Calendario agricolo

Calendario agricolo a novembre

In questo mese di novembre le giornate sono già più brevi, le piogge sono più frequenti e le basse temperature sono sensibilmente più basse rispetto ai mesi precedenti. Tuttavia, se analizziamo con attenzione il calendario del giardino urbano di novembre , vediamo come continua ad essere un mese molto attivo in termini di attività da svolgere lì.

Con l’arrivo del freddo le verdure estive cessano la loro produzione e molte di esse muoiono. È quindi un buon momento per finire di pulire l’orto dalle verdure che finiscono come i pomodori , le melanzane , i peperoni , ecc.

Quando tireremo su queste piante, approfitteremo dell’opportunità di rimuovere il terreno e faremo un fertilizzante organico , sia incorporando un compost, pacciame o altri materiali organici commerciali, in quanto sono tutti ideali per migliorare il terreno nel nostro giardino.

Anche le piante più sensibili sono danneggiate dal freddo. A questo scopo possiamo utilizzare reti termiche o coperte con le quali copriremo le piante durante le notti in cui il freddo è più pericoloso. Un’altra tecnica è quella della pacciamatura con paglia su piantagioni sensibili come l’aglio.

È una buona idea mescolare le foglie secche del giardino con il terreno per aumentare il livello di materia organica nella fase di bassa decomposizione , che è molto importante per il ciclo di vita di molti microrganismi del suolo.

Verdure nell’orto urbano a novembre

Se esaminiamo il rapporto di verdure autunnali e invernali , vediamo che è un buon mese, insieme al precedente, per effettuare le semine. Tra le specie più adatte per questo periodo dell’anno ci sono spinaci , bietole , cipolline (compreso calçot ), porri , ravanelli , lattuga di agnello , fave , l’aglio , un gran numero di cavoli ( cavoletti di Bruxelles , Romanesco , cavolfiore , broccoli , cavoli …), varietà di lattuga invernale , indivia , ecc. Dire che l’orto urbano in autunno è povero di specie è sinonimo di scarsa informazione.

Se abbiamo fatto le piantine o abbiamo optato direttamente per l’acquisto di piantine, trapianteremo le piantine nella cornice definitiva caratteristica di ogni specie.

Se invece optiamo per l’acquisto delle bustine di semi , inizia a essere un po’ tardi per la semina diretta senza protezione (tranne che per fagioli o aglio ). Idealmente, questo dovrebbe essere fatto in serra se ne abbiamo uno o in cassetti protetti dal freddo. Tuttavia, una volta germinati, dovrebbero essere acclimatati in modo che il passaggio al terreno definitivo non sia troppo brusco.

Per quanto riguarda i carciofi , è ancora un buon momento per piantarli o se lo abbiamo già fatto durante l’ultimo mese, per sostituire eventuali difetti che possono essersi verificati. Si consiglia di utilizzare carciofi con radici in vaso per evitare guasti al raccolto, ottenendo al contempo uno sviluppo più rapido.

Se abbiamo fragole in coltivazione per diversi anni, possiamo sradicarle, pulire i cespugli, dividerle se necessario e piantarle in una nuova area. Presto attecchiranno di nuovo e dopo il riposo invernale, germoglieranno e torneranno a produrre con forza.

Novembre e dicembre sono mesi molto interessanti per la semina delle cipolle bulbillo . Tra qualche giorno spunteranno e non appena inizierà il bel tempo… si svilupperanno a grande velocità.

Alberi da frutta nel giardino urbano a novembre

Se ci troviamo in una zona dove il freddo ha già influito sulla caduta delle foglie di alcune specie di foglie caduche, possiamo iniziare con la potatura, se no, aspetteremo che entrino nella fase di riposo vegetativo . In ogni caso, non dobbiamo avere fretta e se aspettiamo qualche mese in più, meglio, visto che all’interno del legno dei suoi rami ci sono le riserve di sostanze nutritive per passare il periodo freddo dell’anno.

Se optiamo per la potatura, se questi alberi da frutto sono stati curati, ne sleghiamo i rami, li potiamo e li facciamo di nuovo da tutor.

Ci sono specie come i kaki che stanno già per essere raccolte. Possiamo anche iniziare con la raccolta delle prime varietà di arance , e non dimentichiamo che è il momento di raccogliere i cosiddetti frutti rossi o forestali se abbiamo ( ribes , uva croccante , prugnole così apprezzate per l’elaborazione del pacharán…)

Altri alberi da frutta in piena produzione, oltre a kiwi , sono nocciole , cotogni , melograni , … e le ultime mele e pere .

Il mese di novembre segna gli ultimi momenti della raccolta per molte varietà. Se il tempo e la varietà lo permettono, possiamo ancora proteggere i grappoli con carta speciale per conservare l’uva nel vigneto fino a Natale .

Per quanto riguarda l’abbonato, il consiglio è di ridurli praticamente al minimo e, se lo fanno, di renderli ricchi di potassio.

Nel caso di alberi da frutto a foglie caduche , non appena perdono le foglie, è un buon momento per effettuare trattamenti con olio invernale. Questo tipo di prodotto è ideale per rimuovere uova da alcuni parassiti invernali , cocciniglie , ecc.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *