Funghi

Pycnoporus cinabarinus

Caratteristiche macroscopiche

Caratteristiche:

Carpoforo formato da cappelli generalmente di crescita individuale, a volte sovrapposti. La sua forma è più o meno piatta, semicircolare o consolle, e le sue dimensioni variano molto, potendo trovare esemplari di soli 3 cm di larghezza insieme ad altri di 10 o più. Nella zona di unione con il substrato è più spesso, potendo raggiungere i 3 cm di spessore, tuttavia verso il margine raggiunge appena il centimetro. È di colore rosso cinabro o arancione molto appariscente, e la superficie pileica è glabra o leggermente pubescente, poco o nulla zonata. Il margine è solitamente arrotondato e di colore simile al resto del carpoforo.

Imenio poroso, con pori di colore simile alla parte superiore del carpoforo, molto vistoso, di circa 2 o 3 per mm. Di solito sono arrotondati, anche se è possibile trovarli più oblunghi o anche un po’ spigolosi negli esemplari più vecchi.

Piede inesistente, è una specie sessile, aderisce direttamente al substrato.

Carne spessa e tenace, di colore arancione brillante, con una consistenza suberba, piuttosto dura. Non ha un odore o un sapore definito. Alla giunzione con il substrato è più spesso che sul bordo.

Habitat:

Frutta su legno, sia su ceppi che su rami caduti, con preferenza per alberi decidui come il faggio o la quercia. Può apparire praticamente in qualsiasi periodo dell’anno, essendo una specie rara.

Commenti:

È una specie poco meno che inconfondibile, in quanto unica nel suo genere per l’Europa, facilmente differenziata dal cinabro rosso vivo o dall’arancio. Esiste una specie di origine tropicale, il Pycnoporus sanguineus, di colore più rosso, che può essere differenziato da esso dal sistema delle ife, che è dimite, mentre in Pycnoporus cinnabarinus è trimite. C’è una certa somiglianza con la specie rara Pycnoporellus fulgens, la cui superficie pileica è ricoperta da lunghi peli.

Ulteriori informazioni:

  • Nome comune:
    Stuccatore vermiglio, ardagai gorri.
  • Sinonimo:
    Trameti cinabarina (Jacq.) Patatine fritte

Tassonomia:

  • Divisione:
    Basidiomycota
  • Suddivisione:
    Basidiomicotina
  • Classe:
    Omobasidiomiceti
  • Sottoclasse:
    Aphyllophoromycetidae
  • Ordine:
    Poriales
  • La famiglia:
    Coriolaceae

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *