto i tappi di sughero come marcatori a base di erbe. Di solito li metto su dei bastoncini gratuiti che gli amici che escono a mangiare li raccolgono per me. Tuttavia, se volete indossare l’etichetta di sughero, aggiungete una forchetta e uno spago. Improvvisamente i tappi di sughero pieni diventano marcatori vegetali a cinque stelle.


4. L’amante del caffè

>

Non sapete cosa fare con tutti quei coperchietti per il caffè che vi sentite in colpa per averli ogni giorno? Metteteli a buon uso nel vostro giardino. I berretti neri con scritte bianche imitano la sensazione di un comitato del mercato contadino. Ma altri colori possono essere usati per aggiungere colore e splendore a un giardino eclettico.


5. Ghiaccio e classe

>

Se avete i tappi di sughero, scommetto che avete anche le bottiglie. Mettete quelle bottiglie vuote, e un po’ di vernice, per un uso creativo in giardino. Questo look da ardesia è solo l’inizio di quello che si può fare con un po’ di pittura su vetro e qualche minuto di tempo libero.


6. Sollevatore per lecca-lecca

>

Volete sollevare i coperchi delle lattine rimanenti? Trasformate i vostri coperchi usati in marcatori per piante come i lecca-lecca – questo è ideale anche per gli asili!


7. Imbrogliato

>

Questi sono i miei preferiti. Mi piace lo stile semplice e l’altezza. Li proverò nel mio giardino utilizzando poster leggermente più grandi in modo da poter includere i nomi delle mie varietà di piante da far leggere ai visitatori.


Conclusione

Anche se siete disorganizzati per il resto della vostra vita, tracciare le vostre piante con una chiave da giardino e una mappa, e identificare le vostre piante con tag funzionali o favolose può rendere il giardinaggio molto più facile.

Con un po’ di sforzo e creatività, le noiose etichette sulle vecchie piante possono essere trasformate in opere d’arte che aggiungono interesse quando le piante iniziano a crescere. Perché non lasciar volare la tua creatività e aiutare le tue capacità di giardinaggio a svilupparsi con una buona organizzazione?

>

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *