Suggerimenti

Cura della pianta Teucrium chamaedrys, Camedrio o Teucrio

Il nome Teucrio ha la sua origine in Teucrio, re di Troia, che si dice abbia scoperto le proprietà medicinali di queste piante. Il genere Teucrium appartiene alla famiglia Labiadas ed è composto da 300 specie di arbusti e piante perenni provenienti principalmente dalla parte orientale del Mediterraneo.

Le principali specie sono Teucrium chamaedrys, Teucrium fruticans, Teucrium heterophyllum, Teucrium pyrenaicum, Teucrium aroanium, Teucrium polium, Teucrium flavum, Teucrium scorodonia.

Riceve i nomi comuni di Camedrio, Encinilla, Teucrio, Zamarrilla de los muros, Germandria o Carrasquilla.

Encinilla è un piccolo sub-shrub che non supera i 30 cm di altezza. Ha piccole foglie aromatiche (al tatto) di colore verde scuro, disposte alternativamente e con bordo seghettato. I fiori sono colorati e abbondanti appaiono in gruppi ascellari e possono essere rosa o viola. Fiorisce in estate e attira le api (pianta del miele).

Viene generalmente utilizzata come pianta di copertura su pendii, aree rocciose o aree asciutte del giardino. Può essere conservato in fioriere e vasi per balconi, terrazze e patii. Si combina molto bene con altre piante aromatiche come Santolina, Rosmarinus e Lavandula. Ha proprietà medicinali digestive, lassative, antigoccia e antibronchite, tra le altre.

Il Camedrio richiede l’esposizione al sole o all’ombra e può resistere al gelo.

Anche se non è molto esigente con il suolo , purché non sia calcareo o argilloso, preferisce terreni silicei e molto ben drenati.

L’innaffiatura deve essere regolare, aspettando che la superficie del terreno si asciughi prima di annaffiare nuovamente.

Concimare il terreno con letame prima di piantare e con concime minerale una volta al mese in primavera e in estate.

Le foglie possono essere raccolte dalla tarda primavera alla fine dell’estate.

Il teucrio è una pianta abbastanza resistente che in genere non ha problemi di parassiti e malattie.

È possibile moltiplicarsi dai semi seminati in primavera o dividendo il cespuglio allo stesso tempo o in autunno (se l’inverno non è rigido). Anche tagliando in autunno.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.