Orti di cura generale

Quali sono le verdure più facili da coltivare?

L’interesse per la coltivazione di frutta e verdura è in crescita ed è più facile che mai coltivare frutta e verdura gustosa e sana in casa.


In sintesi

La buona notizia è che non c’è bisogno di un giardino, perché anche un piccolo orto o qualche vaso nell’orto può coltivare una vasta gamma di verdure coltivate in casa.

Anche se la maggior parte degli ortaggi è abbastanza facile da coltivare, ci si può chiedere quali siano i più facili da coltivare. Spesso ci viene chiesto se possiamo elencare i più facili, quindi ecco i nostri 10 Must Haves dell’orto.


Inizio

Per mantenere le cose semplici e facili, è meglio concentrarsi sugli ortaggi che possono essere piantati direttamente dove saranno raccolti. Le foglie di insalata tagliate e girate sono ideali perché possono essere raccolte secondo necessità per fornire una successione di foglie per diverse settimane dopo la semina.

Molte colture di lattuga, soprattutto ravanelli e lattuga, sono difficili da battere a causa della loro rapida semina al momento del raccolto. Possono anche essere utilizzati come “colture di cattura”, che vengono coltivate tra le altre colture a lungo termine per sfruttare al meglio lo spazio.

Molti ortaggi sono attraenti e decorativi di per sé, per cui possono essere coltivati accanto ai loro fiori in aiuole e ai bordi.


Raccolta in contenitori

Tutti questi ortaggi – e quasi tutti gli altri – possono essere coltivati in contenitori in cortile o altrove nell’orto. Questo significa che si può uscire dalla porta sul retro e raccogliere le verdure più fresche e gustose.


I 10 ortaggi più facili da coltivare

  • Barbabietola: semina a intervalli a partire da metà marzo. Raccolto da 11 settimane dopo la semina.
  • Fagioli: da piantare preferibilmente in primavera. Le varietà nane hanno bisogno di meno spazio e non hanno bisogno di pali. Vengono raccolti circa 14 settimane dopo la semina.
  • Zucchine e zucche: seminare all’aperto una volta che il terreno si è riscaldato, da maggio a fine giugno. Le varietà compatte e dense sono ideali per piccole superfici e contenitori. Raccogliere 10-14 settimane dopo la semina.
  • Le foglie di lattuga vengono tagliate e affettate di nuovo: Diluire le piante per l’uso in cucina, poi continuare a tagliarle. Raccogliere 6-8 settimane dopo la semina.
  • Fagiolini verdi: da piantare all’aperto una volta che il terreno si è riscaldato, da maggio a fine giugno. Raccogliere 8-12 settimane dopo la semina.
  • Lattuga : Le lattughe più piccole, come Pollicina o Piccola Gemma, occupano meno spazio e ci sono meno rifiuti. Vengono raccolti da 8 a 14 settimane dopo la semina.
  • Patate: Le varietà precoci sono le migliori e conferiscono alle patate quel nuovo sapore. Piantate le patate da semina da metà a fine marzo per le prime precoci e da inizio a metà aprile per le seconde precoci. Raccolto in 12-14 settimane.
  • Ravanello: semina ogni due settimane da marzo a giugno per un raccolto continuo. Raccogliere 3 o 4 settimane dopo la semina.
  • Fagioli di Spagna: da piantare all’aperto una volta che il terreno si è riscaldato, da maggio a fine giugno. Raccogliere 12-14 settimane dopo la semina.
  • Scalogno: l’impianto di scalogno è stabilito in febbraio o marzo. I germogli maturano rapidamente, producendo ciascuno da 8 a 12 scalogni supplementari. Pronti al raccolto in 18 settimane.


Ortaggi costosi che si possono coltivare a casa

Quando lo spazio è limitato, spesso ha senso concentrarsi su verdure costose da acquistare. Ecco la nostra lista di quelli che sono economici e facili da coltivare, ma costosi da acquistare nei negozi:

  • Fagioli
  • Fagiolini verdi
  • Fagioli di Spagna
  • Barbabietola
  • Broccoli (germogli viola e bianchi, calabrese)
  • Cavolini di Bruxelles
  • Zucchine
  • Porri
  • Lattuga
  • Piselli (per lo più mangetout)
  • Ravanello
  • Foglie di insalata
  • Cipolle in insalata
  • Scalogni
  • Spinaci

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *