Funghi

Tricholoma equestris

Caratteristiche macroscopiche

Caratteristiche:

Cappello che può superare i 10 cm di diametro, di forma convessa e poi appiattito, un po’ depresso in età avanzata. Il colore è giallo nella parte inferiore, ma è ricoperto da fibrille con tonalità brune o olivastre distribuite irregolarmente, anche se più fitte al centro e quasi assenti al bordo. La sua cuticola è separabile e asciutta.

Lastre basse, strette, di colore giallo brillante, con un bordo leggermente seghettato ma anche giallo.

Anche il piede è giallo con alcune tonalità marroni sotto forma di fibrille o frange, ma predomina il giallo. Cilindrico e di spessore molto variabile a seconda dell’habitat.

Polpa di colore giallo più chiaro rispetto all’esterno del fungo, compatta, con un leggero odore fungino e un sapore gradevole.

Habitat:

Specie esclusive di conifere, soprattutto pini, fanno la loro comparsa per tutto l’autunno.

Commenti:

La polemica sulla sua possibile tossicità è amara, ed è nostro dovere non consigliarne il consumo, poiché sembra causare rabdomiolisi, una grave patologia che colpisce i muscoli che può essere fatale. Attualmente è sinonimo di Tricholoma auratum, che però è mamelonata. Ha anche somiglianze con molti tricolomi con toni gialli, come fucatum, viridifucatum, viridilutescens ecc…, tutti con lamine biancastre. Cresce in grande quantità nelle pinete sabbiose di Pinus pinaster e Pinus pinea.

Ulteriori informazioni:

  • Nome comune:
    Fungo dei signori, zaldun-ziza orrihori, verderol.
  • Sinonimo:
    Tricholoma flavovirens S. Lundell

Tassonomia:

  • Divisione:
    Basidiomycota
  • Suddivisione:
    Basidiomicotina
  • Classe:
    Omobasidiomiceti
  • Sottoclasse:
    Agaricomycetidae
  • Ordine:
    Tricholomatals
  • La famiglia:
    Tricholomataceae

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *