Suggerimenti

Talee: [Concetto, Tempo, Radicamento e Semina]

Cosa significa piantare per talea?

La propagazione per talea è una forma di riproduzione asessuata da un frammento, una foglia, un fusto o una radice di una pianta per generarne una nuova identica alla precedente.

La tecnica di piantare talee è ampiamente utilizzata e consigliata dagli orticoltori ed è il metodo preferito dagli appassionati di giardinaggio perché semplice e di facile esecuzione.

Esistono talee con diverso grado di lignificazione e si dividono in legnose, semilegnose ed erbacee. Le talee possono essere tenere; giovani; semi maturo; di gemme fogliari; fogliare e radicale.

Il materiale da utilizzare per il taglio deve provenire da piante madri esenti da malattie e ben coltivate, cioè deve essere sano e ben sviluppato.

Piantando per talea, gli agricoltori possono moltiplicare un buon numero di piante da un singolo esemplare e mantenere le caratteristiche dell’originale sugli steli.

Quando si tratta di arbusti, le talee possono essere di due tipi principali: talee legnose che sono legno duro e talee semilegnose che sono legno dolce .

Qual è il momento migliore per piantare talee?

Le talee legnose vengono raccolte durante l’autunno per la semina in primavera.

Il momento migliore per piantare talee semilegnose è tra la metà della primavera e l’inizio dell’estate.

Con le moderne tecniche e gli attuali progressi scientifici, la riproduzione delle talee può essere effettuata in qualsiasi periodo dell’anno, seguendo condizioni ambientali ad essa favorevoli.

Come far radicare correttamente le talee degli alberi?

L’uso di ormoni radicanti non è richiesto in modo che le talee degli alberi possano facilmente farlo. Si consiglia comunque di utilizzare regolatori di crescita del tipo auxina che favoriscono la formazione delle radici, ne aumentano il numero e la qualità e danno uniformità al processo di radicazione.

Nelle talee legnose si consiglia di utilizzare ormoni liquidi invece di ormoni in polvere poiché questi tipi di talee impiegano più tempo a radicarsi. 

Le sostanze chimiche sintetiche più performanti per stimolare la produzione di radici sono l’acido indolo butirrico (IBA) e l’acido naftalene acetico (ANA), perché non sono tossici in un’ampia gamma di concentrazioni e sono efficaci. 

Come dobbiamo prendere le talee per piantarle?

Ottenere albero talee è relativamente semplice: si raccomanda di taglio tagli di ramo che sono più di un anno e con spessore di circa 6 a 10 cm e 15 a 20 cm.

Il taglio di base dovrebbe essere eseguito appena sotto il nodo o il bocciolo e il taglio superiore da 1,5 a 2,5 cm sopra un altro nodo. Il taglio di base deve essere diritto e il taglio di estremità smussato.

Una volta tagliata la talea , le foglie e gli eventuali germogli vanno rimossi per evitare un’eccessiva sudorazione che potrebbe seccarli. Nei cespugli a foglia perenne , si consiglia di eliminare le foglie inferiori, lasciando solo 2 o 3 paia di foglie della punta.

Generalmente le talee vengono piantate in contenitori coperti, anche se si può fare anche all’aperto direttamente nel terreno. L’igiene è essenziale quando si prendono le talee per le quali si consiglia l’uso di attrezzi da giardino appropriati, puliti e disinfettati.

Anche il clima è importante, nei climi temperati è possibile radicare le talee di molti alberi direttamente all’esterno , con le condizioni che la pianta richiede .

Per quanto tempo dobbiamo lasciare le talee nell’acqua?

Si sconsiglia di lasciare a lungo in acqua le talee legnose o semilegnose degli alberi ma di piantarle dopo che sono state tagliate e preparate per la messa a dimora, poiché possono perdere i loro nutrienti.

È conveniente usare il compost o il compost?

Per la messa a dimora delle talee si consiglia l’utilizzo di un substrato sabbioso con parti uguali di torba o perlite in modo da ottenere un sufficiente drenaggio.

 Si raccomanda anche l’uso di terriccio in modo che le talee possano svilupparsi in modo sano.

Quanto tempo ci vuole di solito per il taglio di un albero?

Il tempo necessario per far emergere una talea dipenderà dal tipo di talea, dall’età del fusto, dal modo in cui è stato preparato e dalle condizioni di umidità e temperatura. 

In generale, gli alberi legnosi possono impiegare da 1 a 3 anni per nascere, ma una volta piantate le talee nell’autunno successivo, le loro radici inizieranno a emergere.

Affinché le talee possano germogliare bene, si consiglia di posizionarle in luoghi dove il sole diretto non le colpisce, senza forti venti e con elevata umidità intorno.

Bibliografia e riferimenti

  • Bent Ana. (2019). Grande libro di giardinaggio indoor. Prima edizione. Servilibro Ediciones, SA Madrid-Spagna. PP 43-47.
  • Manuale di propagazione delle piante superiori. Università Metropolitana Autonoma. Prima edizione digitale 2017, Coyoacán. Messico PDF.

Banca dati digitale

  • Un semplice trucco per far crescere le piante per talea . Riprodotto da: https://www.youtube.com/watch?v=GfHWU_y_gX8
  • Ecured.com. talee Riprodotto da : https://www.ecured.cu/Esqueje
  • López D e Carazo N. La produzione di talee. Riprodotto da: https://www.researchgate.net/publication/28280218_La_produccion_de_esquejes
Nella nostra pagina puoi saperne di più sulla riproduzione per talea di alcune piante e alberi:
  • Talee di rosa.
  • Talee del cespuglio di rose in patata.
  • Talee di olive .
  • Ritagli di rosmarino.
  • Talee di lavanda.
  • Talee di gelsomino.
  • Talee di edera .
  • Talee di geranio.
  • Talee di mandarino.
  • Talee di cipresso.
  • Ritagli di garofano.
  • Talee di Dracena marginata.
  • Ritagli di garofano.
  • Talee di Camelia .
  • Talee di cactus.
  • Talee di bouganville.
  • Talee di bambù.
  • Talee di patate dolci.
  • Talee di bosso.
  • Ritagli di carciofi .
  • Talee di begonia.
  • Talee di alberi.
  • Ritagli di mandorle.
  • Talee di aloe vera.
  • Talee di oleandro .
  • Talee di agrifoglio.

 

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.