Funghi

Tuber brumale

Caratteristiche macroscopiche

Caratteristiche:

Carpoforo di forma più o meno globosa negli esemplari più giovani, cresce in modo irregolare adottando protuberanze o lobi negli esemplari adulti, non avendo questi una forma concreta definibile se non chiamandola tuberiforme. La dimensione media di un esemplare adulto è di solito intorno ai 4 o 5 cm di diametro, con alcuni pezzi fino a 10 cm. Anche se alla nascita ha un colore meno scuro, diventa nero rapidamente, essendo la consuetudine trovarlo con questo colore.

Peridio stretto formato da verruche nere fino a 3 mm appiattite all’apice e striate longitudinalmente, molto fragile e non aderente alla gleba, tanto che di solito si stacca quando viene pulito con un pennello.

Gleba che negli esemplari giovani e immaturi è bianco, con la maturità tendente al grigiastro e infine di colore grigio scuro, con ampie e brevettate venature sempre bianche, qualunque sia lo stato di maturità dell’esemplare.

Polpa consistente e compatta, dal sapore gradevole e dal caratteristico aroma di tartufo, anche se meno intenso di quello del Tuber melanoposporum.

Habitat:

Come suggerisce il nome, è una specie che compare durante l’inverno, i mesi preferiti per la raccolta sono da gennaio a marzo. Anche nelle piantagioni di micorrize condivide l’habitat con il Tuber melanosporum, oltre a questo habitat comune appare solitamente sotto tigli e noccioli, e può comparire senza la compagnia del melanosporum in luoghi più umidi non adatti a questo o in altri con Ph meno elementari. Si tratta di una specie ipogea, che cresce sottoterra, quindi di solito richiede cani addestrati per localizzarla.

Commenti:

Questa specie è un ottimo alimento nonostante non abbia l’aroma di altri tartufi, motivo per cui il suo valore di mercato è notevolmente inferiore. È una specie molto variabile che ha dato origine a molte varietà, caratterizzata dal suo fragile peridio verrucoso non attaccato alla gleba e che si stacca con la manipolazione, oltre che dalle sue ampie venature sempre bianche. Il Tuber melanosporum è certamente una specie simile con cui condivide l’habitat e il tempo di comparsa, ha un aroma notevolmente più intenso, il suo peridio se attaccato alla gleba in modo che non si stacchi facilmente e le sue vene sono molto più strette.

Ulteriori informazioni:

  • Nome comune:
    Tartufo invernale, neguko boilur, tofona nera.
  • Sinonimo:
    Oogaster brumalis (Vittad.) Corda

Tassonomia:

  • Divisione:
    Ascomycota
  • Suddivisione:
    Ascomicotina
  • Classe:
    Himenoascomiceti
  • Sottoclasse:
    Pezizomycetidae
  • Ordine:
    Tuberales
  • La famiglia:
    Tuberaceae

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *