Funghi

Tramezzi versatili

Caratteristiche macroscopiche

Caratteristiche:

Carpoforo sessile annuale non stipulato o pseudostipitato, ma solitamente saliente, non resupinato, con una dimensione che può raggiungere i 10 cm di larghezza, con un raggio di circa 5 cm, e il cui spessore è di pochi millimetri. È semicircolare o a ventaglio, si apre dal substrato, ed esce sempre in gruppi più o meno numerosi e sovrapposti. Ha molteplici colori disposti dalla superficie in modo concentrico, dai toni chiari quasi bianchi a quelli praticamente neri, passando per toni marroni o grigi di diverse tonalità. La sua superficie è pelosa negli esemplari giovani, rimanendo glabra in seguito, e il bordo è ondulato in modo irregolare.

Imenio formato da piccoli pori, fino a 5 per mm, generalmente arrotondati, a volte un po’ spigolosi, di colore bianco, cremosi nel tempo.

Piede Molto corto e sepolto nel substrato o inesistente, quindi consideriamo questa specie come sessile.

Carne molto dura, bianca, coriacea e fibrosa. Nella zona di unione con il substrato può raggiungere uno spessore di circa 5 mm, ma nel bordo difficilmente raggiunge il 2. Senza profumo o sapore degno di nota.

Habitat:

È una specie che fruttifica sul legno di platani, conifere e persino su alcuni alberi da frutto, facendo diventare l’albero bianco con il marciume. Si tratta di un fungo molto frequente e diffuso che può comparire in qualsiasi periodo dell’anno se le condizioni ambientali sono adatte.

Commenti:

Questa specie comune che popola le nostre foreste ha importanti usi medicinali, alcuni dei quali sono ancora da studiare. La sua efficacia è stata dimostrata nel trattamento di vari tipi di cancro prodotti dal papilloma umano, come il cancro al seno o all’utero, e aiuta anche a minimizzare gli effetti della chemioterapia sull’essere umano. La variabilità della sua colorazione ha dato luogo alla creazione di alcune varietà, essendo frequente nel nostro ambiente trovare esemplari con predominanza di zone nerastre, varietà che è stata denominata nigrescens o nigricans, dati ai quali non diamo maggiore importanza. No Trametes unisce i caratteri di questo, zone concentriche di diversi colori, cappello peloso, ecc, motivo per cui abbiamo ritenuto che sia inconfondibile.

Ulteriori informazioni:

  • Nome comune:
    Stuccatore multicolore, larruki koloreanitz.
  • Sinonimo:
    Coriolus versicolor (L.) Quél.

Tassonomia:

  • Divisione:
    Basidiomycota
  • Suddivisione:
    Basidiomicotina
  • Classe:
    Omobasidiomiceti
  • Sottoclasse:
    Aphyllophoromycetidae
  • Ordine:
    Poriales
  • La famiglia:
    Coriolaceae

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *