Suggerimenti

Heliconia: [Coltivazione, Irrigazione, Associazioni, Parassiti e Malattie]

Punti importanti quando si semina Heliconia
  • Dove seminare? Molta luce. Non necessita di luce solare diretta. Mezza ombra.
  • Quando? In primavera-estate.
  • Come prepariamo il terreno? Rimosso, eliminando le erbacce . Con substrato 60% di pacciamatura con 30% di perlite e 10% di humus di lombrico.
  • Come innaffiamo? Spruzzando.
  • Quanto spesso annaffiamo? Ogni due o tre giorni in estate . Resto dell’anno frequentemente, senza eccessi.
  • Piaghe e malattie? viaggi,afidi , acari e nematodi. Botrytis, Achromobacter, Bacillus, Micrococcus e Pseudomonas.

L’Heliconia è una pianta erbacea perenne rizomatosa originaria delle regioni tropicali del Sud America, dell’America Centrale, delle Isole del Pacifico e dell’Indonesia.

È popolarmente conosciuto come platanillo, uccello del paradiso (ma da non confondere con Strelitzia), chela di aragosta o semplicemente heliconia.

Le brattee dell’heliconia sono gli organi più appariscenti della pianta , generalmente sono di colori primari o misti. La sua altezza varia da 70 cm a 10 m.

Il genere di heliconia è composto da circa 100 specie e le più diffuse sono la Bihai heliconia, l’heliconia rostrata e l’heliconia psittacorum.

Quando seminare l’eliconia?

La temperatura ottimale per il loro sviluppo è di 28ºC con un range tra 25 e 32ºC, non sopportano il gelo e non producono fiori quando superano i 35ºC.

L’heliconia si moltiplica per seme o per separazione dei polloni in primavera-estate.

Dove farlo?

Le eliconie non sono influenzate dal fotoperiodo e la loro fioritura dipende dalla temperatura. Dovrebbero essere piantati in pieno sole o in zone dove la maggior parte della giornata sono illuminati dalla luce del sole.

Nelle zone con incidenza di venti, è consigliabile utilizzare tende frangivento per contrastarne l’effetto e favorire la crescita dell’eliconia.

Come preparare il terreno?

L’Heliconia richiede che il terreno sia fertile ma ben drenato, preferibilmente acido. Una miscela di 60% di pacciamatura con 30% di perlite e 10% di lombrichi.

Il terreno da utilizzare deve essere privo di sassi e zolle per favorire un buon sviluppo radicale. Il rapporto tra suolo decomposto e materia organica è di tre a uno.

Si può generalizzare, entro certi intervalli, che gli aspetti nutrizionali di Heliconias e Alpinias sono molto simili a quelli delle Musaceae, dove l’ azoto (N) e il potassio (K) svolgono un ruolo importante nella normale crescita e nella produzione commerciale.

La maggior parte delle specie è altamente suscettibile alla carenza di potassio, non tollera i terreni basici o poco drenati.

Come innaffiamo l’heliconia?

Heliconia vive e prospera nelle foreste pluviali; non resistono alla siccità. A causa delle dimensioni delle loro foglie, si disidratano facilmente a causa della radiazione diretta, quindi a volte è necessario utilizzare l’ irrigazione a pioggia .

La quantità di acqua dipende dall’incidenza della luce, dalle esigenze della cultivar e dal periodo dell’anno.

L’Heliconia richiede un centimetro d’acqua al giorno se piantata in terreno ben drenato, 2,5 cm per specie che crescono in terreni più compatti e fino a 7 litri per pianta in produzione, in estate.

Il ristagno d’acqua non fa bene nemmeno all’eliconia, poiché se il terreno fosse costantemente bagnato durante l’inverno, le loro radici sarebbero gravemente danneggiate e potrebbero ammalarsi. Generalmente, i fiori tropicali sono preferiti quando l’umidità è superiore all’80%.

Come seminiamo un’eliconia passo dopo passo?

Per ottenere una coltivazione di eliconia di successo, è necessario eseguire un metodo di propagazione adeguato. Ciò include la realizzazione di lavori culturali in tempo utile per ottenere piante sane e di buona qualità.

Il primo raccolto di heliconia si ottiene tra i primi sette e dieci mesi dalla semina, ma il fiore di migliore qualità si ottiene dopo 12 mesi.

Semina eliconia dai semi

  1. Riempi un vassoio per piantine con pacciame misto a perlite al 30%.
  2. Seminare un massimo di due semi in ogni alveolo
  3. Coprire con uno strato sottile di substrato e spruzzare sulla superficie.
  4. Innaffia abbondantemente, ma senza pozzanghere.
  5. Posizionare il vassoio all’esterno , in mezz’ombra.
  6. Germineranno in circa due settimane.

Semina eliconia usando talee

  1. Aspetta che le ventose abbiano una taglia 1 facilmente manipolabile (circa 10-15 cm di altezza),
  2. Scava un po’ con una piccola zappa a mano e poi separalo con un coltello seghettato.
  3. Impregnare la base con i rooter fatti in casa
  4. Pianta singolarmente in vaso.
  5. Innaffia abbondantemente, ma senza pozzanghere.

Quali associazioni favorevoli ha?

L’associazione di colture vegetali compatibili produce benefici rispetto alla loro coltivazione separata, oltre all’utilizzo di luce, acqua e/o sostanze nutritive.

Essendo una pianta di tipo tropicale, potrebbe essere favorevole piantarla con altre della stessa specie, avendo molta cura dell’irrigazione, della concimazione e della sua posizione al sole.

Quali parassiti e malattie attaccano l’eliconia?

I parassiti più comuni nell’eliconia sono: tripidi, afidi, acari e nematodi, tra gli altri.

I Tripidi sono piccoli insetti dai movimenti rapidi che succhiano la linfa. Attaccano lo stelo dell’eliconia, ne influenzano la crescita e ne deformano i fiori.

Afidi verdi e afidi neri invadono foglie giovani e germogli, che sono gravemente colpiti perché tali insetti succhiano la linfa dalla pianta.

I ragnetti rossi possono causare danni significativi all’eliconia, sono di colore rosso e si nutrono della linfa delle piante, che si trova solitamente nella parte inferiore delle foglie, agli angoli delle nervature. I nematodi distorcono il fogliame e lo stelo, i bulbi diventano marroni e la fioritura è tardiva.

Se un bulbo affetto viene tagliato trasversalmente, si osservano anelli di colore scuro nel tessuto. Tra le malattie che l’heliconia può presentare ci sono: muffa grigia (Botrytis cinerea), Achromobacter, Bacillus, Micrococcus e Pseudomonas, che causano gravi danni all’intera pianta.

Bibliografia e riferimenti

Boris, P. Manuale di Floricoltura . 1995. pag. 2-3.

Banca dati digitale

  • Hogarmania.com. Heliconia cura . Riprodotto da: https://www.hogarmania.com/jardineria/fichas/plantas/heliconia-bihai-26384.html
  • Sanchez Monica. L’eliconia . Jardineriaon.com. Riprodotto da: https://www.jardineriaon.com/heliconia.html
  • Ecured.com. Heliconia orthotricha . Riprodotto da: https://www.ecured.cu/Heliconia_ortotriche

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.