Funghi

Igrocefaloide conicoide

Caratteristiche macroscopiche

Caratteristiche:

Cappello piuttosto piccolo, non è usuale che il suo diametro superi i 4 cm, con forma completamente conica all’inizio, conico-convessa in seguito, e alla fine praticamente esteso e con pronunciato mamellone appuntito. Anche se a volte può adottare più tonalità gialle, la più comune è quella di trovare esemplari di colore rosso vivo, con il tempo che tende ad annerirsi, soprattutto dalla zona centrale, la sua cuticola può essere un po’ viscosa con la pioggia. Il margine tende ad essere un po’ eccessivo, regolare negli esemplari giovani e irregolarmente ondulato in quelli vecchi.

Generalmente liberi, fogli piuttosto separati, come è consuetudine nel genere, larghi e pancia, rossastri o arancioni, anche se il bordo ha spesso un colore giallo che spesso si estende oltre.

Piede di solito più lungo del diametro del cappello, fibroso e cavo in quanto giovane, cilindrico, il suo colore può variare, è possibile trovare copie con il piede giallo e altri accanto al rosso, e anche toni intermedi arancioni, fino ai due colori in un piede, la zona sepolta nella sabbia di solito manca di questi toni. Ha una marcata tendenza ad annerirsi dalla base, e anche quando viene maneggiato.

Carne scarsa e fragile, fibrosa, di colore rossastro o rosato al cappello, giallastra al piede e più volte grigiastra alla base, con tendenza all’annerimento. Non ha un odore apprezzabile ed è totalmente insapore.

Habitat:

Si tratta di una specie la cui ecologia è indubbiamente legata alle dune costiere fisse. Dato questo particolare habitat, e il suo declino nel nostro ambiente, dobbiamo considerarlo una specie rara e da proteggere, anche se dove esce di solito lo fa in grandi gruppi. Di solito appare nel tardo autunno o durante l’inverno con più profusione.

Commenti:

L’ecosistema delle dune costiere è stato gravemente offeso negli ultimi decenni con il proliferare del turismo e l’impianto di specie non autoctone che si stanno mangiando progressivamente le zone dunali, motivo per cui dobbiamo proteggere questo ecosistema e la sua micoflora. Può essere confuso con una specie ecologica molto più diffusa come l’Hygrocybe conica, che è praticamente identica ad eccezione dell’habitat stesso e della sua più chiara e rapida tendenza all’annerimento.

Ulteriori informazioni:

  • Nome comune:
    Duna conica Hygrophorus, ezko gorri-koniko.
  • Sinonimo:
    Igroforo conicoide P. D. Orton

Tassonomia:

  • Divisione:
    Basidiomycota
  • Suddivisione:
    Basidiomicotina
  • Classe:
    Omobasidiomiceti
  • Sottoclasse:
    Agaricomycetidae
  • Ordine:
    Tricholomatals
  • La famiglia:
    Hygrophoraceae

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *