Iridaceae

Occhio di pavone, Fiore di pavone, Giglio tigrato


Occhio di pavone, Fiore di pavone, Giglio tigrato

Tigridia pavonia


Botanica

Nome latino: Tigridia pavonia

.
Famiglia: Iridaceae
Origine: Messico, Guatemala

Tempo di fioritura: Luglio, agosto

.
Colore del fiore: rosso, arancione, rosa, giallo, giallo, bianco
.
Tipo di impianto :
fiore

Tipo di vegetazione: lampadina

.
Tipo di fogliame:
deciduo

.
Altezza:
da 40 a 60 cm


Piantagione e coltivazione

Resistenza: 8°C, resistente nei climi temperati, rimuovere le lampadine altrove

.
Esposizione: sole

.
Tipo di terreno:
ricco di humus, sabbioso, ben drenato

.
Acidità del suolo:
neutro
.
Umidità del suolo:
normale, asciutto
.
Uso:
massiccio

.
Piantare, reimpiantare:
pianta in primavera ad una profondità di 10 cm, i bulbi devono essere rimossi dal terreno in autunno prima delle prime gelate in quanto non sono resistenti. Virus: “Invia una foto di


Generale

L’occhio di pavone, noto anche come fiore di pavone, fiore di tigre o giglio tigrato, è una pianta bulbosa, originaria del Messico o del Guatemala. Il suo fogliame è costituito da lunghe foglie lanceolate, sottili e verdi. Scompare nel periodo sbagliato dell’anno. I suoi sorprendenti fiori (3 grandi sepali svasati sotto 3 piccoli petali) appaiono in estate. Posto su un alto fusto alto circa 60 cm, sono grandi e di colore brillante: rosso, viola, rosa, arancione, giallo o bianco. Dalla loro gola aperta, spesso macchiata di viola, emerge un lungo stile giallo. Uno spettacolo sorprendente e magnifico! Purtroppo, i fiori di occhio di pavone vivono solo per un giorno. Ma per fortuna, diversi fiori si susseguono sullo stesso piede, dell’ordine di 4.

Per un bell’effetto, piantate i bulbi in gruppi, in un letto o in un giaciglio. Peacock’s eye è anche una pianta facile da coltivare in vaso, e una buona pianta da veranda.


Come si fa a far crescere un occhio di pavone?

Originaria dell’America centrale, l’occhio di pavone è una pianta bulbosa che prospera in terreni soleggiati, freschi, ricchi di humus e ben drenati. L’acqua stagnante sarebbe dannosa per lui.

La semina viene effettuata in primavera; il terreno deve essere sciolto e affinato nell’area designata, poi i bulbi vengono piantati in gruppi, a 10 cm di profondità. Affinché il gambo dell’occhio del pavone si sviluppi correttamente, è meglio mantenere uno spazio di 10 cm tra ogni bulbo.

L’occhio del pavone è una pianta congelata. Nelle zone con inverni freddi, è una buona idea rimuovere le lampadine dopo la fioritura. Conservarli in un luogo asciutto per conservarli fino alla primavera successiva.


Come si moltiplica l’occhio del pavone?

E’ possibile moltiplicare l’occhio del pavone seminando in primavera; questo dovrebbe essere fatto in un ambiente caldo (14-18°C). Poi il primo fiore impiegherà due anni per sbocciare. La seconda soluzione è quella di dividere le lampadine in autunno.


Lo sapevi?

  • Tigridia deriverebbe dalla parola tigre, in riferimento alla gola macchiata di fiori. Pavonia, deriva da “pavus”; in latino significa pavone.
  • Il genere Tigridia comprende circa 20 specie di piante bulbose, che crescono nelle steppe e nelle zone rocciose del Messico e del Guatemala.


Specie e varietà di Tigridia

Il genere comprende 23 specie di piante bulbose- Tigridia pavonia Canariensis a fiori gialli- Tigridia pavonia Alba a fiori bianchi- Tigridia meleagrisaux a fiori piccoli rosa

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *