Funghi

Leucopaxillus paradosso

Caratteristiche macroscopiche

Caratteristiche:

Cappello che negli esemplari più sviluppati può superare i 10 cm di diametro, con forma semisferica alla nascita ma presto convessa, alla fine irregolarmente appiattito, lobato o leggermente depresso, anche se non viene utilizzato per imbuto. La sua cuticola è inizialmente biancastra, acquisendo toni cremosi con sfumature giallastre, e talvolta anche ocra verso la zona centrale, non si separa facilmente dalla carne. La superficie è asciutta, generalmente liscia e glabra, con una certa tendenza a screpolarsi quando manca l’umidità. Il margine è involuto durante gran parte del suo sviluppo, negli esemplari adulti estesi e ondulati.

I fogli decorrenti, meno stretti che in altre specie del suo genere, irregolari, bianchi, possono acquisire sfumature cremose degli adulti.

Piede solido, pieno, proporzionato al cappello o corto, ispessito alla base soprattutto negli esemplari giovani, se non cilindrico, biancastro ma con la possibilità di acquisire le stesse tonalità del cappello, soprattutto dalla base.

Carne spessa, spessa, molto consistente sia nel cappello che nel piede, di colore bianco. L’odore è gradevole, fungino o un po’ acido, il sapore è amaro, a volte dolce all’inizio e poi amaro.

Habitat:

È una specie che fruttifica sia nelle foreste di conifere che in quelle di latifoglie; nelle prime forma solitamente gruppi ristretti di numerosi esemplari ed è più frequente, essendo più rara sotto diverse latifoglie. Esce preferibilmente durante la stagione autunnale.

Commenti:

La sua carne è amara, anche se a volte quell’amaro è tardivo, crediamo che questo la renda inadatta alla cottura, anche se alcuni autori la qualificano come commestibile, capiamo che manca di valore culinario. La Clitocybe candida è una specie simile, il suo odore è più forte, la sua cuticola è staccabile, inoltre è imbutita da adulta e il suo cappello mantiene il colore bianco. Anche la specie tossica Pseudoclitopilus rhodoleucus ha una certa somiglianza, le sue foglie sono inizialmente rosa e il suo cappello è sempre bianco. È altrettanto pericoloso confonderlo con i Clitocybe bianchi come Clitocybe phyllophila o Clitocybe rivulosa tra gli altri.

Ulteriori informazioni:

  • Nome comune:
    Nessuna.
  • Sinonimo:
    Clitocybe paradoxa Costantin & L. M. Dufour

Tassonomia:

  • Divisione:
    Basidiomycota
  • Suddivisione:
    Basidiomicotina
  • Classe:
    Omobasidiomiceti
  • Sottoclasse:
    Agaricomycetidae
  • Ordine:
    Tricholomatals
  • La famiglia:
    Tricholomataceae

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *