Suggerimenti

Talee e margotta, due modi per riprodurre o moltiplicare le piante

Talee e margotta sono due modi semplici per riprodurre o moltiplicare piante da giardino e da giardino .

Ti darò alcuni consigli pratici dalle mie esperienze in modo che sia più facile per te moltiplicare le piante senza ricorrere alla semina.

Come fare le talee

Le talee sono fusti o rami che abbiamo ottenuto da una pianta madre che piantiamo in un substrato ricco di sostanza organica in modo che produca le proprie radici e dia una nuova pianta proprio come la madre.

Selezioneremo le piante più robuste e lucenti dalle quali prelevare le talee, e a seconda della loro grandezza, le talee saranno più o meno lunghe e saranno sempre proporzionate alla grandezza della pianta madre. In generale, si raccomanda che il taglio non superi i 15 cm di lunghezza.

Preferibilmente faremo le talee in primavera evitando giornate troppo calde e secche. Ti consiglio anche di annaffiare la sera prima in modo che il taglio abbia una migliore resistenza.

Una volta tagliato il ramo o lo stelo sotto uno dei nodi, togliamo le foglie e le gemme che può avere nella parte inferiore ma lasciamo le gemme e le foglie che sono nella parte superiore, questo servirà a migliorare la radicazione. Tra l’altro, per stimolare lo sviluppo delle radici che si può fare questo e fare un piccolo taglio alla base. Quindi lo piantiamo a una profondità approssimativa uguale o maggiore della metà della sua lunghezza.

Il substrato dove piantiamo la talea deve essere ricco di sostanza organica e avere un buon drenaggio. Altrettanto importante è proteggere la talea dai venti e dal sole diretto, soprattutto se fa già caldo.

A seconda della pianta e delle condizioni della talea, vedremo che inizia a svilupparsi e iniziano a germogliare nuovi germogli e foglie. A quel punto potremo trapiantare la pianta in una zona più soleggiata.

Come stratificare

Gli strati possono essere fatti in primavera e in autunno. Con la margotta si ottengono nuove piante interrando una porzione di uno dei rami della pianta madre nel terreno a cui abbiamo precedentemente fatto un piccolo taglio con un rasoio pulito. Questo substrato deve essere sempre mantenuto con una certa umidità e deve essere ricco di sostanza organica. Una volta che il ramo inizia a mettere radici, possiamo tagliare il ramo per dividere la pianta madre dalla nuova pianta.

La stratificazione dell’aria si ottiene legando a un ramo un sacchetto di plastica nero riempito con torba bagnata o substrato ricco di materia organica fino a quando non attecchisce.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.