piante d'appartamento

Erica gracilis (erica rosa): cura e manutenzione

Il nome dell’erica si riferisce a diverse specie del genere Ericas ( Ericacee), come Erica gracilis (erica rosa) o Calluna vulgaris. In ogni caso le abitudini di crescita e il loro mantenimento sono molto simili, e dipendono da pochissime variazioni.

In questa scheda della pianta andremo a conoscere quella chiamata erica rosa, il cui nome scientifico è Erica gracilis.

È una pianta abbastanza rustica che, per le sue condizioni, può essere coltivata in un giardino mediterraneo (estati calde e inverni miti), o come pianta da interno, poiché si adatta molto bene alla coltivazione in vaso.

In ogni caso si tratta di una pianta che necessita di alte dosi di illuminazione (e sole in alcuni casi) ed è molto facile da curare.

Caratteristiche della pianta Erica gracilis (erica rosa)

L’erica rosa o detta anche erica rosa è considerata un piccolo cespuglio, con una dimensione media compresa tra 30 cm e 40 cm. Ha foglie molto piccole con una sorprendente fioritura rosata brillante.

A seconda della zona in cui si trova e soprattutto del freddo, la fioritura avviene in autunno e in primavera può spuntare un secondo fiore.

È una pianta povera, abituata a crescere in terreni a basso contenuto di sostanza organica e rocciosi. Resiste molto bene alla siccità, perdendo alcuni fusti che ricrescono in primavera, con il miglioramento delle temperature.

Epoca di fioritura: autunno e primavera

Altre specie conosciute del genere Ericaceae

  • Erica Grazia
  • Erica Arborea
  • Erica Ombrellata
  • Erica multiflora
  • Erica Hyemalis
  • erica erigena

cura principale

Fornitura

L’erica rosa ( Erica gracilis) è considerata una pianta d’appartamento. Tuttavia, in primavera e in estate può essere collocato all’aperto, in terrazza o in giardino.

All’interno deve essere disposto in un ambiente illuminato, e lontano da termosifoni o caloriferi che abbassano l’umidità relativa.

Se la posizioniamo sul terrazzo, può stare al sole, poiché è considerata una pianta rustica, e resiste anche alle basse temperature (sotto i ºC).

Substrato

Normalmente il substrato che arriva quando acquistiamo il vaso con la pianta ha una miscela di sostanza organica e terriccio normale, anche se molti non sono di qualità. Quando effettueremo il trapianto, il substrato universale sarà perfettamente valido per la cura di Erica gracilis.

Effettueremo questa operazione in primavera, nei mesi da marzo ad aprile. Quando lo facciamo, dobbiamo inumidire il substrato per attivare la radicazione e si consiglia l’applicazione di un fertilizzante NPK completo (liquido o solido).

Irrigazione

Coltivato in vaso, l’irrigazione dovrebbe essere scarsa. In inverno, 1 annaffiatura per vaso e in primavera e in estate, da 2 a 3 annaffiature. Il volume dipenderà dalle dimensioni della pentola.

Per pentole piccole è sufficiente la quantità di un bicchiere d’acqua, circa 300 ml. Si consiglia, prima di annaffiare, di controllare con il dito l’umidità del supporto, di decidere se annaffiarlo o attendere ancora qualche giorno.

In inverno anche in alcuni casi (a seconda dell’incidenza del Sole sull’erica rosa) non sarà necessario annaffiare una volta a settimana ma due volte a settimana.

Fecondazione

Recupereremo le riserve nutritive del substrato applicando del concime (liquido o solido) all’inizio della primavera.

Uno dei formati più convenienti per l’ Erica gracilis sono i granuli solidi, applicandone pochi (tra 10 g e 20 g) distribuiti uniformemente su tutta la pentola. A fine estate ripeteremo l’operazione.

Possiamo anche applicare fertilizzanti liquidi (un rapporto NPK 2-1-3 è l’ideale), fornendo tra 1 ml e 2 ml per ogni litro di acqua di irrigazione.

Moltiplicazione

L’Erica gracilis  può essere moltiplicata per talea, soprattutto da nuovi steli dopo la primavera. Questa operazione si fa in questi mesi, estate compresa, tagliando uno stelo di massimo 10 cm e piantandolo in un substrato di fibra di cocco sempre inumidito.

prodotti correlati

Prezzo d’acquisto

Questa pianta è abbastanza comune e la possiamo trovare in tutti i tipi di vivai e ipermercati. Solitamente viene venduto in vaso, per una piccola pianta di circa 30 cm di altezza totale (vaso compreso).

Il suo prezzo medio è compreso tra 3,5€ e 5€.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.