Piante

Viburnum lucidum: crea la tua siepe perfetta

Il Viburnum lucidum è un arbusto perenne altamente raccomandato che mantiene la sua foglia durante tutto l’anno. La facilità della sua coltivazione e il suo uso ornamentale per separare le aree del giardino rendono il viburno una pianta molto apprezzata e di facile reperimento.

Questa pianta da siepe produce anche fiori attraenti durante la primavera e l’estate, coprendo le aree con il suo fogliame pesante anche in inverno.

In questo articolo parleremo delle chiavi e dei consigli principali per coltivare il  Viburnum lucidum  o, come è comunemente noto, il viburno. Il genere a cui appartiene sono anche specie da siepe, con una grande produzione di foglie, piccoli fiori e frutti a bacca.

Si tratta di più di 150 specie di arbusti e che attualmente possiamo trovarli in molte zone temperate dell’emisfero settentrionale.

Caratteristiche del Viburnum lucidum

L’uso principale dato al Viburnum lucidum  è quello di formare siepi, anche se non solo questo compito è escluso. Può essere coltivato in vaso e utilizzato come ornamentale per segnare un percorso principale o segnare un percorso.

Le possibilità in giardino con questa pianta sono pressoché infinite, poiché è considerata una pianta rustica che si adatta a un gran numero di opzioni, potature e terreni.

Il viburno o Viburnum lucidum  è molto utilizzato nei grandi giardini, poiché la sua facilità di potatura e il grande fogliame che produce durante tutto l’anno ne consentono l’utilizzo come siepe per separare le zone.

Tuttavia, puoi anche formare un cespuglio più alto semplicemente lasciando libero il tronco inferiore e lasciando il fogliame rotondo in cima. In effetti, le possibilità ornamentali con questo arbusto sono pressoché infinite.

Questo, sommato al fatto che il viburno è considerato un cespuglio resistente e facilmente adattabile ad altre zone climatiche, la sua piantagione è abbastanza diffusa.

Tuttavia, se viviamo con bambini piccoli o animali, dobbiamo avere le seguenti considerazioni.

Il Viburnum lucidum  contiene principi attivi che, a determinate concentrazioni, possono essere tossici se ingeriti. Parliamo delle sue foglie ma soprattutto dei frutti che produce in estate.

Ciò è dovuto alla presenza di terpeni e del composto attivo viburbina, comune in tutte le specie di Viburno  e che causa gravi problemi digestivi.

Scheda della pianta e tassonomia

  • Ordine:  Dipsales
  • Famiglia: Adoxaceae
  • Genere:  Viburno
  • Specie: Viburnum lucidum

Il bello di questa specie è che nei mesi primaverili emette piccoli fiori biancastri che aumentano lo splendore della pianta. Quando si formano siepi allungate con più specie insieme, l’aspetto ornamentale del giardino è notevolmente migliorato.

È una pianta sempreverde, quindi nei mesi invernali la siepe sarà sempre disponibile e non dovrai preoccuparti di nulla.

Origine e descrizione del cespuglio

Il genere Viburnum  è originario del sud-est asiatico. Sono piante abituate a condizioni di elevata umidità e alta produzione di fogliame. Col tempo si sono abituate ad ambienti più asciutti e meno umidi, ma necessitano di terreni fertili.

Il Viburnum lucidum  è ampiamente usato nei giardini come pianta ornamentale grazie alla sua rapida crescita. Foglie semplici, ma in gran numero, che coprono quasi tutta l’area di crescita e possono raggiungere altezze superiori ai 2 metri.

La fioritura avviene in primavera sotto forma di piccole infiorescenze (non superano 1 cm di diametro). Da loro spuntano i frutti, bacche color granato che sono tossiche se ingerite.

Stai molto attento con loro.

Cura  del viburno lucido

A questo punto parleremo delle principali condizioni di coltivazione. Il Viburnum lucidum  è facile da coltivare, anche se è fondamentale scegliere la migliore area di impianto e garantire una corretta irrigazione e concimazione.

Nonostante possa sembrare altrimenti, resiste facilmente alle gelate leggere, purché le temperature siano superiori a -7ºC. Inoltre,  cresce in tutti i tipi di terreno, anche calcarei, quindi può essere coltivata in un’interessante varietà di climi. Ma come ti prendi cura di te stesso?

Climatologia e posizione

A livello climatologico, ci troviamo con un impianto fuoristrada. Resiste a tutti i tipi di temperature, anche le più fredde. Puoi sistemarlo in aree isolate o in combinazione con altre piante. Allo stesso modo, puoi usarlo come cespuglio da siepe per creare spazi diversi nel tuo giardino.

Viene coltivato in zone luminose, ma cercando di evitare l’esposizione al sole per tutto il giorno.

Tipo di terreno e piantagione

Una caratteristica importante della coltivazione del Viburnum lucidum  è che necessita di  terreni fertili,  quindi bisogna essere generosi con l’apporto di sostanza organica o compost e applicare fertilizzanti ad inizio stagione, in primavera.

Se hai intenzione di acquistare il viburno in vivaio, il periodo migliore per trapiantarlo è in primavera, una volta che il freddo è passato e la temperatura del terreno inizia a salire.

Irrigazione e concimazione del  Viburnum lucidum

Abbiamo davanti a noi una pianta che richiede buone condizioni di umidità. Non ama il substrato asciutto, quindi è necessario mantenere un regime idrico che consenta un substrato sempre umido, ma senza allagamenti.

Parliamo della seguente frequenza di irrigazione per Viburnum lucidum:

  • Annaffiature primaverili ed estive:  3 annaffiature a settimana
  • Irrigazione in autunno e inverno:  1-2 irrigazioni a settimana.

La cosa più pratica è posizionare dei gocciolatori autocompensanti, 1 per pianta, con una portata di 4 L/h, irrigazioni di 30 minuti in inverno e 45-60 minuti in estate.

Poiché è una pianta che produce molto fogliame, è importante iniziare ad aggiungere fertilizzanti non appena il freddo si placa.

All’inizio della primavera possiamo iniettare fertilizzanti liquidi insieme all’irrigazione, cercando un elevato apporto di azoto e fosforo, preferibilmente con micronutrienti.

Se non abbiamo modo di applicare fertilizzanti liquidi, la raccomandazione è di aggiungere fertilizzante granulato al tronco di Viburnum lucidum , un fertilizzante consigliato per specie ad alta produzione di foglie come NPK 12-8-16 con mangesio e micronutrienti.

Applicheremo 500 grammi per pianta e ripeteremo ogni 30-45 giorni per tutta l’estate.

D’altra parte, è anche importante ripetere annualmente l’applicazione di letame o qualsiasi altro tipo di sostanza organica, applicando tra i 3 ei 4 kg per pianta all’anno, attorno al fusto principale.

Il viburno è potato?

Il Viburnum lucidum  è una pianta da siepe che tollera molto bene la potatura. A seconda di ciò che facciamo, possiamo trasformarlo in una siepe o in un albero, il primo è più comune.

La potatura di allevamento si può fare tutto l’anno, la potatura più drastica alla fine dell’autunno o all’inizio della primavera, senza rischio di basse temperature.

Piaghe e malattie

Il viburno è una pianta abbastanza resistente, anche se con tanta produzione fogliare da poter essere attaccata dalle solite specie di insetti succhiatori.

Stiamo parlando di insetti mobili e acari come afidi e ragni rossi.

L’afide compare solitamente all’inizio del germogliamento, sfruttando le nuove foglie e steli che compaiono, per succhiare la linfa, indebolire la pianta e macchiare le foglie con una specie di melassa che attira i funghi e riduce la capacità di assorbire la luce..

D’altra parte, gli acari come il ragnetto rosso sono comuni in condizioni estive, con calore elevato e bassa umidità relativa.

Entrambe le specie sono trattate con spray fogliari a base di sapone di potassio. Occorre essere molto pazienti ed effettuare trattamenti fogliari ogni 5 giorni. Se il problema non viene risolto, possiamo ricorrere a trattamenti più aggressivi con prodotti fitosanitari per afidi e ragni.

È anche comune che sugli steli appaia la cocciniglia, un insetto immobile dall’aspetto bianco che può essere combattuto anche con qualsiasi tipo di sapone, ma che richiederà anche pazienza per il controllo e diverse applicazioni.

Per quanto riguarda le malattie, in condizioni di elevata umidità, terreni pesanti e irrigazione eccessiva, può soffrire di marciume cervicale. Il fungo più temuto è, senza dubbio, il genere Phytophthora.  Si evolve in condizioni di elevata umidità ed è molto complicato da trattare, potendo utilizzare diverse forme di rame come l’ ossicloruro di rame o l’ idrossido di rame.

Possono danneggiarlo se il terreno è troppo bagnato, quindi cerca di evitare un’irrigazione eccessiva. Questi microrganismi sono molto difficili da eliminare e quando vengono rilevati di solito hanno già causato danni alla pianta, quindi è meglio prevenirli. Nel caso in cui tu abbia innaffiato troppo, è altamente consigliabile trattarlo con un fungicida, per ogni evenienza.

Moltiplicazione  del viburno lucido

Il più comune è acquistare nuove piante nei vivai o nei negozi specializzati. Tuttavia, abbiamo la possibilità di ottenere nuove piante attraverso talee, strati o semi.

Moltiplica per semi

Ottenere il Viburnum lucidum è il modo più complicato perché i suoi semi necessitano di stratificazione. Condizioni di freddo che simulano l’inverno e che nel link precedente offriamo consigli per la sua esecuzione.

Se non sei disposto a complicarti e vuoi evolverti per ottenere piante di viburno con altri metodi, continua a leggere.

Moltiplicazione per talea

Il Viburnum lucidum si riproduce facilmente per talea, selezionando fusti con poco legno. Questa operazione viene solitamente eseguita in primavera, utilizzando i seguenti suggerimenti:

  • Trova degli steli di 15-20 cm dello stesso anno, non molto legnosi, e tagliali con le forbici. 
  • Preparare una pentola con substrato poroso, ricco di sostanza organica e mantenerla sempre umida.
  • Pianta la talea nel vaso, potendo preventivamente impregnarla con ormoni radicanti per garantire una maggiore percentuale di successo.
  • Posiziona il vaso in una zona illuminata ma senza luce solare diretta, con buone temperature.

Di solito ci vorranno dai 20 ai 30 giorni perché il Viburnum lucidum produca le prime radici.

moltiplicazione a strati

La moltiplicazione per stratificazione in questa pianta è abbastanza semplice, poiché dovremo solo interrare una parte di un nuovo ramo (senza tagliarlo, ovviamente), lasciando all’aria aperta le foglie superiori.

La parte interrata comincerà a produrre nuove radici fino a quando non sarà totalmente indipendente dalla pianta madre e potrete separarla definitivamente.

Climatologia

Il Viburnum lucidum  è considerata una pianta abbastanza rustica, resistente a temperature estreme. Resiste al gelo e alle temperature sotto lo zero, poiché le sue foglie sono carnose. La parte più sensibile sono i fiori, che quando spuntano in primavera sono in un periodo senza gelate.

Non necessita di umidità ambientale purché il terreno presenti condizioni di idratazione adeguate.

Terra

Si adatta molto bene a diversi tipi di terreno, anche se preferisce quelli asciutti. Cresce in ambienti calcarei, anche se si consiglia di aggiungere sostanza organica almeno una volta ogni 2 anni. Il pH compreso tra 6 e 7,5 è quello giusto per il Viburno  e in generale per la maggior parte delle piante, in quanto garantisce che praticamente tutti i nutrienti siano a disposizione della pianta (senza bloccarsi).

Preferibili terreni con buon drenaggio contro quelli pesanti.

Irrigazione

Il Viburnum lucidum  è abbastanza resistente ai periodi di siccità, ma comincerà a perdere foglie e i suoi germogli si lignificano, perdendo massa e densità fogliare. Deve essere mantenuta un’umidità costante e la sostanza organica nel terreno facilita questa operazione.

Irrigazioni consigliate:

  • Inverno: 2 irrigazioni settimanali di breve durata (20-30 min). In un impianto di fertirrigazione posizionare 1 gocciolatore per pianta (Q= 4 L/h).
  • Estate: da 3 a 4 irrigazioni a settimana, da 40 a 60 minuti. In un impianto di fertirrigazione posizionare 1 gocciolatore per pianta (Q= 4 L/h).

coltivazione in vaso

La specie Viburnum lucidum  si adatta molto bene alla coltivazione in vaso, anche se dovremo effettuare dei trapianti per adattare lo sviluppo delle sue radici al volume del contenitore.

Il periodo ideale per fare questo trapianto è la primavera, quando inizia la formazione di nuovi germogli e foglie e c’è una buona attività di linfa circolante.

Dobbiamo scegliere un substrato universale arricchito con sostanze nutritive (la maggior parte le possiede). Di solito vengono mescolati con una parte di compost (fornisce nutrienti), un’altra parte di sabbia (facilita il drenaggio) e, in alcuni casi, fibra di cocco.

L’ irrigazione dovrebbe essere più frequente che se fosse piantata in giardino, poiché il substrato si asciuga più facilmente. Garantire un minimo di 1 irrigazione in inverno e 2 o 3 in estate. Una quantità minore è consigliata più frequentemente rispetto al contrario, altrimenti si rischia di far marcire le radici (soffocamento delle radici).

prezzo dell’impianto 

Tipicamente, il V. lucidum  viene venduto nei vivai in vaso. Dipenderà dalle sue dimensioni che ha un prezzo o un altro. In genere il costo per pianta oscilla tra i 10 e i 18 euro, il primo caso per piante piccole (vaso da 5 litri) e il secondo per esemplari più grandi (vaso da 20 litri), con un’altezza della pianta di 60 cm..

Altre specie del genere Viburnum

  • Viburno acerifoglio
  • Viburno dentato
  • Viburnum euryphyllum
  • Viburno farreri
  • Viburnum hirtum
  • Viburno furcato
  • Viburnum japonicum
  • lantana viburno

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.