Vourgette

Trattamento del marciume delle zucchine: fissare il marciume del fiore nella zucchina

Se avete mai coltivato pomodori in contenitori, come ho fatto io quest’estate, potreste avere familiarità con il marciume a punta di fiore. Anche se i pomodori sono soggetti al marciume di fine fiore, molti tipi di zucca sono anche suscettibili di marcire, in particolare di marciume di fine fiore nella zucca. Cosa causa il marciume dei fiori di zucca e c’è una cura per questa malattia?

Cosa fa marcire la fine della fioritura nella zucca?

Il marciume della punta del fiore nella zucca si manifesta dapprima come un piccolo livido sulla punta del fiore del frutto, che gradualmente si ammorbidisce e si scurisce fino a marcire definitivamente.

Il marciume dei fiori terminali è una carenza di calcio che viene riconosciuta dal problema secondario della zona di marciume scuro causato da un fungo. Questa mancanza di calcio nel suolo è dovuta ad una serie di fattori, tra cui l’estrema umidità del suolo, l’eccessiva fertilizzazione o i danni alle radici solitamente causati dalla coltura. In caso di danni alle radici, le radici di alimentazione possono essere state danneggiate dalla zappa.

Le piante robuste sono anche più inclini al marciume delle punte dei fiori perché hanno un maggiore bisogno di calcio extra.

Il calcio è necessario per il processo di crescita perché genera una crescita sana della parete cellulare. Una volta che la pianta ha assorbito il calcio, non si sposta più dalla parte della pianta da cui è stato prelevato, quindi ha bisogno di un apporto continuo di calcio per tutta la stagione di crescita, fioritura e produzione.

Prevenzione del marciume di fine fiore nelle zucchine

È meglio prevenire il marciume apicale delle zucchine che curarle una volta che sono state colpite. Testate il vostro terreno prima di piantare per vedere se ha livelli di calcio adeguati. L’ufficio locale dell’estensione può aiutarvi a condurre le analisi del terreno.

Inoltre, è necessario mantenere un’irrigazione costante e mantenere il terreno uniformemente umido. Pacciamare le piante per aiutare a trattenere l’acqua con un pacciame organico, come la paglia, o pacciame inorganico, come la plastica nera. Quando si coltiva intorno alle zucchine, così come ai pomodori, ai peperoni e alle melanzane, fate attenzione a non tagliare le radici dell’alimentatore, che farebbero pensare alle piante di essere stressate dall’acqua e innescherebbero il marciume finale del fiore.

Le zucchine non richiedono grandi quantità di azoto, che può portare ad un fogliame rigoglioso e sano e a poca o nessuna frutta. L’eccesso di azoto provoca anche il marciume sulla punta del fiore della zucchina in quanto blocca l’assorbimento del calcio. Evitare i fertilizzanti ad alto contenuto di azoto e di ammoniaca (come il letame fresco) che stimolano la crescita del fogliame, aggiungono sale al terreno e bloccano l’assorbimento del calcio. Questo vale soprattutto per le zucchine, o per tutte le cucurbitacee, che vengono coltivate in contenitori. Hanno bisogno di un fertilizzante che contenga micronutrienti, tra cui il calcio.

Trattamento del marciume delle zucchine

Se la pianta mostra già segni di marciume finale nella fase iniziale di fruttificazione, probabilmente è possibile “ripararla” seguendo i suggerimenti di cui sopra, oltre ad aggiungere calcio al terreno. Il calcio non è ben assorbito dal fogliame, quindi gli spray fogliari dovrebbero essere evitati. Il calcio dovrebbe andare direttamente alle radici.

Le compresse di carbonato di calcio, o compresse di antiacido come Tums, possono essere inserite nella base della pianta. Si sciolgono e nel giro di poche ore il calcio è a disposizione della pianta.

È anche possibile far passare il calcio attraverso un sistema a goccia. Utilizzare cloruro di calcio o nitrato di calcio. Questa procedura è migliore quando il clima è caldo e secco. In piacevoli condizioni estive, la pianta cresce in eccesso, utilizzando il calcio disponibile ad un ritmo così rapido da disturbare il terreno. L’alimentazione attraverso un sistema a goccia fornirà un apporto continuo di calcio durante i periodi di massima crescita, così come un’irrigazione costante per evitare lo stress idrico dovuto al marciume finale dei fiori.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *

Cerrar