Funghi

Lattario crisorro

Caratteristiche macroscopiche

Caratteristiche:

Cappello che allo stato adulto può raggiungere al massimo i 10 cm di diametro, la norma è quella di trovare esemplari tra i 3 e i 7 cm. Ha una forma convessa da giovane, poi si appiattisce, per poi finire per deprimersi un po’ nella sua ultima fase. Il suo colore è ocra con sfumature arancioni, anche se comunemente presenta aree concentriche di tonalità più scure. La sua cuticola è un po’ lucida sotto la pioggia, ma generalmente asciutta, liscia e glabra nell’aspetto. Il margine è involuto negli esemplari giovani, essendo negli adulti liscio e poco ondulato.

I fogli subdecorrenti di colore crema pallido, acquistano tonalità rosate con l’età, anche in conseguenza del lattice, ingialliscono nelle ferite. Sono relativamente strette e hanno numerose lamelle intercalate.

Piede proporzionale alla dimensione del cappello o corto, pieno quando il fungo è giovane, poi diventa cavo. Ha un colore chiaro, crema pallida, ma col tempo acquisisce anche tonalità carnose o rosa come le fette. Non è mai scrobicolato, ed è anche liscio, solo debolmente pruriginoso nella sua prima fase.

La carne bianca e fragile emana un lattice abbondante che, nonostante sia bianco, diventa giallo all’istante a contatto con l’aria. Il lattice è dolce all’inizio ma diventa molto speziato, il sapore è anche molto speziato, e l’odore è mite, fungino.

Habitat:

Si tratta di una specie tipica delle foreste di planifolie, non l’abbiamo mai vista in nessun altro habitat. Frutta durante i mesi autunnali in modo solitario o in piccoli gruppi, essendo un fungo piuttosto frequente, lo vediamo ogni anno senza problemi.

Commenti:

Un po’ incomprensibilmente, viene spesso confuso con i níscalos di lattice arancione, che non condividono lo stesso habitat. Lactarius zonarius, con la sua superficie pileica equamente suddivisa in zone, è ben differenziato perché il suo lattice bianco rimane invariato a contatto con l’aria. Altri Lactarius con lattice giallastro sono Lactarius decipiens o Lactarius theiogalus, ma non hanno un cappello a zone, quindi comprendiamo che questa specie è molto diversa dalle altre.

Ulteriori informazioni:

  • Nome comune:
    Lattario dorato, Lattario falso, Snehorikor Arrunt, Pinetell Bord.
  • Sinonimo:
    Lactarius theiogalus var. chrysorrheus (Fr.) Quél.

Tassonomia:

  • Divisione:
    Basidiomycota
  • Suddivisione:
    Basidiomicotina
  • Classe:
    Omobasidiomiceti
  • Sottoclasse:
    Agaricomycetidae
  • Ordine:
    Russulales
  • La famiglia:
    Russulaceae

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *