Rosaceae

Cotoneaster Cotoneaster


Cotoneaster


Botanica

Nome latino: Cotoneaster

.
Famiglia: Rosaceae
Origine: Emisfero Nord

Tempo di fioritura : da aprile a luglio



Tipo di impianto : Pianta ornamentale con bacche

Tipo di vegetazione: perenne

.
Tipo di fogliame: deciduo o perenne a seconda della specie
.
Altezza: da 30cm a 15m Tossicità: contiene tonsillite che causa gonfiore della bocca, vomito, dolori addominali e diarrea.


Piantagione e coltivazione

Forza: la maggior parte sono molto duri
.
Esposizione: dal sole all’ombra

.
Tipo di terreno:
tutti i tipi di terreno, tollerante
.
Acidità del suolo:
da acido a calce, a seconda della specie
.
Umidità del suolo :
normale

.
Uso:
siepe, isolato, in vaso, bonsai

.
Piantare, reimpiantare:
primavera, autunno

Metodo di propagazione: Taglio, semina Potatura: Potatura di varietà a foglia caduca in primavera o in inverno

.
Malattie e parassiti :
cocciniglie, afidi


Generale

Il genere Cotoneaster rappresenta da 70 a 300 specie di arbusti o piccoli alberi, secondo i botanici, poiché molte delle 300 sono considerate solo micro specie. Sono distribuiti principalmente in Asia e in Europa, adattati al clima temperato dell’emisfero settentrionale. Tra queste specie, alcune sono addirittura indigene, e quindi presenti in Francia: Cotoneaster nebrodensis , Cotoneaster tomentoso, Cotoneaster delphinensis , Cotoneaster du Dauphiné, Cotoneaster interregimus , Cotoneaster común.

I coltivatori di cotone appartengono al gruppo II della famiglia delle Rosaceae, che corrisponde alla sottofamiglia Maladeae . Il gruppo I comprende le specie più antiche di Rosaceae (rose, mele, ecc.) mentre Maladeae (gruppo II), che comprende Photinia, piracanthas, maestri del cotone, saskatoon, ecc. sono considerati più evoluti e comprendono il doppio dei cromosomi. Alcuni botanici ritengono quindi di appartenere alla famiglia delle Malaceae ( Malaceae ).


Le principali qualità dei cotonéasters

I cotonieri sono piante ornamentali apprezzate per il loro fogliame e soprattutto per la produzione di bacche colorate, che in inverno sono decorative e attraggono gli uccelli. Sono spesso piante tolleranti e molto resistenti, facili da coltivare. Possono resistere a condizioni difficili, come l’esposizione al vento o agli spruzzi del mare. Spesso crescono da medie a veloci, anche in terreni difficili. Tuttavia, devono essere esposti alla luce del sole almeno per una buona parte della giornata per produrre la loro profusione di frutta.

Possono essere perenni o caduche, le forme caduche hanno un fogliame più colorato in autunno, a volte anche straordinario.

I coltivatori di cotone sono favorevoli alla biodiversità del giardino (anche specie non autoctone), attirando e nutrendo gli insetti con i loro fiori nettarini e fornendo frutta agli uccelli in inverno.

Cosa non è così bello in cotone:

Alcune specie striscianti tendono a stolonizzarsi naturalmente e a diffondersi senza limiti. La loro diffusione deve quindi essere monitorata.

Alcune specie sono diventate invasive in Nord America, Australia e Nuova Zelanda, e i loro semi sono stati ripiantati in natura dagli uccelli.

A volte i fiori, anche se molto decorativi, non hanno un profumo gradevole per tutti.

La maggior parte di loro non tollera troppa umidità nel terreno.

Alcune specie sono più sensibili al fuoco batterico: Cotonaester salicifolia, cotoneaster bullatus


Utilizzo di master in cotone

Poiché accettano una dimensione regolare, molti sono ideali per la progettazione di siepi.

Le viti di cotone sono facilmente utilizzabili per vegetare i pendii o le zone difficili da raggiungere, poiché richiedono pochissime cure.

I tostini di cotone con rami lunghi e flessibili sono facili da superare, ad esempio quando si pianta un muro danneggiato.

Le forme dritte, lasciate libere, formano arbusti molto belli, a volte con una fontana porta.

Il cotone può anche essere piantato come albero a fusto, messo in vaso o trattato come un bonsai.

Il loro frutto è immangiabile.


Quali specie si possono trovare?

Solo poche specie sono coltivate molto comunemente, così comuni che c’è poco interesse per questo genere, anche se contiene una grande diversità. Alcuni appassionati coltivatori ci offrono una gamma di piante di cotone più rare, ma comunque facili da coltivare: sarebbe un peccato fare a meno dei loro magnifici corpi fruttiferi a causa di alcune specie divenute troppo comuni.


I coltivatori di cotone più coltivati

  • Cotoneaster dammeri , il Cotoneester di Dammeri, una bacca rossa persistente e molto prostrata. La forma “Coral Beauty” ha bacche arancioni.
  • Cotoneaster franchetii , 3m cespuglio con bacche di salmone.
  • Cotonaester glaucophyllusf. serotino , un cespuglio sempreverde piangente.
  • Cotonaester horizontalis : una specie gigante, a crescita orizzontale, a bacca rossa, gigante per il campeggio; esiste in forma variegata “Variegata”, o in forma di minuscola foglia “Perpusillo”
  • .

  • Cotoneaster lacteus , un bel cespuglio con crescita leggermente ridotta.
  • Cotonaeste salicifolia , cotone a foglia di salice


Pensare fuori dagli schemi

Una diversità di specie rare da cercare nei produttori specializzati:

  • Cotoneaster adpressus è una piccola specie a foglia caduca con un portamento prostrato di 25 cm di altezza; il genere che prende la forma di rocce. Le sue foglie sono ondulate e i suoi frutti sono rossi.
  • Cotoneaster apiculatus , con fogliame deciduo in autunno. 90 cm di altezza, 1,80 di larghezza. Belle bacche rosse. I suoi rami emanano un profumo di ciliegia quando vengono schiacciati.
  • Cotoneaster bullatusis è una pianta eretta (2m) con foglie venate.
  • Cotoneaster congestus, alto 1,80 m e largo 1,80 m, è un arbusto deciduo multicolore.
  • Il Cotoneaster conspicuusis è un arbusto eretto o prostrato, a seconda della forma coltivata, con foglie sempreverdi spesse. I suoi fiori sono molto bianchi, i frutti sono di un bel rosso vivo. La cultivar Decorus è più fruttuosa.
  • Cotoneaster frigidus , il coleottero del cotone è una bella specie a foglie caduche. Nella cultura, raggiunge i 4-6m in 10 anni, ma può crescere oltre (fino a 15m nel suo paese d’origine). Le sue lunghe foglie sono strutturate, i suoi numerosi frutti rossi sono a grappolo. Si adatta ai terreni poveri e secchi. Il “Fructeo Luteo” è una cultivar a frutti gialli.
  • Il Cotoneaster integerrimus , uno dei nostri cotonieri autoctoni, è una specie alpina piuttosto rara con frutti rossi.
  • Cotoneaster hummelii , ha un portamento eretto e lunghe foglie caduche che cambiano colore in autunno.
  • Cotoneaster lancasteriest un cespuglio verticale di circa 2 m. I suoi frutti sono nerastri e le sue foglie decidue sono colorate in autunno.
  • Cotoneaster lucidus : da 1,80 a 3m in tutte le direzioni, mostra un ramo di lisca di pesce. Il suo fogliame deciduo si illumina di giallo e rosso in autunno. Le sue bacche sono nere.
  • Cotoneaster parkeri è un cespuglio a crescita rapida alto da 2 a 3 m con abbondanti frutti rossi. Un impianto molto tollerante alle condizioni difficili
  • Cotoneaster microphyllus ha piccole foglie sempreverdi e frutti rossi, si diffonde. La forma Cotoneaster microphyllus “Regina dei tappeti” non supera i 50 cm di altezza.
  • Cotoneaster multiflorusis è un arbusto che può crescere fino a 3,50 m di altezza e può essere esteso con un’abitudine simile a una fontana. Le foglie sono verde-bluastro e tomentose, decidue. Il fogliame autunnale è giallo, i frutti sono piccoli e rossi.
  • Piccolo cotoneaster sempreverde, il più procumbensest, con corpi corallini fruttiferi. La forma “Ricerca di streibs” è una copertura vegetale alta 50 cm.
  • Cotoneaster radicans è un frutto rosso persistente e resistente al fuoco, la forma di “Eichholz” si estende fino ad un’altezza di soli 30 cm circa.
  • Cottonester simonsii, ha piccole foglie sempreverdi, ma alcune di esse diventano rosse in inverno
  • Cotoneaster splendensis, specie a foglia caduca. La varietà Sabrina ha una forma eccellente con frutti di colore rosso vivo.
  • Cotoneaster undulatus , è un albero a foglie caduche molto produttivo, a crescita rapida, che si adatta al terreno. Non teme i terreni aridi e poveri.


Lo sapevi?

Il cotone può essere piantato in un vaso. Quindi scegliete un arbusto di medie dimensioni.

Le bacche di Cotoneaster sono tossiche, ma in dosi elevate (più di 10 bacche).


Specie e varietà di Cotoneaster

Il genere comprende circa 100 specie

Specie arbustive

  • Cotoneaster evergreen – 3 m

  • Cotoneaster lacteus sempreverde – 3 m

Specie di copertura del suolo

  • Cotoneaster orizzontale deciduo
  • Cotoneaster dammeritrès fodera 20 cm di altezza
  • Cotoneaster microphyllus alto 50 cm

Mappe di piante dello stesso genere

  • Cotoneaster dammeri , Cotoneaster de Dammer
  • Cotoneaster franchetii , Franchet Cotoneaster, Franchet Cotoneaster
  • Cotoneaster horizontalis , Cotoneaster crawling
  • Cotoneaster lacteus , Parneys Cotoneaster, Milky Cotoneaster
  • Cotoneaster salicifolius , Cotoneaster salicifolius , Cotoneaster a foglie di salice

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *