Suggerimenti

Antracnosi: che cos’è e trattamento

I parassiti fungini causano enormi perdite economiche ogni anno in tutti i tipi di colture. Combatterli non è sempre facile e, in molti casi, l’unica soluzione possibile è distruggere tutte le piante o le colture infette.

Questa volta parleremo di antracnosi o macchia fogliare fungina, una malattia causata da uno dei funghi più pericolosi e diffusi, soprattutto nelle zone calde e umide. Se vuoi saperne di più su cos’è l’antracnosi e sul suo trattamento, tra gli altri dettagli, unisciti a noi in questo articolo di EcologíaVerde.

cos’è l’antracnosi

Chiamato anche cancro o cancro, l’antracnosi è un sintomo di malattia delle piante colpite da funghi dei generi Gloeosporium, Collectotrichum e Coniothyrium fuckelii.

Solitamente si trova nei climi tropicali, con temperature e umidità elevate, e si riconosce dalle macchie marroni che compaiono sulle foglie delle piante, intorno ai nervi. Iniziano come piccole macchie circolari, che si scuriscono e diventano necrotiche. Oltre a livelli di calore e umidità superiori al 90%, una delle cause più comuni del suo aspetto è la sofferenza di ferite da parte della pianta, dovute sia a potature incuranti, colpi o attacchi di insetti..

Riguardo a quali colture sono più soggette a subire il suo attacco, si possono trovare principalmente agrumi, ulivi e alcuni ortaggi. In questo modo, non è difficile vedere i sintomi dell’antracnosi nel mango, nell’avocado, nel pomodoro, nella papaia o persino nel caffè.

È raro che l’antracnosi possa arrecare gravi danni alla maggior parte delle specie vegetali, ma è una grave perdita economica per il danno estetico che provoca ai frutti, che non sono più idonei alla vendita a causa delle numerose macchie grigie che esibiscono. Tenendo conto di ciò, e del fatto che il parassita colpisce soprattutto le colture agricole, è un problema molto più serio per gli agricoltori rispetto ai giardinieri amatoriali o ai proprietari di piccoli frutteti.

Se le tue piante mostrano segni scuri sulle foglie, potrebbe essere dovuto all’antracnosi, ma ci sono altre possibili cause. Qui puoi saperne di più sulle macchie marroni sulle piante.

Sintomi e segni di antracnosi nelle colture

Ci sono segni inequivocabili che le piante soffrono di una tale infezione fungina. Quindi, se vedi alcuni di questi sintomi di antracnosi sulle foglie delle tue piante, non esitare a iniziare rapidamente a prendere le misure e i trattamenti che vedrai in seguito.

  • Macchie rotonde e scure sulle foglie.
  • Marcire.
  • Decadimento di foglie e steli.
  • Goccia prematura di frutti e fiori.
  • Macchie rotonde e scure sui frutti.

Antracnosi: trattamenti

Ci sono una serie di misure preventive e terapeutiche che possono essere adottate per combattere l’attacco di antracnosi. Questi sono alcuni di loro:

  • Disinfettare il terreno prima della messa a dimora: si consiglia l’uso di fungicidi di tipo ecologico, anche se è possibile trovare prodotti chimici anche nei negozi specializzati. Un terreno adeguatamente disinfettato avrà molte meno probabilità di avere le giuste condizioni per lo sviluppo di antracnosi e altri tipi di funghi. Oltre ad applicarlo come prevenzione, se compaiono questi funghi, è meglio rimuovere le parti interessate (o l’intera pianta) e applicare più fungicida. Qui ti raccontiamo tutto sui fungicidi fatti in casa più efficaci e su come prepararli.
  • Garantire un buon drenaggio: è difficile migliorare il drenaggio in ampi spazi di impianto, ma se si tratta di un piccolo giardino, dovresti spendere un po’ di energia per assicurarti che la tua terra abbia il miglior drenaggio possibile. Inoltre, gli accumuli di acqua e le inondazioni non solo sono un ottimo terreno fertile per questi funghi, ma sono anche dannosi per la stragrande maggioranza delle colture.
  • Separa bene le tue colture: se le previsioni del tempo annunciano una stagione piovosa con temperature elevate, cerca di distanziare l’una dall’altra i telai delle piantagioni. Pertanto, se uno di loro è infetto, renderai almeno difficile la diffusione del fungo a quelli adiacenti.
  • Eliminare le erbacce: l’eliminazione delle piante avventizie, comunemente dette «erbacce», può essere molto utile anche nella prevenzione dell’antracnosi. Poiché i loro funghi possono essere diffusi da tutti i tipi di piante ed erbe, anche l’erba può essere una superficie su cui spargersi. Mantenere il terreno libero da piante avventizie rallenterà la diffusione del fungo e quindi sarai in grado di localizzare e isolare prima la messa a fuoco.
  • Elimina le piante danneggiate: una volta individuato il punto infetto, non lasciare resti. Estrarre le piante colpite e smaltire completamente i loro resti.
  • Non bagnare le foglie: se puoi evitarlo, cerca di non bagnare la parte aerea delle piante. Foglie, steli e fiori sono particolarmente suscettibili all’attacco dei funghi quando soffrono di condizioni costantemente umide. Un sistema di irrigazione diretto a terra è più consigliato.
  • Evita la monocoltura: questa è una misura molto vantaggiosa contro tutti i tipi di parassiti, e non solo contro l’antracnosi. Inoltre, utilizzando una varietà di colture, rafforzi i microrganismi benefici nel terreno, che aiutano a tenere a bada funghi ed elementi nocivi.
  • Disinfettare gli attrezzi da potatura: questa è un’altra pratica sempre consigliata, ma particolarmente importante in questi casi. Disinfettare con alcool sia prima che dopo la potatura.

Se desideri leggere altri articoli simili a Antracnosi: cos’è e come trattamento, ti consigliamo di visitare la nostra categoria Suggerimenti.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.