piante d'appartamento

Innaffiare correttamente le piante d’appartamento

Se non innaffiate le vostre piante, moriranno. È un fatto molto semplice. Tuttavia, si deteriorano anche se si innaffia troppo. Il loro fertilizzante diventa inzuppato e privo di aria, così che le radici della pianta soffocano. Volete prefiggervi l’obiettivo di innaffiare le vostre piante in modo che abbiano acqua a sufficienza solo quando ne hanno bisogno. In estate, le vostre piante d’appartamento avranno bisogno di più acqua che in inverno. Tuttavia, è necessario mantenere il fertilizzante umido durante i mesi invernali.

Quando annaffiare le piante

Ci sono diversi modi per determinare quando le vostre piante hanno davvero bisogno di acqua. Prima di tutto, se si strofina il pollice sulla superficie del fertilizzante, si può capire se la pianta ha bisogno di acqua. Con questo metodo si vuole irrigare solo quando il compost è asciutto e non c’è più spugna.

È possibile toccare i vasi di argilla con un batuffolo di cotone attaccato a una matita. Una nota fastidiosa vi dirà che il compost è bagnato. Se invece squilla, bisogna innaffiare la pianta.

È possibile utilizzare strisce indicatrici di umidità. Basta inserirli nel concime e lasciarli nel compost. Cambiano colore quando il compost è asciutto, così saprete quando innaffiare.

Voglio dire, vendono misuratori di umidità. Hanno una sottile sonda a matita che viene inserita nel compost per misurare il livello di umidità in un quadrante. Sono abbastanza efficaci, ma se si usa lo strumento ripetutamente, la sonda può danneggiare le radici.

Modalità di base per annaffiare le piante

Il modo più comune per irrigare le piante d’appartamento è quello di far scorrere l’acqua da un piccolo annaffiatoio direttamente sul fertilizzante. Questo si chiama “oltre il bordo” e lo scopo è quello di riempire lo spazio sopra il compost con acqua fino al bordo della pentola.

Un altro modo per innaffiare sarebbe quello di mettere i vasi in ciotole d’acqua e lasciare che la pianta “beva” ciò di cui ha bisogno. Quando il vaso viene rimosso dalla ciotola dell’acqua, l’acqua in eccesso si esaurisce. Le piante fuori terra (come le Tillandsie) dovrebbero essere appannate. La nebulizzazione consiste nell’immergere le foglie della pianta in acqua. Altri vengono annaffiati riempiendo con acqua le loro piccole tazze di fiori o foglie.

Annaffiare piante d’appartamento in vacanza

La maggior parte delle persone si prende amorevolmente cura delle proprie piante durante tutto l’anno. Queste stesse piante amate si deteriorano e muoiono quando i loro cari vanno in vacanza, lasciandoli a badare a se stessi per settimane. Ricordate che spesso è meglio affidarsi a un sistema di irrigazione automatica piuttosto che a un vicino. I vicini sono occupati.

Potete lasciare le vostre piante di grandi dimensioni nel loro piattino, ma sistemarle su un foglio di plastica in una stanza leggermente ombreggiata. Durante la settimana prima di andare in vacanza, innaffiateli più volte. Se la vostra vacanza dura solo da una settimana a dieci giorni, le vostre piante saranno in buone condizioni durante questo periodo.

Le piante piccole possono essere poste in grandi vassoi con 1 cm di acqua alla base. Rimarranno in vita per un po’ di tempo se li collocate in una stanza leggermente ombreggiata. È anche possibile posizionare un tappetino per capelli su una griglia di drenaggio e trascinare un’estremità del tappetino in un lavandino pieno d’acqua. L’altra estremità del tappeto può essere messa in una ciotola d’acqua e ci metterete le vostre piante. Questo funziona meglio per le piante in contenitori di plastica riempiti con fertilizzante a base di torba.

Aiutare le piante non annaffiate

A volte si possono salvare le piante che non sono state annaffiate. Le piante che sono sott’acqua di solito appassiscono e alla fine muoiono. Una volta che una pianta appassisce, arriva un momento in cui, non importa quanta acqua le si dia, non si riesce a salvarla.

A volte, tuttavia, una pianta appassita può essere riportata in vita. Mettete il vaso in una ciotola con 3-4 cm d’acqua, poi potare la pianta togliendo i fiori appassiti e spruzzando le foglie. Quando l’umidità sale sulla superficie del compost, togliete la pianta dalla ciotola e mettetela all’ombra per un giorno o due.

Riparazione di un impianto di casa inondato d’acqua

Se il fertilizzante è completamente saturo d’acqua, soprattutto a causa dell’eccesso d’acqua, le radici della pianta perderanno aria e appassiranno, e le foglie diventeranno morbide. Una melma coprirà il fertilizzante. Se te ne rendi conto abbastanza presto, puoi fare qualcosa. Prendete il barattolo e giratelo. Far scorrere la palla di radice fuori dal vaso. Avvolgere diversi pezzi di carta da cucina intorno alla palla di radice per assorbire un po’ d’acqua. Rimuovere le scaglie dalla radice. Lasciare la palla di radice avvolta in questo modo fino a quando non è quasi asciutta.

Quando è quasi asciutto, si può rinvasare la pianta in un vaso pulito con fertilizzante fresco. Lasciatelo per qualche giorno prima di innaffiarlo. Ricordate, era solo bagnato! Non esporre questa pianta alla luce diretta del sole prima di averla completamente guarita.

Prendersi cura delle vostre piante non è difficile se si presta semplicemente attenzione alle loro esigenze. A lungo andare, raccoglierete i frutti dei vostri sforzi per decorare la vostra casa con piante rigogliose.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *