Suggerimenti

Piantare barbabietole: come farlo in [12 passaggi + immagini]

Lo sapevi che l’uso più comune delle barbabietole è come verdura , ma è anche molto usata come fonte di zucchero e per fare coloranti ?

O … che le barbabietole possono far assumere un colore rossastro alle urine e alle feci di alcune persone ?

Questo perché queste persone mancano dell’enzima che metabolizza questo pigmento nell’intestino.

Se sei interessato a  impara a coltivare le barbabietole nel tuo giardino  Per poterli cucinare in modo ecologico e senza insetticidi, forse questa guida ti aiuterà…

Mi accompagni?

Punti importanti per piantare barbabietole:
  • Quando?  Fine aprile a metà giugno.
  • Dove?  Clima temperato, soleggiato e umido. Ha bisogno di 6-8 ore di luce solare.
  • Tempo di raccolta? Circa 3 mesi. Da fine luglio.
  • Come prepariamo il terreno?  Il terreno è neutro, umido e fertile senza molta acidità. Il pH corretto è intorno a 6.5 e 7.0.
  • Come innaffiamo?  Richiede annaffiature moderate, evitando pozzanghere.
  • Come raccogliamo?  8 settimane dopo la semina e raggiungono un diametro approssimativo di 8 cm
  • Associazioni favorevoli? Aglio , cipolle , indivia, spinaci , cavoli , sedano e lattuga .
  • Associazioni sfavorevoli? Fagioli , piselli e legumi in genere.
  • Piaghe e malattie? Afide, mosca della barbabietola, lumache , silfide della barbabietola, muffa e ruggine .

La barbabietola o barbabietola è una pianta appartenente alla famiglia delle Quenopodiaceae , che comprende circa 1.400 specie di piante.

Questa famiglia comprende anche altri ortaggi come spinaci, rucola e bietole .

Il suo nome botanico è Beta vulgaris ed è una delle colture più importanti per l’ottenimento dello zucchero.

Quando seminare le barbabietole? Gli appuntamenti

Vogliamo seminare barbabietole da fine aprile a metà giugno .

Vendemmia: Fine luglio.

Dove piantare le barbabietole? Temperatura e luminosità

I climi temperati, soleggiati e umidi contribuiscono a una maggiore produzione di barbabietole.

È molto  l’intensità della luce è importante, poiché consente il corretto esercizio della fotosintesi e determina l’importanza dell’elaborazione dello zucchero.

Si consiglia di trascorrere tra le 4 e le 6 ore in condizioni di luce intensa e il resto della giornata in condizioni di ombra moderata.

Sono molto sensibili al freddo , quindi le barbabietole non dovrebbero essere seminate  fino alla fine delle gelate .

Come innaffiamo le barbabietole? Umidità e rischi

Sebbene sia poco impegnativo in termini di irrigazione , l’acqua è un fattore che influenza la qualità della barbabietola.

Richiede annaffiature moderate , evitando pozzanghere .

Il volume d’ acqua necessario per la germinazione è di 20 l/m2 , ma se non viene ricevuta nuova acqua entro 15-20 giorni , la semina può andare persa.

I primi giorni, prima dei primi germogli , le innaffiature devono essere abbondanti , cercando di mantenere il terreno umido al tatto .

Una volta emersi i primi germogli , sarà necessario annaffiare solo ogni due settimane quando non piove.

L’eccessiva irrigazione fa sì che le barbabietole producano più foglie e meno radici , mentre la mancanza di irrigazione crea radici legnose.

Come prepariamo il terreno? Il substrato e i nutrienti

Per crescere necessita di terreni ricchi di sostanze nutritive , principalmente potassio e fosforo .

Preferiscono terreni neutri, umidi e fertili senza molta acidità.

Il terreno dovrebbe essere sciolto e non avere molta argilla o sabbia .

Preferibilmente il terreno deve essere profondo , con elevata capacità di ritenzione idrica , e buona aerazione.

I terreni argillosi, sabbiosi, gessosi e non asciutti sono favorevoli a questa coltura. Poiché hanno una capacità di ritenzione idrica inferiore o, al contrario, si allagano facilmente.

Tuttavia, possono tollerare un terreno argilloso se è stato precedentemente allentato e se viene aggiunta materia organica ben decomposta in eccesso.

 Il pH corretto è intorno a 6.5 e 7.0 .

Come seminare le barbabietole passo dopo passo

  1. Pulisci il terreno. Si toglie le erbacce , pietre, detriti da colture precedenti e tutti i tipi di residui per garantire che le barbabietole ricevano la giusta quantità di nutrienti.
  2. Assicurati che il substrato abbia un buon drenaggio. Controllare che le pozzanghere non si formino molto facilmente.
  3. Lavora il terreno per prepararlo. Il terreno deve essere lavorato alla profondità di una pala manuale. Puoi usare un rastrello per allentare il terreno. Se hai un terreno pesante, è meglio prepararlo nel tardo autunno . Se il terreno è leggero, puoi prepararlo all’inizio della primavera .
  4. Inumidisci il terreno prima di piantare barbabietole. In questo modo riduci il rischio di espellere i semi dalla forza dell’acqua.
  5. Fertilizzare il terreno. Spargi un po’ di compost sul terreno per migliorare la qualità generale prima di iniziare a seminare i semi. Mescolarlo al terreno ad una profondità compresa tra 10 e 15 cm
  6. Inserire i semi a 3 cm di profondità , in solchi poco profondi. Metti da 2 a 3 semi in ogni buca, lasciando tra 20 e 25 cm di distanza tra ogni buca.
  7. Cerca di lasciare una distanza tra 40 e 60 cm tra ogni fila. Ricoprire i semi di terriccio, premendo in modo che aderisca bene al seme.
  8. Ricorda che il seme della barbabietola deve essere completamente a contatto con il terreno, quindi è necessario un substrato solido affinché la radice si attacchi saldamente al terreno.
  9. Innaffia abbondantemente dopo aver piantato le barbabietole , mantenendo sempre il terreno umido, ma evitando di creare pozzanghere. Quando si innaffia, fare attenzione a non bagnare le foglie, poiché le radici diventano più fibrose e la barbabietola perde il suo sapore zuccherino.
  10. L’ irrigazione a goccia è la più consigliata , poiché previene anche le malattie.
  11. Dieci giorni dopo la semina, i semi germoglieranno. Riduci le annaffiature a una volta alla settimana o ogni due settimane, a seconda delle condizioni della regione in cui vivi.
  12. A cinque settimane, quando le piante hanno 4 o 5 foglie , dovresti selezionare le piantine più sane e forti , nel caso in cui sia germogliato più di un seme in ogni buca. Per fare questo, non tirare i deboli, poiché puoi danneggiare le foglie.
  13. È sufficiente una semplice potatura a livello del suolo. Quelli che abbiamo ritirato, possiamo consumarli in insalata.
  14. Concima le tue piante . Aggiungere un sottile strato di compost ricco di fosforo e potassio . Se lo ritieni necessario, puoi percorrerli. Aggiungi del terreno vicino ai germogli per evitare che crescano erbacce . Il movimento terra deve essere effettuato con la massima cura per non danneggiare le barbabietole, poiché crescono molto vicino alla superficie.
  15. Proteggi le tue piante dagli uccelli. Puoi coprirli per proteggerli dagli uccelli e da altre specie predatorie.
  16. Controlla regolarmente le tue piante per evitare parassiti e malattie .

Raccolta e raccolta delle barbabietole

Possiamo raccoglierli da luglio.

Sono pronte per la raccolta quando raggiungono le 8 settimane dalla semina e raggiungono un diametro approssimativo di 8 cm , poiché se sono troppo grandi non avranno altrettanto sapore .

Per raccoglierli, tieni la parte superiore e sposta la radice con uno strumento .

Taglia le radici e le foglie mezzo centimetro sopra la radice.

Se le foglie sono sane puoi usarle per fare il Compost .

Lascia asciugare le barbabietole appena raccolte fino al tramonto, dopo che tutto il terreno è stato rimosso.

Associazioni favorevoli di barbabietole

Si associano bene con aglio e cipolla , poiché questi, tra le altre cose, aiutano a respingere le lumache.

Altri buoni abbinamenti sono: indivia, spinaci, cavoli, sedano e lattuga .

La semina delle barbabietole con fagioli e altri legumi è sconsigliata .

Parassiti e malattie comuni

afidi

Indeboliscono la pianta. L’afide che più attacca il raccolto di barbabietola è l’afide nero.

L’afide può compromettere il raccolto in brevissimo tempo .

Per combatterli , il sapone di potassio può essere applicato alla parte inferiore delle piante.

Se la peste persiste o è molto abbondante, dopo aver pulito le foglie con il sapone, applicheremo l’ estratto di neem , che fungerà da insetticida.

Mosca della barbabietola

Le cui larve bucano le foglie.

Di solito non provoca gravi danni, anche se in condizioni climatiche favorevoli le larve si riproducono velocemente e possono mettere in pericolo il raccolto. Il sapone di potassio può essere applicato sul lato inferiore delle piante e sull’estratto di Neem.

Silfo di barbabietola

Sono scarafaggi molto piccoli.

Per controllarlo, la pianta può essere lavata con acqua e nicotina.

Nematodi

I nematodi penetrano nel tessuto radicale , succhiano il succo cellulare e depongono le uova nella corteccia radicale.

Essi sono trattati con sterilizzazione a vapore e solarizzazione , che consiste di elevare la temperatura del suolo ponendo una plastica trasparente foglio sul terreno per un minimo di 30 giorni.

Ruggine

Questa malattia di solito compare alla fine dell’estate .

I suoi sintomi sono facili da riconoscere , poiché sulle foglie compaiono delle pustole , di 1 mm di diametro e di colore bruno.

Per il suo controllo, si raccomanda l’uso di varietà resistenti e fertilizzanti azotati in eccesso .

Per evitare che il suo aspetto, i Berberis vulgaris arbusto deve essere trovato ed eliminato nelle vicine aree di crescita.

Muffa

Per combatterla si consiglia di eliminare erbacce e residui colturali, nonché di evitare l’eccesso di umidità favorendo un’adeguata ventilazione della pianta.

Si deve rimuovere le foglie colpite . Si può anche applicare l’ estratto di equiseto .

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.